close
CulturaEventi

Ethnos Gener/Azioni: cinema, musica, teatro, danza e arti visive a San Giorgio a Cremano

La città di San Giorgio a Cremano accoglie sabato 12 e domenica 13 settembre giovani artisti, musicisti, danzatori e performer da varie parti d’Italia per le serate finali di Ethnos GenerAzioni. Il contest rivolto agli artisti under 35 che anticipa la XXV edizione di Ethnos – Festival internazionale di musica etnica.

In due tra le più affascinanti ville vesuviane del Miglio d’Oro – Villa Vannucchi Villa Bruno –  per due giorni si alterneranno in diverse esibizioni i finalisti del contest promosso e organizzato da La Bazzarra per il festival diretto da Gigi Di Luca e realizzato con il sostegno della Città Metropolitana di Napoli e del Comune di San Giorgio a Cremano.

In un periodo di grande incertezza per la musica dal vivo, l’arte e gli spettacoli, dovuta all’emergenza Covid-19 il festival Ethnos – che quest’anno celebra i suoi 25 anni di attività – offre l’opportunità di esibirsi su un palco prestigioso e riconosciuto a performer, gruppi e compagnie che legano la propria creatività e i loro progetti a tematiche improntate sul dialogo tra le culture, sulla sperimentazione e sulla contaminazione. Presentando progetti e lavori artistici che rileggono in chiave contemporanea ed originale il mondo delle tradizioni popolari. GenerAzioni, inoltre, offre la possibilità di vincere un premio di 500 euro per promuovere la propria attività artistica.

A differenza della passata edizione, quest’anno il contest ha ampliato il suo raggio d’azione presentando ben 5 categorie: oltre alla musica il concorso si estende, infatti, anche al teatro, al cinema, alla danza e all’ arte visiva.

Tra le oltre 100 proposte giunte da tutt’Italia, un’apposita commissione formata dal direttore artistico del festival, da giornalisti ed esperti di settore ha visionato il materiale pervenuto selezionando 4 proposte per la sezione musica, 2 per il cinema e 3 proposte per le sezioni teatro e danza. Oltre a decretare la proposta vincitrice per la sezione di arte visiva: Valentina Galluccio in arte Vaga, autrice di Dadirri.

I finalisti prenderanno parte alla fase live che inizierà sabato 12 settembre a Villa Vannucchi a San Giorgio Cremano, alle ore 20 per le categorie di musica e cinema.

Per la musica in scena La Répétition – Orchestra Senza Confini guidata da Claudio Prima di Banda Adriatica (vincitori del premio Quarterly Critics\Choice della German Record Critics Award come miglior disco di musica world),  Hartmann, (gruppo fondato da Daniele Apicella alle percussioni e Carlo Roselli),  Djelem Do Mar (produzione al femminile costruita e pensata dalle band leaders Fabia Salvucci, collaboratrice di Tosca  e Sara Marini, già finalista alla Targa Tenco) e  Davide Ambrogio (cantante e polistrumentista calabrese classe 1990).

Per la sezione cinema, invece, verranno proiettati i due lavori finalisti “La Napoli di mio padre” di Alessia Bottone e “Tropea’s Stories” realizzata dagli studenti dell’Istituto Istruzione Superiore “Galluppi” di Tropea.

Domenica 13 settembre la giornata si aprirà nella biblioteca di Villa Bruno alle 11 con un workshop incentrato sul mercato della world music in Europa e sul mondo della creatività giovanile, al quale prenderanno parte i gruppi musicali selezionati e alcuni membri della giuria tecnica.

Alle ore 18 sulla terrazza di Villa Bruno ci sarà il laboratorio per bambini “L’arte non metterla da parte”, musica e ritmo condotto dal percussionista Francesco Manna.

In serata, dalle 19.30 alle Fonderie Righetti di Villa Bruno, si terrà la finale della categoria teatro con le esibizioni di Demiurgo con lo spettacolo “La Pagella”, Wael Habib con lo spettacolo “Una Storia Infinita” e Fucina Zero in scena con “Cucina Buona In Tempi Cattivi”.

Per la categoria danza, infine, si esibiranno Amina ArenaBollywood Dance Aishanti Company e Sinerdance Company.

Entrambe le serate saranno presentate dalla giornalista e conduttrice radiofonica Giuliana Galasso e anticiperanno la XXV edizione di Ethnos – Festival internazionale di musica etnica in programma dal 25 settembre al 4 ottobre 2020 nei comuni di San Giorgio a Cremano, Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.

«Oltre il dialogo tra le culture, Ethnos Generazioni si è posto l’obiettivo di dialogare con la generazione immensa e bellissima di artisti under 35 sostenendoli e dandogli l’opportunità di confrontarsi» sottolinea il direttore artistico Gigi Di Luca. «Non solo musica ma l’apertura al teatro, alla danza, al cinema e all’arte visiva chi ha dato ragione per l’ampia partecipazione di gruppi, compagnie, artisti singoli da tutta Italia. È molto importante, oggi più che mai, dare spazio lavorativamente e socialmente a giovani che credono e si impegnano nell’arte come mezzo di diffusione di bellezza e benessere, come elevazione culturale individuale e collettiva».

Ethnos è una manifestazione artistico-culturale ideata per promuovere la conoscenza delle “culture e arti del mondo” e la valorizzazione dei beni materiali e immateriali delle città vesuviane, esaltandone le peculiarità attraverso la programmazione di spettacoli e performance che incrociano culture popolari, ricerca, nuove produzioni. Nato nel 1995 con l’intento di recuperare le tradizioni popolari dell’area vesuviana, nel corso degli anni il festival ha allargato il suo raggio di azione, diventando uno dei maggiori appuntamenti dedicati alla world music italiani. La kermesse ha, inoltre, sviluppato progetti collaterali come Ethnos per le Scuole, il Premio Ethnos, e azioni artistiche multidisciplinari affermando la sua natura di grande evento.

Tra gli artisti che si sono esibiti al festival Ethnos nel corso di questi 25 anni: Miriam Makeba, Gilberto Gil, Mercedes Sosa, Rokia Traorè, Ryūichi Sakamoto, Khaled, Dulce Pontes, Buena Vista Social Club, The Cheftains, Bombino, Oumou Sangaré, Fatumata Diawara. Oltre a grandi nomi del panorama musicale italiano come Ivano Fossati, Angelo Branduardi, Enzo Avitabile, Vinicio Capossela, Teresa De Sio, Mauro Pagani, Eugenio Bennato, Elena Ledda, Moni Ovadia, Nuova Compagnia di Canto Popolare, solo per citarne alcuni.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti disponibili, prenotazione obbligatoria su Eventbrite.

Leave a Response