close
Cronaca

Patrimoni nascosti: Cave ed ex rifugi nel mirino della Corte dei Conti

cave ed ex rifugi
cave ed ex rifugi

Cave ed ex rifugi antiaerei nel mirino della Corte dei Conti. Richieste di risarcimento per 9 tra dirigenti e funzionari dell’agenzia del Demanio.

La Guardia di Finanza di Napoli ha stimato un danno alle casse pubbliche di 29 milioni di euro. Nell’indagine per l’uso indebito di beni demaniali da parte di enti privati si è scoperto che su 30 cave soltanto 3 presentavano regolare concessione (Napoli Sotterranea, Tunnel Borbonico, Parcheggio Morelli), ma ad un canone irrisorio rispetto all’effettivo valore del bene (9.700 euro annui per Napoli Sotterranea, 9.000 per il garage Morelli a fronte di un’indennità rideterminata di 209.000 euro annui).

Altre 27 cavità risultano occupate senza titolo, tra queste il cinema Metropolitan di Chiaia (con un’indennità annua di 366.000 euro) e il ristorante Il Ciclope di Posillipo.

Il pm Marco Catalano condanna la negligenza dei responsabili del danno – tra cui  i direttori del Demanio dal 2008 Cesare Sarchiapone, Roberto Di Giannantonio, Dario Di Girolamo, Edoardo Maggini -, che non hanno riscosso i canoni o scacciato gli occupanti abusivi.

 

Tags : Corte dei Continapoli

Leave a Response