close
CronacaCultura

Paolo Borsellino: 29 anni fa la strage, il grido di verità ed il dovere di fare memoria

????????????????????????????????????????????????????????????????

Palermo, Via D’Amelio. Erano le 16.58 del 19 Luglio 1992 quando un autobomba uccise il magistrato Paolo Borsellino; Emanuela Loi, 24 anni, la prima donna poliziotto in una squadra di agenti addetta alle scorte; Agostino Catalano, 42 anni; Vincenzo Li Muli, 22 anni; Walter Eddie Cosina, 31 anni, e Claudio Traina, 27 anni. Unico superstite Antonino Vullo.

A ventinove anni dall’inferno di via D’Amelio molti degli interrogativi del 1992 rimangono intatti, nonostante 14 processi e la condanna  di Cosa nostra.

Salvatore Borsellino, fratello di Paolo “Ancora oggi non c’è verità, ma vengono messi in atto depistaggi. Uno Stato che non merita fiducia perchè a 29 anni di distanza ancora non si è indagato a sufficienza su molti punti rimasti oscuri, a partire dalla presenza dei servizi nella strage e su chi veramente ha ordito certe mistificazioni. Qualcuno in via D’Amelio aspettava l’esplosione”.

Il grido di verità accompagnato al grido della lotta alla mafia di Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera.

“Bisogna avere una memoria viva non solo un giorno, ma tutti i giorni. Si deve coltivare la responsabilità di impegno che ci deve vedere più attenti e più impegnati. La lotta alla mafia è una risposta di giustizia sociale.”

Soprattutto quando  i processi e le indagini sono ancora in corso, fare memoria diventa “azione attiva”.

Infatti, tante le iniziative per questa giornata.

Alle ore 16.58 ci sarà un minuto di silenzio e poi interventi dei familiari delle vittime della strage di Via D’Amelio e dei familiari di vittime di mafia.

Alle 20, la tradizionale fiaccolata statica in via D’Amelio in memoria delle vittime della strage di via D’Amelio, nel 29° anniversario. La fiaccolata è organizzata dal “Forum 19 Luglio”, cartello che raggruppa trasversalmente associazioni, movimenti ed istituzioni, e “Comunità ’92, coordinamento che unisce le varie anime della destra siciliana ideatrici della manifestazione.

Alle 21 inaugurazione luci tricolore sull’Albero della Pace in via D’Amelio alla presenza del sindaco Leoluca Orlando.

Alle 21.20 “Our Voice”: rappresentazione artistica di con due monologhi coreografati. Alle 21.40 Aut Aut in “Brucia la terra” racconti di mafia: dal golpe di Corleone ai giorni nostri. Un’utopia di verità”.

Alle 22.45 proiezione del documentario d’inchiesta “Uno bianca – Mirare allo Stato”, a cura di Roberto Guglielmi ed Enza Negroni con gli studenti del Corso Doc del Liceo Laura Bassi di Bologna.

 

Tags : borsellinoMafiapalermo
Giulia Compagnone

The author Giulia Compagnone