lunedì, Maggio 27, 2024
HomeCronacaPronto soccorso veterinario: in Campania arriva il numero verde

Pronto soccorso veterinario: in Campania arriva il numero verde

Il numero verde per il pronto soccorso veterinario sarà attivato mercoledì 12 febbraio alle 14, e permetterà di segnalare animali feriti o senza padrone.

Mercoledì 12 febbraio alle ore 14 sarà attivato il numero di emergenza per il pronto soccorso veterinario in Campania. Uno speciale servizio di 118, gratuito e raggiungibile al numero verde 800 178 400, al quale i cittadini e le Forze dell’Ordine potranno segnalare la presenza di cani e gatti feriti, vaganti e senza padrone.

Questo numero d’emergenza, istituito dalla ASL Napoli 1 Centro, nasce in ottemperanza alla legge regionale n.3 dell’11 aprile 2019 per la tutela, il rispetto e il benessere degli animali d’affezione e volta a prevenire il randagismo. Il numero verde sarà istituito presso la sede operativa del CRIUV (Centro di Riferimento Regionale per l’Igiene Urbana Veterinaria) del Presidio Ospedaliero Veterinario della ASL Napoli 1 Centro, con un servizio attivo 24 ore su 24.

La presentazione ufficiale di questo servizio per i nostri amici a quattro zampe si terrà mercoledì 12 febbraio, alle ore 10, presso il Presidio Ospedaliero della ASL Napoli 1 Centro a Frullone, alla quale parteciperà anche Vincenzo De Luca. Ciro Verdoliva, direttore dell’ASL Napoli 1, molto soddisfatto dell’iniziativa, afferma: «oltre che di un dovere istituzionale, ritengo che si tratti anche di un dovere di civiltà e un elemento in più di sicurezza per i cittadini. Mettiamo in campo uno sforzo enorme per garantire un servizio che richiede professionalità e capacità di coordinamento.»

Come funziona?

Il pronto soccorso veterinario della ASL Napoli 1 Centro registrerà, cronologicamente e su supporto informatico, le informazioni recepite attraverso il numero verde, e le trasmetterà immediatamente al veterinario reperibile del Servizio Veterinario Pubblico della ASL competente per territorio. Quest’ultimo dovrà attivare tutte le procedure previste dalla legge e interne all’azienda, garantendo il pronto intervento, secondo modalità e tempi adeguati alla tipologia di soccorso necessario.

La ASL Napoli 1 Centro, dunque, fungerà un po’ da ‘centralino’ d’emergenza, assumendo «un ruolo centrale a livello regionale, attraverso l’Area di Sanità Pubblica Veterinaria e Polo Didattico Integrato, con una sperimentazione che prevede ancora una volta uno sforzo importante da parte di tutta la squadra» – si legge su LaRepubblica.

Solo pronto soccorso veterinario?

L’istituzione di un servizio di pronto soccorso veterinario è solo uno dei tanti punti trattati dalla legge regionale n.3 dell’aprile 2019.

Per esempio, alcuni tra gli obiettivi di competenza delle ASL includono la predisposizione di piani per la sorveglianza epidemiologica, per evitare la diffusione di malattie; il controllo della popolazione degli animali d’affezione, in relazione alla sterilizzazione, anche in convenzione con medici veterinari liberi professionisti, e alla degenza post-operatoria dei cani randagi prima del passaggio ai canili o della loro re-immissione sul territorio e dei gatti liberi prima della loro re-immissione nelle colonie o sul luogo di ritrovamento; l’implementazione dei sistemi informativi delle banche dati, come i dati relativi all’iscrizione di cani, gatti e furetti anagrafati; l’esecuzione di esami necroscopici se necessari per la valutazione delle cause di morte.

Cosa prevede la legge regionale?

Per saperne di più sui doveri e sulle competenze dei proprietari degli animali, dei Comuni, della Regione e delle ASL, potete leggere il testo integrale della legge.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola news per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Most Popular

Recent Comments