lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeEventi"La cura" del Teatro Nuovo di Napoli: stagione 20192020

“La cura” del Teatro Nuovo di Napoli: stagione 2019\2020

Presentata la nuova stagione teatrale 2019\2020 del Teatro Nuovo di Napoli, con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato numerosi attori e registi che vedremo in scena l’anno prossimo.

A fare gli onori di casa, Francesco Somma (presidente del Teatro Pubblico Campano) e Alfredo Balsamo (direttore del Teatro Nuovo di Napoli) che hanno magistralmente presentato e introdotto il tema della prossima stagione teatrale: la cura.

Il presidente Somma ha preso per primo la parola:«Il teatro invecchia, ma a teatro non si invecchia». La stagione teatrale 2019\2020 del Teatro Nuovo di Napoli infatti si “prenderà cura” dei suoi spettatori, superando le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farli invecchiare, come dice Battiato in “La cura”, canzone citata dallo stesso presidente Somma.

Avere cura è perseguire un impegno con assiduità, è un atteggiamento premuroso nei confronti di qualcuno o qualcosa. La cura dunque non è solo uno slogan, ma un vero e proprio invito all’ascolto, all’attenzione, al sentire, alla visione delle cose, all’essere, al sogno, alla fantasia, alla magia, all’immaginazione, alla realtà…insomma al teatro!

Il direttore Alfredo Balsamo ha presentato il programma della stagione 2019\2020 del Teatro Nuovo di Napoli, aiutato dagli interventi di alcuni attori e registi, presenti in sala oppure attraverso simpatici video. Tra gli attori presenti, Isa Danieli ha dichiarato con gioia di sentirsi “come a casa”. L’attrice napoletana ha presentato con molta emozione lo spettacolo “Raccontami”, un reading che mette in scena il suo percorso di donna e di attrice.

Isa Danieli Teatro Nuovo
Conferenza stampa di presentazione della stagione 2019-2020 al Teatro Nuovo Napoli

Oltre a Isa Danieli, il cartellone della stagione teatrale 2019\2020 è ricco di nomi prestigiosi, tra cui Renato Carpentieri, Andrea Renzi, Ginestra Paladino, Gabriele Lavia. Inoltre numerosi volti di artisti torneranno sul palco del Teatro Nuovo, tra cui Giuseppe Battiston, Carlo Cecchi e Marco Paolini.

La stagione teatrale 2019\2020 al Teatro Nuovo di Napoli: La cura

La stagione teatrale prenderà il via con il prologo (fuori abbonamento), affidato al regista Pino Carbone, che porterà in scena “Assedio” (dal 10 al 13 ottobre), una riscrittura da Cyrano de Bergerac di Rostand e materiali raccolti sull’assedio di Sarajevo.

L’abbonamento al Teatro Nuovo prevede nove spettacoli fissi, più due o cinque a scelta fra quelli in opzione. I nove spettacoli fissi sono:

  • “Le braci”, con Renato Carpentieri, in scena dal 23 al 27 ottobre
  • “Il tempo è veleno” dello scrittore e attore Tony Laudadio, con la regia di Francesco Saponaro e con Andrea Renzi. La commedia amara e malinconica che mette in campo tre diverse generazioni sarà in scena dal 6 al 10 novembre
  • “Orson Welles Roast”, dal 14 al 17 novembre, con Giuseppe Battiston, vincitore di ben tre premi per la sua interpretazione del regista e attore statunitense
  • “Le regole per vivere”, una divertente commedia, con la regia di Antonio Zavatteri, che nasce dalla teoria cognitivo-comportamentale. Dall’11 al 15 dicembre il palco del Teatro Nuovo diventerà per gli attori un vero e proprio campo di gioco
  • “Riccardo 3. L’avversario”, di Francesco Niccolini, liberamente ispirato al Riccardo III di William Shakespeare, dal 22 al 26 gennaio, con la regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi
  • “Ritratto di Dora M.”, con la regia di Francesco Frongia. L’attrice Ginestra Paladino dal 19 al 23 febbraio metterà in scena la vita della fotografa e amante di Picasso
  • “I ragazzi che si amano”, di e con Gabriele Lavia, ispirato alle poesie di Jacques Prévert, in scena dal 4 all’8 marzo
  • “Dolore sotto chiave” e “Sik Sik l’artefice magico”, di Eduardo De Filippo, con Carlo Cecchi, dall’11 al 15 marzo
  • “Filo Filò” di e con Marco Paolini, spettacolo particolarmente adatto al mondo della scuola, in scena dal 16 al 19 aprile
I cinque spettacoli a scelta sono:
  • “Mittelmeer”, spettacolo di danza che, pur essendo tra quelli a scelta, aprirà la stagione teatrale. Con le coreografia di Susanne Linke, lo spettacolo, basato sul concept del Mediterraneo, andrà in scena il 19 e il 20 ottobre
  • “Patrizio VS Oliva”, con Patrizio Oliva, da “Sparviero – la mia storia” di Patrizio Oliva e Fabio Rocco, dal 29 novembre al 1 dicembre
  • “Malacrescita” con Mimmo Borrelli che racconta con la sua lingua popolare e letteraria la storia di Maria Sibilla Ascione, dal 10 al 12 gennaio
  • “Una notte sbagliata”, di Marco Baliani dal 28 febbraio al 1 marzo
  • “Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Samsa”, ballerino immaginario omonimo de “La Metamorfosi” di Franz Kafka. In occasione dello spettacolo, in scena dal 2 al 5 aprile, nell’ambito di un progetto condiviso con il Museo Madre, il Teatro Pubblico Campano promuoverà uno stage a cura di Eugenio Barba, con l’aiuto di Rosalba Ruggieri

Ad arricchire la stagione teatrale, il Teatro Nuovo “si prenderà cura” anche del Natale del suo pubblico con “Raccontami”, con Isa Danieli, in scena dal 26 al 29 dicembre

 

Storie e Memorie

Altri tre spettacoli occupano una sezione a parte del cartellone del 2019\2020 del Teatro Nuovo:

  • “Berlino, cronache del muro. Le vicende che hanno segnato la storia”, con Ezio Mauro, ex direttore de La Repubblica, in scena il 21 novembre
  • “Quando la vita ti viene a trovare. Dialogo tra Seneca e Lucrezio”, tratto dall’omonimo libro del latinista Ivano Dionigi. Lo spettacolo con Enzo Vetrano e Stefano Randisi andrà in scena il 5 dicembre
  • “Kohlhaas” di Marco Baliani, spettacolo ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto nella Germania del 1500, in scena il 27 febbraio

 

La cura del Teatro Nuovo al mondo della scuola: La rete dell’immaginario

Durante la conferenza stampa, il direttore Balsamo ha più volte sottolineato l’importanza dell’attenzione e della cura che il Teatro Nuovo rivolge ai più giovani. Oltre ai già citati spettacoli “Berlino, cronache dal muro”, “Quando la vita ti viene a trovare” e “Riccardo 3. L’avversario”, la diciannovesima rassegna teatrale per le scuole superiori prevede “Corpo di stato”, “Lenòr” e “Apologia di Socrate”.

La proposta artistica del Teatro Nuovo di Napoli inoltre estenderà lo sguardo sulla danza contemporanea proponendo “Quelli della Danza 2020” (“Linguaggi della danza contemporanea” dal 18 al 22 marzo), la terza edizione della rassegna “Monday dance – I lunedì della danza” e l’appuntamento con “La poetica del Tango”, a cura di Adriano Mauriello.

Sono da ricordare anche gli appuntamenti con “Stand up comedy”, con la terza edizione della rassegna di satira e nuova comicità e la quarta rassegna “Nuovo Suono Giovane”, della quale sarà protagonista la musica.

Insomma non resta che “lasciarsi curare” da questa ricca stagione teatrale del Teatro Nuovo di Napoli.

RELATED ARTICLES

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Most Popular

Recent Comments