close
Cultura

BussoLaLettura // “Madama Bovary single e felice”, la recensione

Marina aveva il dono di accendere i colori: li assorbiva e li trasmetteva. Tornava a casa e li rovesciava, accesi e squillanti, tra gli amici divertiti e affascinati, nei saporosi racconti ironici che stemperava, con una frase a effetto, un calembour, una favola giocosa, noia e malumori…

Madama Bovary single e felice

Madama Bovary single e felice“, nato dalla penna di Anna Maria Montesano ed edito dalla casa editrice napoletana Homo Scrivens, è una storia che parla di crescita e di disillusione.

Non bisogna lasciarsi trarre in inganno dal titolo che strizza l’occhio alla letteratura romantica e dalla grafica pop della copertina: ben lontano da simili generi e stili, questo romanzo rivela sin dalle prime pagine di appartenere allo scaffale della narrativa, che condivide con i classici italiani ed europei che vengono spesso citati dall’autrice.

Concise e dense, le parole di Anna Maria Montesano saranno apprezzate da tutti coloro che amano i classici della letteratura e che hanno provato sulla propria pelle l’atmosfera carica di aspettative – spesso disilluse – che impregnava gli anni ’70 e ’80 del secolo scorso. 

Storia di una vita

Nelle 167 pagine che compongono il libro è stretta tutta la vita di Marina, protagonista assoluta del romanzo, e tutti i suoi sogni.

Nata in un piccolissimo paesino quasi completamente alienato dal resto del mondo, Marina si mostra sin dalla più tenera età come diversa rispetto ai suoi compaesani: la vita semplice che tutti gli altri vivono con soddisfazione non riesce a placare la sua sete di avventure e di conoscenza.

Sin da subito è chiaro che quell’esistenza non le basta, e che il suo destino sarà quello di andar via da quelle montagne: è un’anima irrequieta e questo la porterà a viaggiare lontano, tra Bologna e Napoli e mille esperienze.

La differenza tra realtà e finzione

Marina cresce e legge, dialoga con gli autori e con i protagonisti dei suoi romanzi preferiti fino a considerarli come degli amici, spesso più reali delle persone che si ritrova ad avere intorno.

Così, tra un amante insapore e uno che non fa altro che riempirla di vacue promesse, Marina vive delle esperienze surreali: chiacchiera con Madama Bovary, con la quale condivide più di quanto le piacerebbe ammettere; incontra celebri commissari ogni volta che si ritrova a dover uccidere una sua relazione; parla senza peli sulla lingua e a un’Oriana Fallaci crudele e sincera.

Nella vita di Marina la differenza tra realtà e finzione è sottilissima, un filo minuscolo che tuttavia rischia di strangolarla; tesa verso amori e passioni intense come quelle di cui ha letto durante tutto l’arco della sua vita, la protagonista di questa storia non riesce mai a trovare nella vita reale – imperfetta e senza poesia – una vera soddisfazione.

Nulla riesce a riempirle il cuore, niente sazia la sua fame: il lavoro, l’amore, il volontariato, gli amici sono solo delle scatole vuote, delle sagome sottili come carta. 

L’amarezza della maturità

La conclusione a cui arriva la protagonista di questo romanzo è molto reale e ha ben poco a che fare con i sogni, letterari o meno che siano: la vita è diversa dai romanzi, gli amori veri e intensi come quelli di cui abbiamo letto sin da ragazzini sono così rari che si potrebbe dire, quasi senza mentire, che non esistano. 

Ciò a cui tenderà la vita di Marina non è una folle passione o una felicità disperata; tenderà invece alla serenità e alla semplicità – le stesse cose da cui, durante la sua adolescenza irrequieta, aveva deciso di fuggire lontano e verso cui, raggiunta la maturità, invece ritorna.

La maturità di Marina è amara, ma serena: è stata una Madama Bovary ma adesso, single e felice, è pronta a trasformarsi in una donna vera.

A chi è consigliato Madama Bovary Single e Felice?

“Madama Bovary single e felice” è consigliato a un pubblico maturo; a coloro che amano i classici e la narrativa; a chi ha creduto nei sogni e a chi, adesso, preferisce credere in se stesso.

 

Titolo: Madama Bovary Single e Felice

Autore: Anna Maria Montesano

Casa editrice: Homo Scrivens

Copertina (flessibile): 167 pagine

ISBN: 978-88832781519

Prezzo: 15 euro

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : anna maria montesanoBussoLaLetturaHomo Scrivensmadama bovary single e felice
Simona Lazzaro

The author Simona Lazzaro

Leave a Response