close
Cronaca

Rider rapinato a Napoli, bloccati i soldi della raccolta fondi

Gli 11.000 euro raccolti per ricomprare lo scooter a Gianni Lanciato, il rider picchiato e derubato del mezzo a calata Capodichino qualche giorno fa, sono stati bloccati da GoFundMe. La piattaforma di crowdfunding starebbe facendo accertamenti sulla colletta.

Nei giorni scorsi, sono emersi alcuni elementi che hanno fatto riflettere. Il primo è che è sostanzialmente venuto a mancare l’obiettivo della raccolta, poiché la Polizia ha ritrovato lo scooter. Il secondo punto riguarda il comportamento del promotore della colletta. E’ Vincenzo Perrella, titolare di una agenzia di viaggi a Casalnuovo. Qualche giorno fa ha fatto una sorta di improvvisata conferenza stampa per raccontare dei soldi al rider. Si è fatto trovare insieme ad altre persone note nell’ambiente neomelodico, Vincenzo Galasso e Giorgio Mascitelli. Poi è uscito una sorta di comunicato stampa che sa di autosponsorizzazione:

Vincenzo Perrella, agente di viaggio di Casalnuovo di Napoli, da sempre immerso nel sociale attraverso la piattaforma gofundme.com, con obiettivo 5000€, in poche ore ha doppiato e superato l’importo prefissato. Il gran cuore dei napoletani ha permesso che la cifra lievitasse minuto dopo minuto come determinante è stata la donazione di 2.500 euro effettuata dal terzino esterno della Lazio Mohamed Fares. Alla notizia dell’importo totalizzato, Gianni ha deciso non solo di perdonare i 6 ragazzi del folle gesto ma di devolvere metà dell’importo alla Fondazione Cannavaro Ferrara e di dare una mano a quei giovani che si sentono abbandonati a loro stessi senza futuro o meta da raggiungere.

Gianni ha effettivamente manifestato l’intenzione di voler rifiutare la somma di denaro. La Polizia ha ritrovato lo scooter e ora Gianni riuscirà forse ad avere anche un posto di lavoro. Il rapinato ha manifestato l’intenzione di non volere più quel denaro. I soldi quindi non possono finire nella disponibilità del promotore della colletta, seppur per altri fini benefici. E’ possibile che le cifre, piccole o grandi, tornino a chi con generosità ha donato per aiutare Gianni.

Tags : gianninapolirider

Leave a Response