chiudi

Senza categoria

Senza categoria

Benevento, scoppia un petardo inesploso mentre fa jogging: ferito a mani e gambe

soccorso petardo

Si è ferito con un petardo inesploso innescato, probabilmente, dalle alte temperature di questi giorni. E’ accaduto nella tarda serata di ieri, a Montefalcone di Valfortore. Mentre stava facendo jogging nel campo sportivo del paese, un operaio 47enne è stato travolto dall’esplosione, riportando ferite alle gambe e alla mano destra.

L’uomo è stato celermente soccorso e trasportato presso l’ospedale Rummo di Benevento, dove i sanitari hanno medicato le ferite. Non è chiaro il motivo per cui un petardo inesploso fosse nel campo sportivo: i carabinieri della stazione di Montefalcone hanno appurato che era stato lasciato lì in seguito allo spettacolo pirotecnico della sera precedente. Le indagini sono attualmente in corso.

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Senza categoria

Napoli: 24enne in scooter si schianta contro un cassonetto

ambulanza-notte

Questa notte a Napoli un 24enne alla guida di uno scooter Yamaha Xenter 125 si è schiantato contro un cassonetto in Corso Amedeo di Savoia. Il giovane è morto sul colpo, mentre l’altra passeggera, sua coetanea, è stata ricoverata all’ospedale Cardarelli in prognosi riservata, ma il pericolo di vita sembra essere scongiurato. La ragazza in questione è Marta Capatortora, figlia dell’attrice Loredana Simioli, scomparsa lo scorso giugno.

La polizia municipale è a lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente che ha provocato l’ennesima morte su strada.

leggi tutto
Senza categoria

VIDEO | Incidente navale nel porto di Pozzuoli

news71833

Le raffiche di vento che da questa notte stanno interessando con particolare intensità sono foste le causa dell’incidente navale nel porto di Pozzuili.

La grande nave traghetto Medmar ha “strusciato” la LadyCarmela della Gestour provocando non pochi danni.

Un incidente le cui cause sono al vaglio, le cui perizie hanno rallentato il traffico nel porto causando ritardi anche ingenti.

leggi tutto
Senza categoria

Ritrovate mine inesplose nel porto di Napoli

Napoli

Quattro sono gli ordigni rinvenuti nel porto in mattinata nella zona di Stazione Marittima, dove tra l’altro dovranno approdare le navi d’appoggio delle Universiadi. Altre quattro mine sono state trovate nel corso dell’anno e si teme che con questo passo dando fondo a un’ancora si potrebbe centrare un ordigno. Questi avvenimenti mettono in luce lo spreco del denaro atto alla bonifica dell’area del porto: prima di iniziare le escavazioni, infatti, si è sondato soltanto un metro di sabbia di profondità. I soldi sono stati praticamente gettati in mare, dato che dai tempi delle guerre mondiali ad ora sicuramente si è accumulato ben più di un metro di sabbia.

La faccenda è iniziata ed è divenuta rilevante quando, per la realizzazione della nuova Darsena di Levante, dove sarà ubicato il Terminal Container.

Perciò, prima degli escavi, è stata eseguita la già citata bonifica per un metro.

Un’operazione preventiva e funzionale alla creazione di sicurezza nei cantieri, in quanto permette di valutare cosa è presente al di sotto del terreno e dei fondali, fornendo un importante parametro di sicurezza”. Così diceva il progetto. E abbiamo visto. “Per bonifica da ordigni inesplosi si intende una serie di fasi operative che riguardano la ricerca, la localizzazione, l’individuazione, l’esame, la disattivazione, la neutralizzazione e/o rimozione di residuati bellici risalenti al primo e al secondo conflitto mondiale”. E infine. “Le aree di intervento: le aree che saranno sottoposte ai lavori di bonifica superficiale coprono uno specchio acqueo d 1.864.100 metri quadrati, ovvero le aree interessate all’escavo delle sabbie dei fondali del porto da immergere nelle vasche di colmata della nuova darsena, sia le aree interessate dalle attività di recupero di reperti di archeologia subacquea”.

L’importo del bando di gara, firmato dall’ex-commissario Francesco Karrer il 27 Febbraio 2014, era di 3.009.560,00 euro destinati alla bonifica bellica dei fondali del porto a valere sui fondi Fesr 2007-2013. La gara venne aggiudicata nel 2015, durante il commissariamento dell’ammiraglio Antonio Basile, all’Ati Sogelma srl (che ha sede a Scandicci, FI) per l’importo di euro 2.266.398,18 al netto del ribasso del 25,11%. I lavori vennero ultimati nel dicembre del 2015 e la spesa dei fondi fu rendicontata alla Commissione europea e alla Regione Campania.

In corso d’opera fu anche approvato un verbale di concordato di nuovi prezzi con delibera 400 del 11 dicembre 2015 per il “recupero di materiali ferrosi interferenti con le attività di rilevamento” e per il pagamento di “lavori e somministrazioni su fatture”, che ha portato a un aumento dei lavori di 160mila euro. A tal punto sembra quasi una presa in giro la “Dichiarazione di garanzia” depositata in Capitaneria di Porto il 4 dicembre 2015, che asserisce: “…le aree si intendono garantire fino a quota -1,0 m dal fondale”.

Il risultato è stato chiaramente inutile relativamente al prezzo: il 14 ottobre 2017 si dava il via al cantiere del dragaggio nel porto di Napoli. 25,5 milioni di euro per dragare oltre 1,3 milioni di metri cubi in 14 mesi, con la necessità di un’ulteriore bonifica dove già ne era stata fatta una.

Ora il Comune investe altri 243mila euro per bonificare, certo, ma soltanto i fondali dell’area già bonificata relativa al dragaggio.

leggi tutto
Senza categoria

Estorsioni ai fiorai: scattano gli arresti

arresti-manette-carcere-1440x564_c

(ANSA) – NAPOLI, 22 MAG – Sette misure cautelari sono state eseguite stamattina dai militari dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Torre Annunziata (Napoli) nei confronti di altrettante persone ritenute dagli inquirenti della DDA elementi di spicco del “clan Cesarano” di Castellammare di Stabia. I destinatari dei provvedimenti restrittivi, secondo i pm Antimafia di Napoli elementi di spicco della famiglia malavitosa, sono accusati di estorsione e lesioni personali nei confronti di imprenditori del cosiddetto “mercato dei fiori“, la zona florovivaistica più importante del sud-Italia, attiva tra i comuni di Castellammare di Stabia e Pompei.

leggi tutto
Senza categoria

E’ Nato il Royal Baby, primogenito del Principe Harry

prince-harry-meghan-markle-1024×706

“Sono entusiasta di annunciare che è un bambino”.

Con queste parole il principe Harry ha reso noto la nascita del suo primogenito avuto insieme alla moglie Meghan Markle,

“E’ la più incredibile esperienza che potessi immaginare”,

ha proseguito Harry, palando ai giornalisti sorridente e con la voce rotta dall’emozione di fronte alla residenza dei duchi di Sussex di Frogmore Cottage, vicino al castello di Windsor.

“Sono al settimo cielo”.

“Come una donna possa fare ciò che fate va oltre la mia comprensione. Sono orgoglioso di mia moglie”.

Resta intanto il velo di mistero sul nome del bambino, mistero che avrà tempo per essere svelato fino al battesimo.

“Entrambi siamo assolutamente elettrizzati e grati per tutto l’amore e il sostegno ricevuto da ciascuno, è meraviglioso e vogliamo condividere (questo momento) con tutti”,

ha proseguito rivolgendosi sia al pubblico sia ai media.

leggi tutto
AmbienteSenza categoria

Tassa di soggiorno a Napoli: le polemiche per l’aumento

Tassa di soggiorno Napoli

A partire dal primo aprile il costo della tassa di soggiorno a Napoli aumenterà di 0,50 centesimi, variando dai 2,50 ai  3,00 euro.

La tassa di soggiorno è stata introdotta con l’approvazione da parte del Governo Italiano della legge sul federalismo fiscale municipale col Decreto Legislativo n.23 del 14 marzo 2011, che ha disposto per i Comuni Turistici la possibilità di applicare una tassa ai turisti che soggiornano nelle strutture alberghiere, hotel, B&b, e va da 1 euro fino a 5 euro al giorno per persona. La tassa è destinata a finanziare interventi in materia di turismo, comprese manutenzione e mantenimento dei servizi pubblici locali. L’aumento, però, seppur piccolo, non poteva non suscitare le lamentele generali di imprenditori ed operatori del settore.

Persone completamente inserite in questo ambiente hanno accusando il Comune per questa scelta che, oltre a rappresentare un aggravio di spesa per il turista “Crea un aggravio di lavoro per il personale degli alberghi e difficoltà per gli aggiornamenti dei programmi gestionali” come ha dichiarato Antonio Izzo, presidente Federalberghi di Napoli.

Grande anche la paura di eventuali disdette da parte di coloro che avevano prenotato prima della proclamazione della tassa e quella di un eventuale calo in  termini turistici. Le polemiche sono insorte e sfociate in una vera e propria rivolta che si concretizzerà in uno sciopero previsto per i prossimi giorni.

I nostri concittadini, partiti in quarta, son però dimentichi di avvenimenti molto simili accaduti già nel lontano 2011, in cui città importanti (come Roma, Firenze, Venezia) hanno applicato la tassa di soggiorno e questa non ha comportato nessun calo di presenza ma una risorsa importante per gli asset turistici dei territori.

Si spera, allora, che l’ aumento serva da slancio per investimenti migliori sul turismo e sulla riqualificazione di zone della città continuamente maltrattate, tra le quali il centro storico, vanto storico, artistico e culturale della città di Napoli.

leggi tutto
Senza categoria

Il Presidente De Luca chiede “Autonomia Differenziata” anche per la Campania

campania copy

“Oggi formalizziamo con una lettera al Presidente del Consiglio la richiesta di autonomia differenziata anche per la Campania”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “Abbiamo chiesto un mese fa di essere associati alla discussione che riguarda Veneto, Lombardia ed Emilia. Non abbiamo ricevuto risposte e formalizziamo oggi la richiesta di autonomia differenziata anche per la Campania sulla nostra linea: difesa dell’unità nazionale , parità di condizioni per tutti i cittadini italiani, livelli di prestazione uguali per tutti e premialità e penalità per tutti quegli amministratori che dimostrano di non essere in grado di amministrare in maniera corretta”. A ribadirlo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, illustrando la richiesta di autonomia che invierà oggi alla presidenza del consiglio. “Ci auguriamo che rispondano – ha detto – visto che alla missiva per la partecipazione al tavolo delle autonomie non hanno risposto”.

 

leggi tutto
Senza categoria

Arrestato Antropoli, Sindaco di Capua dal 2006 al 2016: concorso esterno in associazione mafiosa

IMG_20190204_153414

Stamattina, a Capua, i carabinieri del Comando provinciale – Nucleo Investigativo di Caserta – hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Dda, nei confronti di Carmine Antropoli – sindaco di Capua per due consiliature consecutive, dall’anno 2006 al 2016 – per concorso esterno in associazione mafiosa e di Francesco Zagaria, imprenditore di Casapesenna, per associazione mafiosa, duplice omicidio aggravato dalle finalità mafiose e violenza privata aggravata dal metodo mafioso. Il provvedimento restrittivo costituisce il risultato di una prolungata attività investigativa, avviata nell’anno 2015 anche con l’ausilio di attività tecniche e terminata nel luglio 2018, corroborata da convergenti dichiarazioni di importanti collaboratori di giustizia. Secondo l’accusa,  il clan dei Casalesi ha condizionato lo svolgimento delle elezioni amministrative per il Consiglio comunale di Capua, tenute il 5 giugno 2016.  Nello studio medico di Carmine Antropoli ci fu un  pestaggio – messo in atto materialmente da Zagaria – per indurre un avversario politico a ritirare la candidatura alla carica di consigliere comunale. Inoltre, Antropoli è risultato gravemente indiziato di avere stretto un patto con Francesco Zagaria e Martino Mezzeroo (altro affiliato al clan dei Casalesi) per assicurare dei voti ad altro candidato, pure appartenente al gruppo politico di Antropoli. L’imprenditore capuano Francesco Zagaria, meglio noto come “Ciccio ‘e Brezza” e “sentenza”, già oggetto nell’anno 2017 di un provvedimento cautelare in carcere per concorso esterno in associazione di tipo mafioso e intestazione fittizia di beni, nonché di un provvedimento di sequestro preventivo di due società a lui riconducibili, operanti nel settore dell’edilizia e in quello caseario, ha assunto ruolo di elemento apicale del clan dei Casalesi tanto da godere di incondizionata fiducia da parte del capoclan Michele Zagaria, che lo impiegò con funzioni di ausilio nell’esecuzione del duplice omicidio di Sebastiano Caterino e Umberto De Falco, commesso di Santa Maria Capua Vetere il 31 ottobre 2003.

leggi tutto
Senza categoria

Il Nostos Teatro invade Aversa con il ritorno del format “A spasso con la storia”

A spasso con la storia 3

Dal 29 giugno al 1 luglio, dalle 19.30 alle 22.30, lo spettacolo itinerante interpretato dagli allievi-attori della scuola del Nostos Teatro: “Sogno di una notte di mezza estate” nel Complesso Monumentale di San Francesco, ad Aversa.

Torna ad Aversa, dopo la decima edizione datata 2015, “A spasso con la storia”. Il format teatrale itinerante, ideato da Giovanni Granatina, Enzo Maiorca, Gina Oliva, è in scena da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio, dalle ore 19.30 alle 22.30 nel Complesso Monumentale di San Francesco, nel centro storico di Aversa.

Circa ottanta allievi-attori del Nostos Teatro, tra adolescenti e adulti, per un’esperienza professionale a tutti gli effetti, saranno impegnati in un percorso suggestivo sia per l’allestimento che per la sua bellezza storico-artistica. Per questa undicesima edizione di “A spasso con la storia”, il testo scelto è “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare. Il pubblico sarà accolto a gruppi di circa 50 persone, sono previste più repliche per sera.

La prima edizione di “A spasso con la storia” si è svolta nelle strade della città di Aversa nel 2006, da allora ne sono seguite altre nove, fino ad arrivare a questa del 2018. Tra le location dello spettacolo, nel tempo, il centro storico della città di Aversa, il Complesso monumentale di San Francesco e l’ex stabilimento Cirio La Balzana a Santa Maria La Fossa.

«Il nostro “Sogno di una notte di mezza estate” è molto fedele al testo originale. Non si tratta di una adattamento, ma di una versione ridotta nei tempi e itinerante. Lo studio maggiore è stato realizzato sulle relazioni, già presenti nel testo, tra i personaggi, interpretati dagli allievi-attori del Nostos Teatro, trasformati da noi in atteggiamenti fisici» affermano Gina Oliva, Giovanni Granatina Dimitri Tetta, direttori artistici e docenti del Nostos Teatro, che hanno curato lo spettacolo. «Il lavoro sui personaggi tende verso la delicatezza e la dimensione del sogno, lontano dalla lettura sessuale del testo che qualcuno predilige. Una fiaba moderna, come sottolinea Harold Bloom che, nell’introduzione dell’edizione Rizzoli di “Sogno”, scrive – in un’epoca migliore della nostra, “Sogno di una notte di mezza estate” tornerà ad affermarsi – ».

In questi anni, il Nostos Teatro è diventato un punto di riferimento sul territorio della provincia di Caserta per la formazione teatrale. In un quinquennio, la direzione artistica dello spazio ha creato una scuola di teatro con numerosi allievi, dai 6 anni all’età adulta.

A Spasso con la Storia

ideato da Enzo Maiorca, Gina Oliva, Giovanni Granatina

Una Produzione Nostos Teatro

“SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE” 

di WILLIAM SHAKESPEARE

Adattamento Giovanni Granatina

Regia Giovanni Granatina, Dimitri Tetta

Allestimento e Costumi Gina Oliva

Canti a cura di Valentina Conte

Con gli allievi attori del Nostos Teatro:

Sara Andreozzi, Teresa Barbato, Raffaele Bisignani, Barbara Bonacci, Cristina Vincenza Borrelli, Viviana Rosa Borrelli, Mia Brunaccini, Gino Caruso, Giuliano Casaburi, Angela Cascio, Gaia Casella, Alessandra Cicatiello, Luciano Cimmino, Daniela Colella, Gianluca Coppola, Chiara D’Amodio, Laura D’Amodio, Francesco D’Arienzo, Barbara De Gaetano, Mariarita De Lucia, Fiorella De Marco, Luca De Rosa, Assunta Dell’Aversana, Francesco Della Volpe, Fabiola Esposito, Pietro Esposito, Dario Ferrara, Maria Fioretti, Marika Frongillo, Antonella Gaudino, Antonio Granatina, Giuliana Gravino, Maira Guarino, Maria Francesca Iannicelli, Raffaella Lami, Francesca Lena, Regina Maisto, Rachele Mallardo, Giusi Mangiacapra, Sara Mauriello, Veronica Mele, Enzo Motti, Anna Muzzica, Mattia Nappi,  Rita Otranto, Costantino Pagano, Francesca Pascarella, Daniel Perfetto, Nicla Persico, Kim Pilat, Saverio Pisani, Antimo Puca, Jlenia Puca, Antimo Rammairone, Francesca Riccioli, Antonia Russo, Mirella Russo, Tonia Russo, Francesco Sabatino, Giulia Sabatino, Alessandro Scarano, Martina Scarano, Mariano Scuotri, Gabriella Sequino, Raffaele Serpe, Federica Serpico, Floriana Temperato, Raffaele Tessitore, Francesco Toraldo, Giuseppina Vallifuoco, Maria Teresa Vargas, Nicola Vitale, Nicola Zaccariello.

Segreteria Organizzativa: Roberta del Prato

Dal 29 giugno al 1 luglio

turni ore 19.30, 20.30, 21.30, 22.30

Per info e biglietteria

Nostos Teatro

Viale J.F. Kennedy 137 trav. Brodolini 6 Aversa

info@nostosteatro.it www.nostosteatro.it

tel. 08119169357 cel 3892471439 (anche whatsapp)

leggi tutto