close

Sport

CronacaSport

Napoli-Roma, accuse ai giallorossi per aver violato il protocollo sanitario

Napoli-Roma

Napoli, scintille ieri sera a bordo campo tra i dirigenti della squadra partenopea e della squadra giallorossa, quest’ultima rea di aver violato il protocollo sanitario previsto per il distanziamento sociale e portando di fatto, in panchina, tutte le riserve convocate per la trasferta a Fuorigrotta dal tecnico Fonseca.

Ne è nata una polemica, visto che invece Gattuso aveva al suo fianco solo il suo staff e i giocatori esclusi inizialmente dalla formazione titolare erano seduti al contrario in buona parte in tribuna, per evitare appunto assembramenti a bordo campo.

I dirigenti azzurri hanno chiesto l’intervento dell’arbitro Rocchi, ma bisognerà vedere cos’ha scritto l’arbitro sul suo referto: ciò che ha infastidito gli azzurri, al di là del mancato rispetto del protocollo è stato, probabilmente, il gran tifo che arrivava dagli spalti e dalla panchina giallorossa da parte delle riserve giallorosse per i compagni di squadra.

I dirigenti giallorossi hanno fatto sapere di essere pronti ad assumersi le responsabilità della loro scelta. Ma il presidente del Napoli De Laurentiis non vuole che finisca qui e chiederà chiarezza a Figc e Lega. A suo giudizio le regole devono essere uguali per tutti.

 

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Sport

Il Napoli vince la Coppa Italia, notte di festeggiamenti in tutta la città

I festeggiamenti in città dopo la vittoria della Coppa Italia

Il Napoli torna a vincere la Coppa Italia dopo sei anni dall’ultima volta, battendo la Juventus dei grandi ex Maurizio Sarri e Gonzalo Higuain per 4-2 ai calci di rigore e conquistando il trofeo per la sesta volta nella sua storia, agganciando la Fiorentina.

Se allo Stadio Olimpico di Roma regnava un’atmosfera surreale, a Napoli, dopo il rigore decisivo di Arkadiusz Milik, l’atmosfera è stata completamente ribaltata: bagni di folla, cori e caroselli si sono subito scatenati in tutta la città, dando luogo ad assembramenti che, purtroppo, non mancheranno dall’essere oggetto di fatti di cronaca nei giorni a seguire.

I luoghi presi immediatamente d’assalto sono stati Piazza del Plebiscito e Piazza Trieste e Trento, ma anche il Vomero, il Lungomare Caracciolo e Piazza Garibaldi, dove la squadra era attesa alle ma che, per ragioni di sicurezza, è stata fatta arrivare alla stazione di Afragola. Meno assembramenti si sono creati all’esterno dello Stadio San Paolo, dove invece ha regnato uno striscione posto all’esterno della Curva B con su scritto “Il cuore batte forte, in silenzio per rispetto della morte”.

Il Frecciarossa che ha riportato la squadra di Gattuso a Napoli con la coppa fresca conquistata, è partito da Roma alle 00:40 circa: il tam tam è stato immediato e migliaia di tifosi hanno deciso di recarsi alla Stazione Centrale, con la situazione che è apparsa sin da subito difficile da gestire tanto che il Napoli aveva programmato di fermarsi alla stazione di Afragola per evitare la ressa.

Ma anche in questo caso il passaparola è stato immediato e così, in meno di mezz’ora, anche Afragola è stata sommersa dai tifosi in festa: il treno, arrivato alle 2.15, è così ripartito per Piazza Garibaldi, dove nel frattempo è arrivata la Polizia in assetto anti-sommossa per proteggere il pullman del Napoli. Ma all’esterno della Stazione Centrale c’erano troppe persone e quindi alle 3.30 il Frecciarossa è ritornato ad Afragola, dove nel frattempo le forze dell’Ordine sono riuscite a creare un cordone di sicurezza per consentire ai calciatori di rientrare a casa.

I giocatori si sono consacrati alla folla alle 3:37 circa, con capitan Lorenzo Insigne che ha salutato i tifosi mostrando la coppa e via di applausi e cori festanti per tutto il gruppo, in particolar modo per Gattuso, l’ultimo ad uscire dalla stazione verso le 4 e che per lui, forse più che per ogni altro, questa coppa ha un sapore speciale, un sapore di vendetta e di riscatto, per l’allenatore, per l’uomo.

 

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
CronacaCulturaSport

Fase 3: Aprono discoteche, fiere, spa e sale da gioco, le linee guida

discoteca
La conferenza delle Regioni ha approvato ieri le linee guida per la riapertura di locali da ballo, centri termali, congressi fieristici, sale da gioco.

Ecco l’approccio da adottare presso le attività fino a ora sospese:

  • Discoteche

La principale attenzione dei titolari dei locali dovrà essere volta, oltre che alle norme igienico-sanitarie predisposte negli ultimi mesi, a limitare gli accessi. Il distanziamento sociale previsto, può essere attuato solo con un ingresso scaglionato degli avventori, per garantire almeno un metro di distanza fra le persone. Per quanto riguarda le sale da ballo, si potrà ballare a due metri dagli altri e solo indossando la mascherina.

La pulizia del locale dovrà essere profonda e costante, soprattutto, dovrà essere garantita una corretta ventilazione degli ambienti. Le casse dovranno essere appositamente schermate e i guardaroba dovranno imbustare singolarmente ogni capo. Drink e bevande non potranno essere consumate al bancone e per ottenerle sarà necessario disporsi in file ordinate. L’accesso al locale sarà consentito solo grazie alla prenotazione, se possibile telematica,  in modo da facilitare la consultazione di un registro delle presenze per 14 giorni.

  • Sale da gioco

Anche per bingo, sale slot e sale scommesse la pulizia e la limitazione di ingressi saranno fondamentali. Tutti gli oggetti dovranno essere disinfettati dopo ogni singolo uso, mentre gli oggetti impossibili da pulire saranno semplicemente inutilizzabili.

  • Congressi e fiere

Utenti e personale addetto all’assistenza dovranno indossare sempre la mascherina e i dispositivi utilizzati da eventuali relatori dovranno essere coperti da pellicola per uso alimentare o clinico e disinfettati. Una particolare attenzione andrà alla scelta della struttura, in modo tale da consentire un adeguato distanziamento fra i partecipanti.

  • Centri benessere e Spa

Come per le discoteche, la distanza fra i clienti dovrà essere di due metri. Le piscine termali potranno riaprire, garantendo almeno sette metri quadri d’acqua per utente nel caso sia consentito nuotare e di quattro metri quadri per sostare nelle acque benefiche. Ambienti caldi e umidi come le saune saranno disponibili solo su prenotazione e per uso esclusivo. 

  • Cinema

In cinema e teatri, gli utenti dovranno indossare la mascherina e i posti a sedere dovranno prevedere la distanza di un metro tra uno spettatore e l’altro, a meno che non si tratti di spettatori appartenenti a uno stesso nucleo familiare. Per gli spettacoli al chiuso il numero massimo di spettatori è 200, mentre negli spettacoli all’aperto si può arrivare a 1.000.

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram Twitter!

leggi tutto
PoliticaSport

Calcio, arriva l’ok di Spadafora: “Dal 18 Maggio ripartono gli allenamenti”. Campionato rimandato a giugno

vincenzo-spadafora

Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha dato l’ok definitivo per la ripresa degli allenamenti di squadra dal 18 maggio durante il suo intervento alla Camera dei Deputati:

Per la ripresa degli allenamenti, sono arrivati i rilievi del CTS sul protocollo: quarantena delle squadre in caso di nuovi positivi, responsabilità dei medici sportivi, necessità che i tamponi non vadano a discapito dei cittadini. Ho ricevuto pochi minuti fa la lettera del presidente FIGC Gravina: sono state accolte tutte le modifiche, varando il nuovo protocollo. Il 18 maggio dunque si ripartirà con gli allenamenti”.

Inoltre, se il Governo darà il via libera alla ripresa del campionato, la Lega Serie A ha deciso che si ricomincerà a giocare dal 13 giugno. Per questa data si sono espressi a favore 16 club, mentre quattro hanno votato l’altra ipotesi: quella del 20 giugno

leggi tutto
Sport

Tamponi negativi, domani la SSC Napoli torna ad allenarsi

I tamponi hanno dato esito negativo per tutti i calciatori del Napoli che domani riprenderanno gli allenamenti. Lo comunica il club azzurro. I giocatori del Napoli si ritroveranno al centro tecnico di Castel Volturno da domani per allenamenti singoli, distribuiti su due sessioni e su tutti e tre i campi di allenamento.

Le squadre (almeno quelle che hanno a disposizione strutture adeguate per garantire il distanziamento sociale) stanno riprendendo gli allenamenti in attesa di conoscere gli sviluppi governativi sulla ripresa degli sport di squadra.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Sport

Serie A, l’annuncio di Spadafora: “Dal 4 maggio le squadre potranno allenarsi”

Il ministro Vincenzo Spadafora,  durante il Question Time al Senato, è intervenuto su un tema molto discusso in Italia, la riprese della attività sportive e, ovviamente, del campionato di calcio: “Sono convinto che nel decreto che ci apprestiamo ad approvare al consiglio dei ministri troveremo ulteriori risorse per consentire che il bonus lo abbiano non solo i collaboratori sportivi che già ne hanno fatto richiesta per marzo, e che possa essere esteso a tutti i collaboratori sportivi anche per il mese di aprile. I media si concentrano in queste ore sulla ripresa o meno del campionato di calcio – ha aggiunto Spadafora – sappiamo benissimo che per quanto al calcio venga attribuito il giusto valore come azienda economica per i flussi finanziari che produce, sappiamo altrettanto bene che lo sport non è solo il calcio e che il calcio non è solo la Serie A“.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Sport

Fitness e Solidarietà: Il napoletano Daniele Esposito impartisce lezioni online gratuite

Danele Esposito

Sono tantissime le persone in Italia che per la quarantena, hanno rinunciato all’attività fisica, attività per alcuni indispensabile anche per motivi di salute oltre che per il normale benessere fisico. Problema risolto, anche se in parte, grazie al personal trainer napoletano Daniele Esposito, che tre volte a settimana tiene lezioni online in una diretta dove interagisce e da consigli, oltre ovviamente, a mostrare gli esercizi da effettuare.

“Oltre a mostrargli come allenarsi do anche loro consigli sull’alimentazione – dichiara Daniele – molti mi scrivono in privato, cerco di rispondere a tutti, non mi va di abbandonarli – prosegue l’uomoL’allenamento oltre a giovare al corpo, aiuta queste persone anche psicologicamente, molte infatti sono le mamme che mi scrivono sulla diretta e in privato, che anche i bimbi si allenano insieme a loro, e questo mi fa piacere – conclude Daniele – così oltre alla didattica a distanza con le maestre, possono fare un pò di movimento, come se fosse una sorta di educazione fisica”.

Un servizio gratuito quindi da parte dell’allenatore napoletano che, a suo modo e nel suo piccolo, sta aiutando migliaia di italiani in questo periodo mettendo a disposizione il suo sapere rendendo più piacevole, almeno in queste ore, la quarantena. Gli allenamenti in diretta con Daniele si possono seguire il lunedì, mercoledì e venerdì, per 30 minuti, dalle ore 17:00 sulla sua pagina personale. Oltre 12:000 persone seguite in 15 anni, Daniele Esposito è anche l’autore di un libro molto letto “5 segreti per dimagrire e restare magri”, premiato come eccellenza italiana nella città di Washington.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
CronacaSport

È ufficiale: non è consentito lo sport all’aperto

sport

Dopo recenti decreti e dichiarazioni, il Tar conferma: lo sport non è consentito.

Oggi è stato depositato il decreto cautelare monocratico con cui il tribunale amministrativo ha respinto l’istanza cautelare di sospensione dell’ordinanza del presidente della Regione. Data l’attuale situazione sanitaria e il crescente numero di infetti, l’attività fisica all’aperto non è consentita. Secondo i dati che pervengono all’Unità di crisi istituita con Decreto del Presidente della Giunta regionale della Campania, è chiaro che nonostante le misure in precedenza adottate, i numeri di contagio sono in continua e forte crescita nella regione. Al fine di tutelare la salute pubblica, quindi, gli atleti dovranno allenarsi in casa.

leggi tutto
Sport

UEFA, Barcellona-Napoli rinviata! Sospese Champions e Europa League

UEFA, rinviata Barcellona-Napoli

Barcellona-Napoli non si giocherà. Dopo un periodo di forti contrasti, arriva finalmente la decisione ufficiale da parte dell’UEFA: una scelta che era comunque nell’aria da un po’ di tempo e che ha acquisito ancora più forza nelle ultime ore, dopo che il Coronavirus Covid-19 ha cominciato ad estendersi un po’ ovunque in Europa toccando squadre come la Juventus, l’Inter, l’Arsenal, il Chelsea e il Real Madrid.

Tutte le partite di Champions League e di Europa League, quindi, sono rinviate a data da destinarsi, in attesa di ulteriori sviluppi in occasione dell’assemblea UEFA che si terrà  martedì 17 marzo circa le date in cui far disputare le varie partite.

 

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
CronacaSport

Serie A, Rugani e Gabbiadini positivi al Covid: il punto della situazione

Daniele Rugani

Serie A: a distanza di 18 ore circa l’uno dall’altro, Daniele Rugani, difensore della Juventus e della Nazionale, e Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria, sono risultati positivi al Coronavirus.

Subito numerosi i messaggi d’affetto da parte degli appassionati di calcio nei confronti dei due calciatori, che hanno immediatamente tranquillizzato i tifosi tramite un messaggio sui social in cui hanno spiegato di stare bene e di risultare del tutto asintomatici (nel caso di Rugani) o leggermente febbricitanti (nel caso, invece, di Gabbiadini): Juventus e Sampdoria hanno subito disposto lo stato di quarantena per 15 giorni a tutti i loro calciatori, e anche Inter e Verona, avversarie nell’ultimo turno di campionato rispettivamente della Juventus e della Sampdoria, si sono accodate alla decisione della quarantena.

E intanto, la situazione inizia a farsi seria anche in Europa e nel resto del mondo: come le quattro società italiane sopracitate, anche il Real Madrid ha disposto la quarantena a tutti i suoi calciatori, a seguito della positività al virus di un giocatore della squadra di basket del Real, che si allena nello stesso centro sportivo della squadra di calcio. I madrileni salteranno la trasferta di Manchester che avrebbe dovuto vederli in azione contro il City di Guardiola per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League.

Si ferma anche la Premier League inglese, in quanto sono stati trovati positivi al virus tre calciatori del Leicester, il cui nome però non è stato ancora comunicato, e si ferma fino al 31 marzo anche il campionato olandese.

Stop anche alla Champions League e all’Europa League, Europei a rischio rinvio: martedì 17 marzo si terrà l’assemblea dell’UEFA per decidere cosa fare della Champions League e dell’Europa League, e anche gli Europei, il cui inizio è programmato per il 12 giugno con gara inaugurale a Roma, rischiano di slittare.

Anche la NBA a rischio stop: partite posticipate, e forse annullate, gare a porte chiuse e possibile riduzione, o addirittura sospensione, del calendario.

In attesa di ulteriori sviluppi, invece, il calcio italiano resterà fermo fino al 3 aprile, ma ad oggi non è da escludere lo stop a tutte le competizioni nazionali, dalla Serie A alle categorie inferiori.

 

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

 

 

leggi tutto