close

Senza categoria

Senza categoria

Napoli. Quartiere collinare ai Colli Aminei in tilt per maltempo e traffico

di Stefano Esposito – Traffico in tilt e disagi nel quartiere collinare di Napoli ai Colli Aminei. Chiusa nei giorni scorsi via Vecchia San Rocco, una delle arterie che collega via Nicolardi, Miano e Chiaiano, una delle strade maggiormente trafficate nelle ore di punta. La chiusura di via San Rocco ha provocato il riversamento degli automobilisti in via Bosco causando code chilometriche lungo tutti i Colli Aminei e la strada che porta a via Toscanella. Il mal tempo, inoltre, ha peggiorato le cose in quanto sul percorso sono presenti numerose scuole che hanno accentuato il traffico negli orari di uscita degli alunni. La situazione molto critica, nei giorni scorsi, è poi tornata alla normalità nelle ore successive. Preoccupazioni per l’inizio settimana e la riapertura delle scuole che con il maltempo e l’eventuale chiusura non permetterebbe la fluidità del traffico nella zona collinare e il ritorno al caos nel quartiere.

leggi tutto
Senza categoria

Fiocchi rosa e azzurri a Benevento: nascono quattro gemelli

Grandi festeggiamenti all’ospedale Fatebenefratelli di Benevento dove una coppia di neogenitori ha dato il benvenuto a quattro gemelli.

La mamma Annalisa Zollo, 31enne di San Leucio del Sanno, è in ottime condizioni dopo l’impegnativo parto così come i bambini.

Coccolati dal papà Marco Parrella, di San Nicola Manfredi, i quattro gemelli si chiamano Francesco, Luigi, Marialuisa ed Arianna.

Tantissimi auguri ai neogenitori e… buona fortuna!

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Senza categoria

Salerno: donna di 225 kg partorisce una splendida bimba

Salerno parto record

I medici del Ruggi d’Aragona di Salerno portano a termine il parto di una donna di 225 kg.

Una donna di 225 kg ha portato a termine una gravidanza a rischio a causa di complicazioni relative anche alle sue condizioni fisiche. La donna di 225 kg è giunta all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno con uno scompenso cardiaco e una cistosi in condizioni critiche. La gravidanza però ha avuto esito positivo grazie all’intervento compiuto dai medici del Ruggi d’Aragona.

L’operazione è stata effettuata dall’equipe coordinata da Mario Polichetti, responsabile dell’unità per le gravidanze a rischio, e Francesco Marino, responsabile del reparto di ginecologia del Ruggi d’Aragona. La donna ha dato alla luce una splendida bambina.

Adesso la paziente sta seguendo un regime alimentare che l’ha portata a raggiungere il peso di 162 kg. “Sono grata ai medici dell’ospedale di Salerno. Hanno strappato alla morte me e mia figlia. Io e mio marito gli saremo sempre riconoscenti per aver ricevuto in dono la nostra Antonia Maria Rosaria, nata due settimane fa”.

© Riproduzione riservata

Continua a seguire la pagina Facebook e Instagram de «La Bussola»!
leggi tutto
Senza categoria

Campo Rom brucia a Scampia, nube su Napoli

Scampia, nella periferia settentrionale di Napoli, il locale campo rom è stato coinvolto in un incendio. Pare che il rogo si sia generato da alcune sterpaglie attigue al campo, estendendosi poi a 3-4 baracche che sono state avviluppate dalle fiamme: non risultano feriti né intossicati. Sono arrivati celermente sul posto i vigili del fuoco, che si sono adoperati per estinguere il rogo. Dall’incendio si è destata un’alta e densa colonna di fumo nero visibile da molti punti di Napoli. Ad accertarsi della situazione al campo rom di Scampia sono intervenuti anche l’assessore ai Diritti di Cittadinanza del Comune di Napoli Laura Marmorale e il consigliere regionale del Pd Giovanni Chianese.

Gli incendi a Sant’Antonio Abate e Sarno

Non è il primo rogo in Campania oggi. In mattinata, un incendio si è sviluppato a Sant’Antonio Abate, nella provincia di Napoli, dove le fiamme hanno divorato alcuni capannoni di un’azienda florovivaistica in via Nocerelle. Dal rogo si è sviluppata una colonna di fumo alta e densa a tal punto che, nell’epicentro dell’incendio, il cielo era oscurato. I vigili del fuoco hanno avuto non poche difficoltà a domare le fiamme. Anche i carabinieri hanno raggiunto i capannoni in fiamme. Le indagini per stabilire la natura dell’incendio sono ancora in corso.

Disastroso, invece, l’incendio ha interessato, a partire dal pomeriggio di ieri, la vegetazione del monte Saretto a Sarno, nella provincia di Salerno. L’incendio, sicuramente doloso, come ha confermato il sindaco a, è stato di così vaste proporzioni da richiedere l’evacuazione della zona. Addirittura, questa mattina le scuole sono rimaste chiuse a causa del rogo.

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Senza categoria

Leggende della Campania: il fantasma di Bianca a via dei Tribunali

C’è un palazzo, a Napoli, dalla forma insolita: si tratta di Palazzo Spinelli di Laurino a via dei Tribunali. La pianta dell’edificio è ellittica, le pareti adornate di statue e stucchi belli da mozzare il fiato: ma, se lo visiterete, non sarà la sua particolare bellezza a svuotarvi i polmoni.

Palazzo Spinelli è infatti uno dei teatri su cui i fantasmi di Napoli hanno deciso d’esibirsi. Dalle sue balaustre si sporge la figura d’una fanciulla dai lunghi capelli e lo sguardo penetrante, della cui morte terribile ed insensata ci apprestiamo a raccontarvi. Questa è la storia di Bianca, del suo corpo e del suo fantasma: una storia di gelosia, addii e promesse mantenute.

Una storia nobile

I protagonisti di questa triste storia avevano tutti nobili natali.  La prima è Bianca, un’orfana di prestigiose origini accolta presso la casa della famiglia Spinelli. Qui divenne la damigella della padrona di casa, Lorenza Spinelli: una donna scostante e crudele, che trattava il marito con sufficienza, arroganza e disprezzo.

La vita di Bianca scorreva tutto sommato serenamente: le ire di Lorenza Spinelli non erano mai rivolte a lei e gli altri membri della famiglia la trattavano con gentilezza e affetto. Bianca credeva d’essere al sicuro, tra le mura del palazzo, ma la storia dimostra quanto la percezione della fanciulla fosse sbagliata.

Un sorriso fatale

Il carattere di Lorenza, come abbiamo accennato, non era per niente garbato o gentile, e non di rado sconfinava nella crudeltà e nella cattiveria. Non era esente da questo atteggiamento suo marito, al quale venivano riservate sempre risposte scostanti e piene d’astio. Accadde così che, quando l’uomo stava per partire per la guerra ed osò entrare nelle stanze di Lorenza per ricevere il suo saluto, la donna lo respingesse malamente, negandogli anche questa gentilezza.

Nella sala con la nobildonna c’era anche la giovane Bianca, che sorrise al malcapitato marito con comprensione: sapeva bene, lei forse più di tutti, quanto potesse essere difficile avere a che fare con Lorenza.

Il sorriso, ricambiato dal marito, non sfuggì purtroppo alla Signora di casa Spinelli.

Promesse indissolubili

Lorenza Spinelli si convinse che Bianca avesse una relazione con il marito.

Le accuse erano false, ma alla fanciulla non venne data occasione di difendersi o discolparsi: Lorenza era spietata ed aveva già emesso una condanna di colpevolezza. Decise così di punire la ragazza in maniera esemplare, per far sì che ad altre damigelle o servette non venissero in mente strane idee: decise che Bianca sarebbe stata murata viva.

Bianca pianse e si disperò, provando a parlare con Lorenza Spinelli, dicendo di poter provare la sua innocenza, ma a nulla valsero le sue parole disperate.

Prima che venisse definitivamente murata viva, rassegnata ormai al suo triste destino di morte, Bianca pronunciò le seguenti parole, la sua ultima promessa alla famiglia Spinelli: “Famme pure mura’ viva, ma in allegrezza o in grannezza tu me vidarraje“.

Per sempre nel palazzo

Bianca morì così, murata viva tra le pareti di Palazzo Spinelli.

La sua promessa però venne mantenuta: da allora, infatti, in procinto di ogni lieto evento e di ogni disgrazia, il fantasma della ragazza è apparso ai membri della famiglia Spinelli.

Ancora oggi c’è chi dice che la vede sporgersi dalla balaustra del palazzo; altri, a volte gli avventori delle pizzerie storiche che sono proprio di fronte al palazzo, dicono che vedano una figura eterea, una fanciulla che cammina sul cornicione. Conoscendo la leggenda di Bianca, molti operai si sono rifiutati per anni di lavorare sul piano dove la ragazza appare: e voi, l’avete mai vista?

Non perderti gli altri articoli sulle leggende della Campania:

BussoLaLeggenda I : Da dove nascono le Janare? 

BussoLaLeggenda II : Il fantasma del Caffè Gambrinus

BussoLaLeggenda III: La maledizione della Gaiola

BussoLaLeggenda IV: La Strega del Vesuvio

BussoLaLeggenda V: La Tomba di Dracula

BussoLaLeggenda VI: L’amore tra Posillipo e Nisida

BussoLaLeggenda VII: Giovanna la pazza e i suoi amanti senza riposo

BussoLaLeggenda VIII: La Bella ‘Mbriana e l’ospitalità

BussoLaLeggenda IX: I segreti della Grotta Azzurra 

BussoLaLeggenda X: la storia di Castel dell’Ovo

BussoLaLeggenda XI: La strega di Port’Alba

BussoLaLeggenda XII: Tra diavoli e fate, le leggende del lago d’Averno

BussoLaLeggenda XIII: La storia d’amore dei colli di Napoli 

BussoLaLeggenda XIV: Storia della regina verde di Agropoli

BussoLaLeggenda XV: il fantasma di Tiberio e la bella Carmelina

BussoLaLeggenda XVI: la seducente fantasma dell’ex-monastero di Sant’Arcangelo

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Senza categoria

Al via la 4° Edizione del Progetto Cinema a Scuola dedicato alla Serie TV “L’Amica Geniale”

“Il Bachelet di Santa Maria a Vico prima scuola in Italia e nel Mondo a premiare gli attori dell’Amica Geniale in una scuola a Caserta

La Giornata Cinematografica del progetto Cinema a Scuola sarà dedicata alla Serie Tv  “L’Amica Geniale”, tratta dai Romanzi dell’ autrice napoletana Elena Ferrante.
Il progetto nasce dall’idea del giovane Favicchio che all’ età di 16 anni, ha deciso di portare questo progetto dedicato al “Cinema e Espressione” nella propria scuola dotata di un grande Auditorium.
Nello Favicchio, di Santa Maria a Vico (CE), è da poco reduce da un successo alla 76sima Mostra del Cinema di Venezia con il cortometraggio “La Scelta” di Giuseppe Alessio Nuzzo in concorso ad I LOVE GAI ( GIOVANI AUTORI ITALIANI), ma anche dal set della Seconda Stagione de “L’ Amica Geniale” intitolata “Storia del Nuovo Cognome” di Saverio Costanzo.
Nello, giovane promettente attore  è  promotore di questa  importante iniziativa che, nel corso degli anni ha visto impegnati molti volti importanti del Cinema e della Televisione.
La prossima Giornata Cinematografica  di questo progetto ambizioso avrà come ospiti di spicco gli attori Giovanni Amura e Gennaro De Stefano, rispettivamente protagonisti de “L’ Amica Geniale” di Saverio Costanzo nei panni di Stefano Carracci e Rino Cerullo e impegnati anche nella seconda stagione della serie che , come il libro, si chiamerà “Storia del nuovo cognome” diretta dallo stesso Costanzo.
I due attori riceveranno un riconoscimento per la loro interpretazione voluto direttamente dal promotore dell’ evento.
Sempre dal cast dell’ Amica Geniale interverranno, con un videomessaggio dedicato, Ludovica Nasti , Lila bambina , e Elvis Esposito, Marcello Solara, per un saluto alla sala.
Altra presenza di spicco sarà Antonio Ciccone dalla serie TV Gomorra a cui sarà conferito il Premio alla Carriera e Rosario Toscano , direttamente da MADE IN SUD ( nelleb vesti di autore del programma in onda su Rai2), comico e attore conosciuto nel suo personaggio di  “Giggino Don Perignon”.
Sarà presente uno dei  volti nuovi di UN POSTO AL SOLE.
Nel corso della manifestazione sarà dedicato un tributo ad Antonio Pennarella, recentemente scomparso e protagonista di lavori quali “La Nuova Squadra”,”L’ Amica Geniale”, “Squadra Antimafia”, “Un posto al sole”.
Saranno presenti in sala giornalisti, istituzioni , gli alunni dell’ istututo con i docenti ,la Dirigente Scolastica Pina Sgambato,il sindaco Andrea Pirozzi il quale , già nelle precedenti occasioni ha dimostrato entusiasmo per l’ iniziativa e orgoglio per giovani talentuosi promesse del futuro cinema.
Alla Dirigente che , con occhio sempre attento, si fa promotrice insieme ai suoi ragazzi, cuore pulsante della nostra societa viva,di eventi importanti come questo, il ringraziamento di tutti noi che abbiamo messo, in quest’avventura cuore e dedizione.
La manifestazione si terrà nell’ auditorium dell’ Istituto Bachelet di Santa Maria a Vico, in esclusiva per gli alunni e la stampa. Un evento unico, in quanto sarà la prima scuola a premiare Gennaro De Stefano e Giovanni Amura per “L’Amica Geniale”.

leggi tutto
Senza categoria

Di Maio chiede il Conte Bis: Zingaretti prende tempo, il PD vorrebbe un Governo di “Svolta”

Avanti tutta sul nome di Giuseppe Conte per la guida del nuovo esecutivo giallo-rosso. Il Movimento Cinque stelle imprime un’accelerazione rischiosissima alla trattativa iniziata solo poche ore fa con l’incontro tra i capigruppo a Montecitorio. E lo fa attraverso il primo faccia a faccia tra i leader, Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti. Con il segretario Dem che non intende rompere ma gli replica seccamente che serve “un governo di Svolta, non per una questione personale, ma per rimarcare una necessaria discontinuità” con l’esecutivo giallo-verde. Che non sia rottura però lo si capisce dalla nota della segreteria di Zingaretti che conferma come Di Maio abbia posto una condizione sul nome di Giuseppe Conte ma definisce il colloquio “cordiale” rimandando ad un altro incontro “nelle prossime ore”. Secondo alcune fonti il leader M5s avrebbe chiesto una risposta veloce sul nome di Conte, al massimo 24 ore.

Secondo altre ci sarebbero spazi di mediazione ancora da approfondire. Serata ad altissima tensione, quindi. Che vedrà impegnati i Dem in una complessa discussione che alla velocità della luce è passata dal programma ai nomi. Naturalmente motore di questa accelerazione è stato Beppe Grillo che oggi si è manifestato ruvidamente proprio all’avvio di questa complicata trattativa. “Giuseppe Conte non si lancia in strambe affermazioni, mostra e dimostra un profondo senso di rispetto per le istituzioni, insieme ad una chiara pacatezza ricca di emozioni normali, senza disturbi della personalità. La politica è mediazione o mediocrizzazione?”, ha scritto Grillo sul suo blog. Un endorsement pesante che non poteva essere ignorato dal Movimento. Ma la trattativa è appena avviata e forse il nodo Conte potrebbe essere superato nelle prossime ore in un altro passaggio di questa stranissima crisi.

Incontro Pd-5s era partito bene – A dispetto delle previsioni pessimistiche dei detrattori e degli ostacoli che si frappongono al dialogo tra M5s e Pd, sembra partire senza intoppi la trattativa tra le due forze politiche per arrivare ad un’intesa che porti alla formazione di un nuovo governo. Al tavolo di confronto tra le delegazioni dei due partiti, guidate dai capigruppo parlamentari dei due schieramenti e, per il Pd, anche dal vicesegretario Andrea Orlando, è stata testata una prima volontà di intesa: sulle condizioni poste dai due interlocutori “non ci sono problemi insormontabili” tranquillizzano i due schieramenti. Il Pd ha posto la sua prima condizione: “Abbiamo chiesto al M5S che questa interlocuzione sia l’unica come condizione per affrontare gli ulteriori punti” mette in chiaro Orlando ricevendo le prime indirette rassicurazioni che fino a ieri non erano state esplicitate in modo diretto dal Movimento. “Non abbiamo tavoli con altre forze politiche. Questo è il tavolo principale” chiarisce il capogruppo M5s alla Camera, Francesco D’Uva e il senatore Andrea Marcucci, anche lui al tavolo come capogruppo dem, commenta soddisfatto: “E’ molto positivo che il M5s tenga aperto un solo forno”. Ora però i dem chiedono che la decisione venga formalizzata “in modo chiaro al capo dello Stato”. Da parte dei 5 Stelle le condizioni erano già state messe sul piatto: si discute a partire dal nodo del taglio dei parlamentari. “Abbiamo chiesto garanzie su questo” mettono in chiaro i pentastellati. E “noi siamo disponibili a un calendario rapido” su questa legge ha rassicurato il capogruppo dem alla, Graziano Delrio, subito dopo la riunione dei vertici che si è tenuta al Nazareno dove la delegazione Pd ha riferito a Nicola Zingaretti e al presidente Paolo Gentiloni l’esito del tavolo. Per il momento fonti 5 Stelle escludono contatti tra i leader dei due partiti nel week end ma il Pd ha già convocato i suoi domenica pomeriggio per lavorare ai tavoli tematici per scrivere “il programma del Governo di svolta”.

Il dialogo insomma è avviato nonostante diversi paletti arrivati a disturbare l’inizio del dialogo. La giornata si è infatti aperta con dure parole di Matteo Renzi contro l’ex Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, accusato di aver provato a far saltare l’intesa tra i due partiti facendo filtrare alla stampa la questione delle tre condizioni poste dal Nazareno al Movimento per una trattativa. Soffiando sul fuoco alzato dai 5 Stelle che contrastano l’accordo con i dem. Polemica smorzata da Zingaretti che ha subito smentito le ipotetiche mosse di Gentiloni. Ma anche nella squadra dei 5 Stelle i veleni continuano: torna in campo Alessandro Di Battista chiedendo di alzare il tiro della trattativa: non solo il taglio dei parlamentari ma anche il taglio delle concessioni autostradali ai Benetton. Parole apprezzate dal sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano: “Di Battista dice di alzare la posta? L’ho detto anche io. È chiaro che in questa fase siamo noi che dettiamo l’agenda necessariamente: i numeri in parlamento parlano chiaro”. Anche Luigi Di Maio sembra essere d’accordo: “Con Alessandro ci sentiamo sempre. È chiaro che il concetto espresso da lui non solo è legittimo ma sano in una democrazia”.

leggi tutto
Senza categoria

Benevento, scoppia un petardo inesploso mentre fa jogging: ferito a mani e gambe

Si è ferito con un petardo inesploso innescato, probabilmente, dalle alte temperature di questi giorni. E’ accaduto nella tarda serata di ieri, a Montefalcone di Valfortore. Mentre stava facendo jogging nel campo sportivo del paese, un operaio 47enne è stato travolto dall’esplosione, riportando ferite alle gambe e alla mano destra.

L’uomo è stato celermente soccorso e trasportato presso l’ospedale Rummo di Benevento, dove i sanitari hanno medicato le ferite. Non è chiaro il motivo per cui un petardo inesploso fosse nel campo sportivo: i carabinieri della stazione di Montefalcone hanno appurato che era stato lasciato lì in seguito allo spettacolo pirotecnico della sera precedente. Le indagini sono attualmente in corso.

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

leggi tutto
Senza categoria

Napoli: 24enne in scooter si schianta contro un cassonetto

Questa notte a Napoli un 24enne alla guida di uno scooter Yamaha Xenter 125 si è schiantato contro un cassonetto in Corso Amedeo di Savoia. Il giovane è morto sul colpo, mentre l’altra passeggera, sua coetanea, è stata ricoverata all’ospedale Cardarelli in prognosi riservata, ma il pericolo di vita sembra essere scongiurato. La ragazza in questione è Marta Capatortora, figlia dell’attrice Loredana Simioli, scomparsa lo scorso giugno.

La polizia municipale è a lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente che ha provocato l’ennesima morte su strada.

leggi tutto
Senza categoria

VIDEO | Incidente navale nel porto di Pozzuoli

Le raffiche di vento che da questa notte stanno interessando con particolare intensità sono foste le causa dell’incidente navale nel porto di Pozzuili.

La grande nave traghetto Medmar ha “strusciato” la LadyCarmela della Gestour provocando non pochi danni.

Un incidente le cui cause sono al vaglio, le cui perizie hanno rallentato il traffico nel porto causando ritardi anche ingenti.

leggi tutto
Inline