close
Cultura

La magia de “Il canto di Natale” al teatro Il pozzo e il pendolo

Il canto di Natale

In scena dal 21 dicembre al 6 gennaio, Il canto di Natale di Charles Dickens con Paolo Cresta e Carlo Lomanto al teatro Il pozzo e il pendolo.

È da 14 anni consecutivi che il suggestivo teatro Il pozzo e il pendolo festeggia il Natale raccontando al suo pubblico una storia fatta di luci e suoni, in un’atmosfera che scalda il cuore: Il canto di Natale di Charles Dickens. Il tutto è reso possibile dalla straordinaria interpretazione di Paolo Cresta e dalle bellissime suggestioni musicali create in live da Carlo Lomanto.

La storia è un classico del Natale tanto da essere ripresa anche dalla Disney in un film animato del 1983, Il canto di Natale di Topolino. Il protagonista è l’avaro Ebenezer Scrooge, un vecchio solitario e per niente amante del Natale, nonostante la magica atmosfera natalizia che lo circonda della Londra del XIX secolo.

Tra fine dicembre e inizio gennaio, da 14 anni ormai, Il pozzo e il pendolo si trasforma in un vero e proprio salotto londinese. Proprio in uno di essi, intorno al 1840, lo stesso Dickens decise di raccontare il suo Christmas Carol alla nobiltà inglese per far fronte al periodo di ristrettezze economiche che stava vivendo.

Lo spettatore a Il pozzo e il pendolo entra nello spirito natalizio, anche prima dell’inizio dello spettacolo. Una poltrona al centro della sala, un leggio, una piccola luce e tante poltrone intorno. Le luci di Natale, la possibilità di coprirsi con dei plaid durante lo spettacolo e il buffet di dolci natalizi, cioccolata calda e vin brulè scaldano il cuore oltre che il corpo.

Grazie al racconto a due voci, una di parole e l’altra di suoni, di Paolo Cresta e Carlo Lomanto la magia si completa. Due pause spezzano il monologo di Paolo Cresta, che interpreta brillantemente ogni personaggio del racconto. Il vocalist e polistrumentista Carlo Lomanto è invece indispensabile per creare i particolarissimi effetti sonori che meravigliano il pubblico di volta in volta. I momenti più suggestivi dello spettacolo sono ovviamente le apparizioni dei fantasmi del Natale passato, presente e futuro che fanno visita al vecchio Scrooge. Grazie ad essi, persino lui sul finale sarà inondato dalla magia del Natale, cambiando in meglio il suo burbero atteggiamento.

Dickens è dunque autore di un racconto che ridà speranza e che simboleggia la rinascita dell’anima. Con l’atmosfera de Il pozzo e il pendolo e con la bravura di Paolo Cresta e Carlo Lomanto, ognuno di noi ha quindi la possibilità di rinascere, ritagliandosi una serata per gustare la magia de Il canto di Natale.

Clicca qui per poter acquistare il biglietto!

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : napolinataleSpettacoloNatale
Sabrina Corbo

The author Sabrina Corbo

Leave a Response