close
CulturaEventi

Il San Carlo riparte da piazza del Plebiscito: si inizia con la Tosca

Piazza del Plebiscito, Napoli. Ph. Fabrizio Grossi.

Il Teatro San Carlo riparte da piazza del Plebiscito con tre spettacoli eccezionali. Dal 23 al 31 luglio uno scenario insolito per Tosca, Aida e Sinfonia n.9 di Beethoven.

Dopo la chiusura a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19, il Teatro San Carlo riparte questa estate. Lo fa da piazza del Plebiscito che, con il Palazzo Reale sullo sfondo, si trasformerà per l’occasione in un vero teatro a cielo aperto. Sulla scenografia dell’imponente quanto incantevole piazza forse più iconica di Napoli, il programma di opere liriche in versione concertistica del San Carlo partirà il 23 luglio con la prima della Tosca di Puccini, dedicata al personale medico-sanitario impegnato in prima linea nell’emergenza. Il progetto “Regione Lirica” includerà anche l’Aida di Verdi e la Nona Sinfonia di Beethoven.

Agli spettacoli potrà accedere una platea di 1000 persone al massimo. Rigorose, infatti, le norme di sicurezza anti-contagio da rispettare per gli eventi in piazza. Tuttavia, queste limitazioni, per un verso, contribuiscono a rendere maestoso il palco destinato agli eventi en plein air del San Carlo. Con i suoi 1500 mq distribuiti su sette livelli, il palcoscenico progettato per gli spettacoli in piazza del Plebiscito permetterà di rispettare in piena sicurezza il distanziamento sociale anche tra gli artisti, il coro e i membri dell’orchestra. In tutto, almeno 200 persone.

Il programma

Nella particolarissima cornice di piazza Plebiscito le opere saranno eseguite in forma di concerto.

Sarà la Tosca di Giacomo Puccini a dare il via al teatro all’aperto, con due spettacoli in programma per giovedì 23 e domenica 26 luglio. La prima sarà «dedicata a medici, infermieri ed operatori sanitari», come si legge nella comunicazione del Teatro partenopeo. Tosca avrà la voce della celebre Anna Netrebko, affiancata da Yusif Eyvazov (Caravadossi) e Ludovic Tézier (Scarpia), con la direzione di Juraj Valčuha.

Martedì 28 e venerdì 31 luglio sarà la volta dell’Aida di Giuseppe Verdi, interpretata dal Soprano Anna Pirozzi, affiancata da Jonas Kaufmann (Radames), Anita Rachvelishvili (Amneris), Claudio Sgura (Amonasro) e Roberto Tagliavini (Ramfis).

Giovedì 30 luglio, invece, sarà eseguita la Sinfonia n.9 in re minore di Ludwig van Beethoven, con il suo famoso “Inno alla gioia”, diventato anche l’inno dell’Unione Europea. A dirigere l’orchestra e il coro del San Carlo il maestro Juraj Valčuha, mentre l’opera sarà interpretata dal Soprano Maria Agresta, dal Mezzosoprano Daniela Barcellona, dal Tenore Antonio Poli e dal Basso Roberto Tagliavini. Quest’ultimo spettacolo potrebbe essere anche trasmesso in Eurovisione, per simboleggiare la rinascita della città e del Teatro dopo la chiusura forzata.

Le novità, però, non si fermano qui. Come ha spiegato Stephan Lissner, si sta lavorando ad una piattaforma digitale altamente tecnologica non solo per lo streaming, ma anche per rendere «il teatro produttore di se stesso per portare gli spettacoli nei cinema, nelle scuole, nei quartieri più difficili». Il Teatro sta lavorando al progetto in collaborazione con l’Università Federico II e con Luigi Nicolais, con l’obiettivo di riuscire a diffondere i suoi spettacoli e le sue iniziative culturali in tutto il mondo, massimizzandone la fruizione.

La stagione 2020/2021

Durante la conferenza stampa che ha annunciato il progetto “Regione Lirica”, è stata confermata anche l’apertura della prossima stagione, anche se restano da definire ancora i dettagli logistici, come il numero di spettatori ammessi all’interno del teatro.

Il sipario si alzerà il 4 dicembre 2020 con la Bohème di Giacomo Puccini, diretta da Emma Dante, con l’interpretazione di Selene Zanetti per Mimì. Dirigerà l’orchestra del San Carlo il direttore musicale Juraj Valčuha, con le coreografie di Sandromaria Campagna, e con il coro di voci bianche diretto da Stefania Rinaldi.

Il programma include 12 titoli d’opera di cui 7 italiani, 5 di balletto e 17 concerti. Una stagione ricca, che darà spazio a giovani talenti, ma che accoglierà anche artisti di livello internazionale, alcuni dei quali per la prima volta al San Carlo. Il programma e i dettagli sulla stagione 2020/2021 del San Carlo sono disponibili sul sito ufficiale del teatro.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : napoliPiazzaPlebiscitoSanCarlo
Anna Gallo

The author Anna Gallo

Leave a Response