close
Cronaca

Dramma all’Rsa di Madonna dell’Arco: 15 morti. Tamponi in ritardo e personale senza tutele

Un vero e proprio dramma ha colpito la Rsa di Madonna dell’Arco. Sono 15 i pazienti morti in struttura a causa del Covid-19, ma questo non è, purtroppo, l’unico problema in cui riversa il centro. Gli operatori sanitari riversano in una situazione di degrado totale e si ritrovano a lavorare in una struttura totalmente priva di tutele mediche e logistiche.

Come riporta IlManifesto, alla Residenza sanitaria Assistenziale di Madonna dell’Arco si vive una situazione surreale. Il personale sanitario è allo stremo e denuncia, giorno dopo giorno, l’evolversi di una situazione sempre più drammatica: “Le divise bianche sono solo un miraggio. Abbiamo utilizzato a lungo mascherine di tela, poi di carta, che proteggono naso e bocca. È avvenuta poche settimane fa, prima del boom dei contagi, la richiesta alla direzione della dotazione che ci spetta per svolgere al meglio il nostro lavoro, inutilmente“. Queste le parole disperate di uno degli operatori sanitari che rivendica l’assenza di tutele imprescindibili per una struttura sanitaria.

Le tute protettive in un centro dove sono avvenuti 15 decessi da Covid 19, rappresentano solo una delle mancanza clamorose alle quali gli operatori si stanno purtroppo abituando. Per sopperire a questa mancanza hanno utilizzato buste per l’immondizia tagliate a metà.

Inoltre, dopoi primi decessi, ci sono ritardi clamorosi sui tamponi, anche per il personale. Un’infermiera ha richiesto espressamente al direttore sanitario tamponi per pazienti e degenti, ricevendo come risposta un “non è il caso”. Le denunce dei parenti delle vittime sono riuscite a smuovere leggermente la situazione. Mentre gli opratori positivi al Coronavirus, si trovano in quarantena in una casa-albergo nei pressi della struttura.

La più grande recriminazione del personale riguarda i primi tamponi, effettuati soltanto dopo la morte di tre pazienti. Gli operatori ne avevano fatto richiesta molto prima, invano.

Tags : CoronavirusCovid-19rsamadonnadellarco

Leave a Response