close
Cultura

“Dracula in the West” e i disegni del napoletano Emiliano Albano, arrivano in USA

“Dracula in the West”, la serie a fumetti creata e scritta da Gianluca Piredda per la rivista Lanciostory, impreziosita dai disegni iperrealistici del disegnatore napoletano Emiliano Albano, sbarca in America.

COMUNICATO STAMPA

– LANCIOSTORY – EDITORIALE AUREA –

DRACULA IN THE WEST, DALLE PAGINE DI LANCIOSTORY AL MERCATO AMERICANO

La notizia dell’accordo tra Editoriale Aurea e Antarctic Press per la pubblicazione in America di Dracula in the west, serie a fumetti creata e scritta da Gianluca Piredda per la rivista Lanciostory, è arrivata all’improvviso come un temporale estivo.

Dracula in the west è una rilettura western-horror del vampiro di Bram Stoker, ma l’autore ci tiene subito a precisare: “non ci interessava seguire alla lettera il concetto di horror, ma piuttosto volevamo creare una serie di puro intrattenimento che facesse passare del tempo al lettore e che ci desse anche la possibilità di raccontare anche i miti dei nativi americani, dei Maya e degli Aztechi”.

La serie, pubblicata per la prima volta su Lanciostory del 2 dicembre 2019, racconta di un Vlad in fuga, stanco e sconfitto, che cerca un luogo lontano per ricominciare, e lo trova nella patria perfetta per un rinnegato: il vecchio west di frontiera. Quello raccontato da Piredda non è un Dracula famelico e predatore, piuttosto vittima di sé stesso che deve, per prima cosa, lottare con i propri impulsi e muoversi con un profilo basso; deve aver a che fare con la luce del sole, problema che gli viene risolto dalla Sciamana, misteriosa donna nativoamericana e personaggio ricorrente della serie, insieme al nipote Jaer, la ballerina di saloon Sophie, il becchino, suo immancabile schiavo, il sindaco McKenzie e i personaggi di Penny Town, la cittadina morente in cui prende residenza subito dopo aver ucciso Torres, il potente e temuto ranchero locale a cui sottrae la casa, risolvendo un altro problema: la residenza. Inoltre, nella serie Dracula si trova a dover incontrare i personaggi mitologici delle leggende locali, come il temuto Camazotz, il dio-vampiro Maya la cui presenza si sente sin dalla prima storia.

La serie è impreziosita dai disegni iperrealistici di Emiliano Albano, disegnatore napoletano che sostituisce Luca Lamberti, impegnato in altri progetti editoriali. Formatosi alla Scuola Internazionale di Comics, Albano inizia la sua collaborazione con l’Editoriale Aurea nel 2014, realizzando quattro episodi della serie “Fobie”, su testi di Ottavio De Angelis, ma inizia a farsi notare con “A casa prima del buio”, la sontuosa trilogia dedicata alla Shoah scritta da Francesco Moriconi e pubblicata a puntate sempre su Lanciostory, prima di essere raccolta in tre volumi da libreria. Serie che applaudita anche dalla stampa israeliana. Emiliano Albano esordirà sulle nuove storie di Dracula in the west pubblicate su Lanciostory a partire dal 13 settembre.

Pubblicato in episodi settimanali sulla storica rivista dell’Editoriale Aurea, ora Dracula in the West uscirà anche negli Stati Uniti dove avrà il tipico formato da “Comic Book” e farà parte della linea horror dell’Antarctic Press, casa editrice americana che quest’anno compie 35 anni di pubblicazione e che è nota al pubblico soprattutto per la serie a fumetti di Warrior Nun, creatura di Ben Dunn oggi tra le più amate serie televisive di Netflix.