close
Scuola e dintorni

Ritorno a scuola in Campania: tra disagi e plastic free

ritorno a scuola in Campania

In Campania, gli studenti che oggi hanno iniziato la scuola sono in totale più di 144.000. La Regione è pronta al nuovo anno scolastico?

Sono numerose le problematiche dell’imminente ritorno a scuola in Campania, primo tra tutti la mancanza di docenti di sostegno: ne servirebbero 10.000 in tutta la regione. La notizia comunque potrebbe essere positiva per chi ha la specializzazione di sostegno e aspetta di essere convocato.

Altra questione da risolvere per la Regione Campania è la manutenzione del verde all’interno dei vari istituti. L’assessore Giovanni Pagano della Municipalità 8 di Napoli, la più verde, ha affermato:

«Le erbacce sono ben oltre l’altezza dei bambini e in esse parassiti che vi trovano rifugio. Abbiamo richiesto almeno interventi celeri per il nido Fata Colorella e per le scuole Monterosa e  Carafa-Salvemini».

Il presidente della prima Municipalità, Francesco De Giovanni, ha invece garantito un intervento di decespugliamento entro venerdì per le scuole Viviani e Poerio. Sarà la Napoli Servizi ad effettuare tali pulizie e a rendere più sicure e agibili le scuole napoletane.

La situazione del Madonna Assunta di Bagnoli

Un’ altra urgenza alla quale dover far fronte colpisce l’istituto comprensivo Madonna Assunta di Bagnoli. Durante l’estate infatti l’istituto è stato derubato almeno 7 volte e ad oggi mancano ancora circa 100 banchi e 100 sedie. La dirigente Rosanna Cassese darà il via al nuovo anno scolastico con un’inevitabile rotazione delle classi, in attesa di poter risolvere il problema. La dirigente Cassese inoltre afferma:

«Ci sono sedie e banchi disponibili nelle scuole limitrofe che hanno avuto un calo di iscritti. Mi auguro che la Municipalità 10 si attivi per portarli da noi, così da non dare ai bambini l’ennesimo disagio».

L’istituto Madonna Assunta ha numerosi ed eccellenti progetti di accoglienza per disabili, infatti ne conta un’altissima percentuale. Sono circa una dozzina i docenti di sostegno che ancora mancano solo in quell’istituto.

Ritorno a scuola in Campania: non solo problematiche

Grazie al metodo dell’assessore all’istruzione Annamaria Palmieri, la refezione scolastica in Campania è efficace. Essa partirà dal primo ottobre poiché è stata ottenuta una proroga del contratto con la ditta affidataria. A dicembre poi ci sarà la nuova aggiudicazione della gara.

L’assessore Palmieri lancia inoltre un’altra sfida: iniziare l’anno all’insegna del “plastic free”:

«Con l’amministrazione comunale, ABC e altri assessorati avvieremo azioni di salvaguardia ambientale e riduzione dell’uso delle plastiche. In autunno ci saranno interventi sul tema “Acqua Bene Comune”, facendo anche dono di borracce eco-compatibili agli alunni delle scuole partecipanti».

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : 10settembrecampaniascuola
Sabrina Corbo

The author Sabrina Corbo

Leave a Response

Inline