close
AmbienteCronaca

Batteri in mare: stop alla balneazione in riviera romagnola

Riviera Romagnola Stop Balneazione

Vietato temporaneamente fare il bagno in 28 aree di balneazione della riviera romagnola per valori anomali: superamento dei limiti della presenza del batterio escherichia coli.

In base ai campionamenti programmati, Arpae, l’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, ha registrato il superamento dei limiti in 28 su 98 punti di misura. Divieti, dunque, a Goro, nel tratto di Pinarella di Cervia e in 26 località del Riminese: trenta, in tutto, i chilometri di costa coinvolti. Il divieto per il rischio di valori fuori norma è consueto nelle 24 ore successive alle piogge, perché vengono aperti gli sforatori a mare. Qui però, data la perdurante siccità, il fenomeno resta senza spiegazione. La situazione è “anomala”, afferma Arpae.
Al momento le ipotesi possibili per spiegarne le cause sono rappresentate da un insieme di eccezionali condizioni meteorologiche, – prosegue Arpae, – che, sommandosi, possono aver avuto un effetto particolarmente impattante sulla composizione delle acque marine“. Sono attualmente in corso dei campionamenti, 14 dei quali sono già stati effettuati e si attendono i risultati. Dal tardo pomeriggio del 27 luglio è proibito fare il bagno nel tratto di litorale ravennate che va dal porto di Cervia fino a Tagliata che si trova al confine con Cesenatico (Forlì-Cesena). Nella misura non rientra Milano Marittima che, sebbene in territorio comunale cervese, si trova a nord del capoluogo.

Il divieto di balneazione – come riportato dalla stampa locale – è scattato con un’ordinanza urgente firmata dal sindaco di Cervia Massimo Medri ed è legato all’esito delle analisi microbiologiche sui campionamenti fatti il 27 luglio nella zona a sud della costa cervese. In particola nel mirino c’è finita la concentrazione dei colibatteri risultata superiore ai limiti di legge. Il tratto di litorale interessato è di circa 5 chilometri: i relativi avvisi sono stati posizionati dalla Capitaneria di Porto e dalla locale cooperativa bagnini. Il divieto prevede, in caso di violazioni, sanzioni da 50 a 500 euro. Il sindaco ha specificato che si tratta di una misura temporanea e che si è in attesa dei risultati relativi ai campionamenti del 28 luglio.

I 30 chilometri di costa interessati –

Arpae riporta le località dove è in vigore il divieto di balneazione.

Spiaggina – Comune di Goro
Cervia Pinarella – Comune di Cervia
Bellaria – Foce Vena 2 – Comune di Bellaria Igea Marina
Bellaria – Foce Uso 100m S – Comune di Bellaria Igea Marina
Bellaria – Rio Pircio – Comune di Bellaria Igea Marina
Bellaria – Pedrera Grande N – Comune di Bellaria Igea Marina
Torre Pedrera – Pedrera Grande Sud – Comune di Rimini
Torre Pedrera – Cavallaccio – Comune di Rimini
Viserbella – La Turchia – Comune di Rimini
Viserba – La Sortie – Comune di Rimini
Viserba – Spina-Sacramora – Comune di Rimini
Rivabella – Turchetta – Comune di Rimini
Rimini – Foce Marecchia 50m N – Comune di Rimini
Rimini – Foce Marecchia 50m S – Comune di Rimini
Rimini – Ausa – Comune di Rimini
Bellariva – Colonnella 1 – Comune di Rimini
Bellariva – Colonnella 2 – Comune di Rimini
Marebello – Istituto Marco Polo – Comune di Rimini
Miramare – Roncasso – Comune di Rimini
Miramare – Rio Asse N – Comune di Rimini
Riccione – Foce Marano 50m N – Comune di Riccione
Riccione – Fogliano Marina – Comune di Riccione
Riccione – Porto Canale 100m N – Comune di Riccione
Riccione – Porto Canale 100m S  – Comune di Riccione
Riccione – Colonia Burgo – Comune di Riccione
Misano Adriatico – Rio Alberello – Comune di Misano Adriatico
Misano Adriatico – Rio Agina – Comune di Misano Adriatico
Cattolica – Torrente Ventena 50m N – Comune di Cattolica

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!
Tags : cronacaitalia