close
Cultura

Ricomincio dai Libri: scommessa vinta nei Quartieri Spagnoli

Ricomincio dai Libri alla Foqus. Ph. Angelo Orefice.

Bilancio positivo per Ricomincio dai Libri, che si prende cura di Napoli e la inonda di letteratura, ricominciando proprio dai Quartieri Spagnoli.

Si è conclusa lo scorso weekend la sesta edizione di Ricomincio dai Libri, la fiera del libro, completamente gratuita, che quest’anno si è svolta dal 4 al 6 ottobre presso la Fondazione Foqus.

La manifestazione è stata un successo, un caleidoscopio di parole, volti, colori, suoni, attorno ad un tema comune: il prendersi cura, inteso nelle sue diverse declinazioni. Innanzitutto, prendersi cura del luogo. A questo proposito, la scelta della location non è stata casuale (ve ne abbiamo parlato qui). Infatti, attraverso le sue tantissime iniziative, la Fondazione Foqus si pone da tempo l’obiettivo di riqualificare un’area notoriamente problematica della città di Napoli, dove è alto il tasso di abbandono scolastico e altrettanto elevato quello della criminalità. Cosa possiamo dire alla fine di questa rassegna letteraria? Decisamente una vittoria per la cultura e, soprattutto, per i Quartieri Spagnoli, questa strana periferia cittadina al centro della città.

Riteniamo che sia dovere di ognuno” – scrive il direttore artistico di RdL, Lorenzo Marone, “sensibilizzare sulle storture e le ingiustizie del mondo. In tal senso abbiamo deciso di parlare in questa edizione di ‘cura’; prendersi cura del prossimo, di chi ci è vicino, di chi è visto, ahimè, come uno ‘straniero’, cura per sé stessi, e per l’ambiente, la vera grande sfida che attende questa generazione. […] ‘Prendiamoci cura’ è il tema della nostra fiera, dovrebbe essere invece il motto di una società diversa, di un nuovo modo di pensare, di vivere il quotidiano.”

Una scommessa vinta

C’è chi pensava che portare un grande evento come una fiera del libro ai Quartieri Spagnoli fosse un azzardo, una scommessa persa in partenza. Eppure l’affluenza registrata sembra dimostrare l’esatto contrario. Una rassegna culturale con oltre 100 eventi – tra cui dibattiti, incontri e presentazioni letterarie – 19 autori emergenti, 40 editori in esposizione e tante associazioni che, con i loro laboratori ed eventi, hanno arricchito ancora di più un programma davvero interessante.

Con i big…

Già, perché la sezione Big della kermesse è stata di alto livello e ha messo in evidenza tematiche trasversali, tutte connesse con il prendersi cura. Tra i grandi ospiti della manifestazione letteraria, venerdì si è cominciato con Antonella Cilento, che è stata impegnata in una conversazione sul ruolo della scrittura e della creatività.

Nel suo intervento, Federico Pace (Scintille, Einaudi Super ET) ha sottolineato l’importanza di ‘allargare’ il nostro tempo per viverlo pienamente, di “uscire dall’ego” per raggiungere gli altri, spiegando, in questo modo, il fil rouge che sostiene Scintille ma suggerendo anche una pratica da applicare quotidianamente per ‘prendendoci cura’ degli altri. Lo stesso De Crescenzo – a cui la rassegna è stata, in qualche modo, dedicata, in “32 dicembre”, ha riflettuto sul tempo suggerendo che, per affrontare bene la vita, il tempo non andrebbe esteso ma allargato.

…un weekend ‘da leoni’

Tra sabato e domenica, molti altri sono stati i protagonisti indiscussi di Ricomincio dai Libri. Tra questi, Matteo Cerri (La cura del freddo), Fabio Geda (Una domenica), Ilaria Gaspari (Lezioni di felicità). Si è, poi, lasciato spazio alla discussione sul prendersi cura dell’altro in rapporto al fenomeno della migrazione, con autori del calibro di Cristina Cattaneo (Naufraghi senza volto) e Marco Rizzo (A casa nostra. Cronaca da Riace), i quali hanno portato a RdL le proprie esperienze sul campo.

Ricomincio dai Libri ha ospitato anche Vauro Senesi (Dio è tornata), famoso vignettista questa volta impegnato come romanziere, Viola Ardone (Il treno dei bambini), Ernesto Galli della Loggia (L’aula vuota), Valentina Farinaccio (Quel giorno). Non è mancato il finalista del premio Campiello Giulio Cavalli (Carnaio) e nemmeno Nello Trocchia che, dialogando con Sandro Ruotolo, ha presentato a RdL il libro con il quale ha portato alla luce i segreti del clan dei Casamonica (Casamonica. Viaggio nel mondo parallelo dl clan che ha conquistato Roma). Il compito di chiudere il sipario, dopo una tre giorni di grande cultura, è stato affidato a Maurizio De Giovanni, il quale ha presentato il suo libro Dodici rose a settembre.

Prendiamoci cura…dell’ambiente

Rispetto alla questione ambientale, la fiera è iniziata con un incontro sul caso Chernobyl. Un interessante dibattito che ha coinvolto Francesca Gorzanelli, fotografa e autrice della mostra fotografica, esposta alla fiera, “Diario di un viaggio a Chernobyl”, e Stefania Divertito, giornalista ambientale e autrice del libro “La verità su Chernobyl”, in uscita ad ottobre per Sperling&Kupfer.

Ospite d’onore, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha partecipato alla fiera domenica mattina. Questa manifestazione, infatti, ha avuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, grazie alla scelta degli organizzatori di rendere Ricomincio dai Libri una fiera completamente plastic free. “Plastic free non ha anche un forte valore simbolico?” – si chiede e ci chiede retoricamente il Ministro Costa durante il suo intervento, conversando con Giuseppe Carboni, direttore del Tg1 – “Non vuol dire costruire una famiglia come un player della tutela dell’ambiente? […] Oggi ognuno di noi è un attore principale del cambiamento.”

Il tributo a De Crescenzo

L’intera manifestazione è stata una forma di tributo a Luciano De Crescenzo, lo si è visto anche semplicemente facendo attenzione ai nomi delle sale: Cavalluccio Rosso, Dottor Cazzaniga, Luigino il Poeta, Don Armando, Rachelina e, infine, Bellavista.

Davvero emozionante, poi, l’incontro di sabato sera a cura di Pino Imperatore intitolato “Così parlò De Crescenzo”, dedicato proprio a Luciano De Crescenzo. Durante l’incontro, il pubblico ha potuto assistere ad una frizzante discussione tra i tre ospiti della serata: Giuseppe Ferraro, docente di filosofia morale presso l’Università “Federico II”, Benedetto Casillo, il famoso vice sostituto portiere in “Così parlò Bellavista”, e Gerardo Scala, o “Luigino il poeta”, che, per l’occasione, ha anche interpretato alcune poesie.

I laboratori di RdL

A Ricomincio dai Libri si promuovono sapere e cultura anche attraverso laboratori, letture animante e incontri a tema per bambini e ragazzi, così da alimentare nelle nuove generazioni la curiosità e la passione per i libri. In questa sesta edizione, una decina i laboratori per i più piccoli, a cura di diverse associazioni, tra le quali Nati per Leggere, Parole Alate, Lib(e)ri per crescere, A.P.S. Evviva, A.P.S. La voce di tutti e A.P.S. Re-Start, l’Associazione Annalisa Durante.

Oltre alle attività per i più piccoli, grazie alla consolidata collaborazione con la Scuola Italiana di Comix sono stati proposti due laboratori: uno di fumettistica per “junior” (8-13 anni) e uno di sceneggiatura per i “senior” (dai 16 anni). Tuttavia, uno dei momenti più coinvolgenti per i bambini (e non!) è stato l’incontro con Geronimo Stilton, protagonista di un incontro durante il quale, attraverso la lettura, si è cercato di sensibilizzare i più piccoli al rispetto per la natura.

Parole, Immagini & Emozioni

Diversi i momenti dedicati alle “attività esperienziali”, alla scrittura introspettiva e alle tecniche narrative, ma anche laboratori dedicati alla scrittura drammaturgica e all’editoria, come quelli condotti da Lalineascritta, a cura di Antonella Cilento. Oltre a “Diario di un viaggio a Chernobyl” – di cui vi abbiamo già parlato – in esposizione durante Ricomincio dai Libri anche la mostra “Words”, con una selezione di fotografie a cura di Luisa Menazzi Moretti, e “Con gli occhi di medici senza frontiere“, a cura di Medici Senza Frontiere.

E per il prossimo appuntamento?

La sesta edizione di Ricomincio dai libri si è conclusa da meno di una settimana, ma non si può fare a meno di interrogarsi già sulla settima. Per tutte le informazioni e i contatti – ma anche per un vedere con i vostri occhi, attraverso un bellissimo racconto fotografico, cosa è successo lo scorso weekend a RdL – potete consultare il sito ufficiale della fiera.

 

Foto in copertina gentilmente concessa dal fotografo Angelo Orefice.

Tags : librinapolirdl
Anna Gallo

The author Anna Gallo

Leave a Response