close
Cultura

Pio Monte della Misericordia: una nuova luce per Caravaggio grazie alla realtà aumentata

Una nuova luce per Caravaggio: al pio Monte della Misericordia inizieranno le visite guidate attraverso la realtà aumentata.

Un nuovo progetto impreziosisce le visite guidate al Pio Monte della Misericordia. Grazie alla start up AR Tour, sarà possibile ammirare il dipinto di Caravaggio sulle 7 opere di misericordia attraverso la realtà aumentata. Oggi la preview per la stampa, dal 13 luglio apriranno ufficialmente al pubblico i tour con questa nuova esclusiva tecnologia.

Pio Monte Misericordia
Conferenza stampa per la presentazione di “Caravaggio, una nuova luce”, al Pio Monte della Misericordia

La conferenza stampa di oggi si è tenuta presso la meravigliosa cappella del Pio Monte della Misericordia, durante la quale è intervenuto Alessandro Pasca di Magliano, Soprintendente del Pio Monte. Ecco la sua dichiarazione:

«La realtà del Pio Monte della Misericordia ha più di 400 anni. Siamo una realtà anziana, ma sempre pronta e attenta all’innovazione e all’esercizio delle opere di misericordia. Siamo un’istituzione secolare che non rinuncia ad utilizzare le più moderne tecnologie. Grazie ai nuovi occhiali 3D, i visitatori potranno vedere con i loro occhi come è nato il Pio Monte, quali bellezze custodisce e avere tutte le informazioni aggiuntive che desiderano».

In effetti il tipo di occhiali 3D è di ultimissima generazione. Non bisogna infatti immaginare il modello con lenti scure, come quelli del cinema. Sono occhiali con lenti trasparenti che permettono di godere sia di ciò che circonda lo spettatore, sia dei particolari in 3D mostrati dagli occhiali.

occhiali 3D
I nuovi occhiali 3D per il nuovo tour in realtà aumentata al Pio Monte della Misericordia

 

ph. Sabato Gianmarco De Cicco

Presente alla conferenza di oggi, anche Ludovico Solima, professore ordinario di di Management delle imprese culturali presso l’Università Vanvitelli:

«L’adozione di nuove forme di storytelling, come quelle degli occhiali 3D, consente di proporre una narrazione molto coinvolgente. Attraverso essa si racconta non solo il capolavoro del Caravaggio, ma anche le altre opere della Cappella. Inoltre, sono ricordate anche le finalità dell’Ente, ricordando agli utenti che l’arte, in questo caso, è a servizio del bene comune».

AR Tour al Pio Monte della Misericordia

La scelta del Pio Monte si è indirizzata nella realizzazione di un soggetto e un testo narrativo finalizzato a ricreare l’atmosfera del Seicento e spiegare la nascita dell’Istituzione. Una ricostruzione storica, attenta e particolareggiata, a tutti gli effetti.

Indossando gli occhiali 3D, il visitatore è immediatamente calato nell’epoca e accompagnato nella visita della Cappella del Pio Monte da un protagonista d’eccezione. L’ologramma di Giovan Battista Manso, uno dei primi governatori del Pio Monte, apparirà sulle lenti degli occhiali 3D. Egli, interpretato dall’attore Peppe Celentano, farà poi da cicerone allo spettatore.

Un frame della prima parte del tour virtuale al Pio Monte della Misericordia

Maurizio Burale è il responsabile dei progetti culturali del Pio Monte ed è lui che si è occupato della stesura della sceneggiatura. Anch’egli era presente oggi all’anteprima per la stampa:

«La sceneggiatura si divide in 2 parti. Nella prima Manso ci guida alla scoperta del contesto della città di Napoli. Capiamo così perché era necessaria la fondazione di un’Istituzione come quella del Pio Monte. Infatti, il contesto della Napoli del ‘600 è indubbiamente bello e ricco di cultura; ma è anche disastroso a causa della guerra, della pestilenza e dei terremoti dovuti all’attività vulcanica del Vesuvio. (…) Quando Caravaggio arriva a Napoli, gli viene commissionato per 400 ducati l’abbellimento della cappella del Pio Monte. Egli deve descrivere le sette opere di misericordia».

La seconda parte della sceneggiatura consiste infatti proprio nel mettere in risalto alcuni personaggi del quadro di Caravaggio. Burale continua poi a spiegare:

«Al termine della spiegazione dei dipinti della cappella, Manso poi finge di congedarsi dallo spettatore. Dopo pochi secondi torna e invita lo spettatore a vedere quelle che per lui sono “le strambe opere d’arte moderna e contemporanea nella Quadreria al piano di sopra”. Mi sono quindi divertito ad immaginare cosa avrebbe potuto pensare un uomo del ‘600 nel vedere le opere più moderne».

Ad affiancare Peppe Celentano saranno altri due attori: Gennaro Monti e Massimo Masiello. I due interpreteranno rispettivamente l’Archiviario e Caravaggio e appariranno sugli occhiali 3D sempre sottoforma di ologrammi.

Un frame del AR Tour al Pio Monte della Misericordia: Caravaggio e Giovan Battista Manso

Le finalità benefiche del Pio Monte della Misericordia

La visita guidata in realtà aumentata ha una durata di circa 20 minuti. Il servizio prevede un costo di noleggio per gli occhiali 3D di 5 euro. Nel pieno rispetto delle norme anti Covid,  essi saranno opportunamente igienizzati dopo ogni utilizzo e gli auricolari sono monouso. Inoltre bisogna pagare anche il prezzo del biglietto (intero € 8,00; ridotto € 6,00 per minori di 25 anni e gruppi superiori a 15 persone; ridotto € 4,00 con Arte Card).

Il tour in realtà aumentata ricorda anche le finalità benefiche del Pio Monte della Misericordia. Infatti solo il 20% del prezzo è dedicato alla parte storica artistica. Il restante 80% è dedicato ad opere di beneficenza, che tutt’oggi la secolare istituzione del Pio Monte della Misericordia continua a compiere.

Per conoscere le iniziative del Pio Monte clicca qui oppure esplora direttamente il loro sito!

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : AR TourCaravaggionapolipio monte della misericordia
Sabrina Corbo

The author Sabrina Corbo