close
CronacaSport

Parla il medico di De Laurentiis: “Ha confuso i sintomi con un’intossicazione da frutti di mare”

Aurelio De Laurentiis Napoli
FOTO ANSA

Aurelio De Laurentiis è positivo al coronavirus: oggi sono stati quindi tempestivamente effettuati i tamponi allo staff e ai calciatori della Società Sportiva Calcio Napoli.

Ieri la notizia della positività al coronavirus del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis; oggi controlli e tamponi a tutto lo staff e ai calciatori della società. I risultati per fortuna sono tutti negativi. L’amichevole Napoli – Pescara si giocherà infatti regolarmente alle ore 18 al San Paolo.

Riguardo le condizioni di salute del presidente della SSC Napoli, si è espresso Vincenzo Mirone, responsabile scientifico della consulta medica della società:

«Ho sentito ieri De Laurentiis, in partenza verso Napoli e poi verso Roma. Era preoccupato, ha confuso i sintomi con un’intossicazione da frutti di mare. Ovviamente la febbricola ha dato la conferma che si trattasse del virus. Ora è già in terapia, ma vista la scarsità di sintomatologia può contenere il virus tranquillamente. Al momento è in casa, a Roma, i colleghi della Cattolica gestiranno i controlli quotidiani. L’ho sentito molto tranquillo».

Il professore ha aggiornato i tifosi anche sulle condizioni di salute di Jacqueline, moglie di De Laurentiis:

«Jacqueline, dal punto di vista della temperatura, è un p0′ più alta, ma è tutto sotto controllo. Aurelio è una persona attentissima alla salute, spesso ne parliamo insieme, direi quasi maniacale nella gestione della propria giornata quotidiana tra cibo e quant’altro».

Alcuni non sono però così d’accordo e, seppur augurando una pronta guarigione al presidente, hanno criticato la sua imprudenza nell’essersi recato ad una riunione con i sintomi del virus. Il dottor Mirone prosegue però così:

«Ripeto, non è un soggetto superficiale, è estremamente attento. Il covid può colpire chiunque. Ho chiesto a coloro che erano con lui. Dentro avevano la mascherina, la scena senza mascherina è all’esterno. Dal punto di vista degli esami, quello che potrebbe aver distratto, è la questione dell’ingestione dei frutti di mare. Che si debba dire che è andato lì alla Garibaldina, è l’ultimo uomo che gestisce così le proprie cose. Questo, tuttavia, ci insegna a tenere sempre la guardia alta. La mascherina deve essere indossata anche a distanze apparentemente sicure, può essere un insegnamento per il futuro».

Un insegnamento che, per fortuna, sembra non aver procurato molti danni poiché la sintomatologia dei coniugi De Laurentiis non è preoccupante. Si attendono però senza dubbio ulteriori aggiornamenti sulla loro salute.

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : Aurelio De LaurentiisCoronavirusssc napoli
Sabrina Corbo

The author Sabrina Corbo

Leave a Response