close
Cronaca

Smaltimento di rifiuti a Baia: sei indagati, di cui due ai domiciliari

spiaggia Miseno

Baia: due operai della “Flegrea lavoro S.p.a.” sono sotto inchiesta per lo smaltimento dei rifiuti. In tutto sono sei gli indagati.

Il quotidiano Repubblica dà notizia dell’inchiesta sullo smaltimento di rifiuti, condotta dalla Finanza di Baia. Gli indagati sono in tutto sei, di cui due operai della “Flegrea lavoro S.p.a.”, azienda del Comune di Bacoli incaricata dello smaltimento di rifiuti solidi urbani. Le pm Stefania Di Dona e Valeria Sico, coordinate dal procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio, hanno richiesto i domiciliari per i due operai.

L’accusa è di corruzione di alcuni dei dipendenti della società Flegrea. Sembra infatti che alcuni commercianti e alcuni gestori di lidi balneari di Bacoli avrebbero pagato alcuni operai, per scopi personali. Dietro pagamento sarebbero dunque state accelerate le procedure per lo smaltimento di rifiuti.

Alcuni commercianti dell’area flegrea, soprattutto quelli operanti nel campo della ristorazione o nella gestione di lidi balneari, per smaltire più rapidamente i propri rifiuti (pericolosi e non), si sarebbero rivolti ai 2 operai che, dietro pagamento di danaro (talvolta anche con la complicità di altri soggetti dipendenti dell’impianto di tritovagliatura dei rifiuti solidi urbani indifferenziati di Giugliano in Campania), avrebbero accelerato le procedure. Si indaga anche sull’ipotesi che operatori economici “abusivi” avrebbero provveduto a scaricare illecitamente rifiuti in siti autorizzati, addossando, conseguentemente, l’onere economico dello smaltimento all’azienda partecipata. Tutti gli indagati potranno replicare alle contestazioni nei successivi passaggi dell’inchiesta.

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : BacoliBaiacorruzionerifiuti
Sabrina Corbo

The author Sabrina Corbo

Leave a Response