domenica, Novembre 27, 2022
HomePoliticaChi è Antonio Capuano da Frattaminore? L'uomo al centro di un intrigo...

Chi è Antonio Capuano da Frattaminore? L’uomo al centro di un intrigo internazionale

Antonio Capuano da Frattaminore è un consulente di Matteo Salvini. Prima in Forza Italia e poi passato alla Lega. Il quotidiano “La Stampa” ha sollevato una serie di interrogativi sulla reale influenza della Russia nella caduta del governo di Mario Draghi. Al centro dell’inchiesta giornalistica ci sarebbero una serie di incontro con protagonista Capuano e figure vicine a Vladimir Putin. Ma andiamo con ordine.

“La Stampa” ha scoperto che il Copasir, i servizi segreti, stavano seguendo con interesse i movimenti e le frequentazioni di Capuano. Quest’ultimo si stava occupando di organizzare il viaggio di Matteo Salvini a Mosca per fare da mediatore. Oleg Kostyukov, funzionario dell’ambasciata russa in Italia, avrebbe chiesto a Capuano se i ministri in quota Lega erano disponibili a far cadere il governo Draghi. Inoltre il suddetto viaggio a Mosca di Salvini sarebbe stato pagato dall’ambasciata Russa a Roma. Queste attenzioni russe alle vicende politiche italiane avrebbero immediatamente allarmato i servizi segreti.

Secondo i documenti citati da “La Stampa” Oleg Kostyukov avrebbe materialmente comprato i biglietti per il viaggio di Salvini a Mosca. I documenti parlano di in una serie di conversazioni tra il 27 e il 28 maggio 2022. Il 26, il giorno prima, Draghi ha parlato al telefono con Putin per provare a sbloccare la crisi del grano. E sulla scena della vicenda del viaggio compaiono a un certo punto anche gli americani. «Capuano sarebbe stato contattato da un soggetto dell’ambasciata americana a Roma, che si sarebbe detto molto interessato al viaggio del senatore Salvini a Mosca, pur non avendone ancora compreso la reale finalità. Capuano avrebbe risposto di non poter fornire dettagli (agli americani)». Alla fine il viaggio di Salvini fu annullato, sembrerebbe per pressioni degli Stati Uniti. A quel punto Kostyukov rassicurerebbe Capuano sugli impatti della vicenda a Mosca e poi si recherebbe in ambasciata per relazionare sull’accaduto. Questi fatti sarebbero avvenuti circa due mesi prima della caduta del governo Draghi.

Capuano ha poi ammesso gli incontri con i diplomatici e si è detto pronto a spiegare al Copasir tutte queste vicende. Ma sempre dall’inchiesta de “La Stampa” è saltato fuori che cinque giorni dopo l’inizio dell’invasione russa in Ucraina, Capuano e Salvini hanno cenato con  Sergey Razov, ambasciatore della Russia in Italia.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments