close
CulturaEventi

MANN, partono oggi “Incontri di Archeologia” e “Mann For Kids”

MANN, autore: ho visto nina volare. Wikimedia Commons.

Programmazione imperdibile al MANN, con la XXVI edizione di “Incontri di Archeologia” e per i più piccoli tanti laboratori e attività di “MANN for Kids”.

Una programmazione davvero imperdibile, quella che partirà giovedì 15 ottobre al MANN, con la XXVI edizione di “Incontri di Archeologia”. La storica rassegna artistico-culturale, a cura dei Servizi Educativi, di cui responsabile è Lucia Emilio, ci aiuterà a svelare l’eredità del nostro passato, ma lascerà anche spazio alla ricerca scientifica con interessanti approfondimenti sull’arte.

«Il MANN riparte con gli Incontri del giovedì – commenta nel comunicato stampa il direttore del Museo Archeologico, Paolo Giulierini – cosciente dell’importanza di valorizzare la ricerca scientifica e di comunicare in forma corretta le grandi novità dell’archeologia mondiale».

La XXVI edizione degli “Incontri di Archeologia”, infatti, approfondirà tematiche non solo legate alle mostre e alle nuove collezioni del Museo, ma si focalizzerà anche sul dialogo con il territorio e con le recenti scoperte nel settore archeologico.

“Incontri di Archeologia”

La rassegna “Incontri di Archeologia” partirà giovedì 15 ottobre alle ore 16 con Paolo Giulierini che, collegandosi con l’importante mostra sul mondo etrusco in esposizione al MANN, parlerà di “Previsioni bestiali: leggere il futuro dal volo degli uccelli nel mondo etrusco”. Il 15 aprile alle 16 sarà sempre il direttore del Museo Archeologico al centro dell’incontro “I giochi gladiatori e il mondo etrusco”, individuando un fil rouge tra i due grandi eventi culturali della stagione 2020/2021 del MANN.

Programma davvero molto interessante, quello degli “Incontri di Archeologia”. Attraverso questi appuntamenti, infatti, il pubblico potrà scoprire capolavori del passato e ammirarli nella loro diversità. Ma non solo. Nella lunga programmazione, che ci terrà compagnia dall’autunno 2020 alla primavera 2021 con ben 17 appuntamenti, si alterneranno tanti esperti che discuteranno e tratteranno una grande varietà di temi. Tutti gli eventi avranno inizio alle ore 16.

L’archeologia…

Giovedì 29 ottobre, Antonio De Simone parlerà della Villa dei Papiri, facendo un bilancio delle conoscenze circa questo sito. Il 12 novembre seguirà l’evento “Un tavolo in mosaico: restauro al MANN”, durante il quale Antonio Scognamiglio mostrerà le tecniche e le conoscenze del restauro, per ridare la luce ai capolavori. L’appuntamento “Memoria e conoscenza: il riordino dei depositi della collezione dei “Piccoli Bronzi” del MANN” con Maria Morisco, in programma il 21 gennaio, si focalizzerà, invece, sul lungo lavoro di riordino dei depositi museali. Con Grete Stefani, infine, il 25 marzo scopriremo storie di vita quotidiana raccontate dalle antiche suppellettili, con l’approfondimento “Le suppellettili: storie di vita quotidiana”.

… alla scoperta delle città vesuviane

Il 26 novembre Matteo D’Acunto proporrà un’analisi su Cuma, importante città della Campania Felix, con “Cuma: le origini alla luce delle recenti ricerche archeologiche”.

Divulgazione e ricerca restano temi cruciali degli “Incontri di Archeologia”. E così, mantenendo sempre gli occhi puntanti sulle città vesuviane, giovedì 14 gennaio Fabio Pagano parlerà de “Il Parco della ricerca. Indagine, divulgazione e relazione nel Parco archeologico dei Campi Flegrei”. Di rilievo anche “Nola: echi del Ginnasio di Atene”, lectio di Mario Cesarano in programma per il 4 marzo.

Parola chiave: collezionismo

Una parola chiave degli “Incontri di Archeologia” sarà collezionismo, declinato nelle sue diverse accezioni. Imperdibile, giovedì 22 aprile 2021, l’incontro “Il Museo di Napoli, collezione di collezioni (1780-1980)”, a cura di Andrea Milanese e con R. Ferrajoli, A. Gioia, A. Luppino, S. Venditto (Ufficio Museografia del MANN).

Interessante sarà anche la conferenza a cura di Paola D’Alconzo sulle “Traduzioni plastiche e pittoriche dall’antico nel collezionismo del XVIII secolo: i soggetti pompeiani”, giovedì 4 febbraio 2021.

Il 18 febbraio 2021, invece, sarà possibile approfondire la ‘storia’ farnese, attraverso l’analisi di Federico Rausa su “I Farnese e l’antico”. Dopo i Farnese, i Borgia. Così, l’11 marzo sarà la volta dell’excursus di Marco Nocca sui preziosi reperti della Collezione Borgia, con l’incontro “Verso il Museo Universale: la collezione Borgia da Velletri a Napoli“.

La rassegna si concluderà nel mese di maggio. Un mese tutto dedicato alla scoperta delle nuove collezioni e ad alcuni reperti che saranno oggetto di riallestimento. Con l’incontro “Sculture del MANN: dai depositi all’allestimento”, giovedì 6 maggio Carmela Capaldi si occuperà della statuaria campana. Invece, il 13 maggio sarà la volta di Maralucia Giacco e del suo approfondimento “Dai depositi: anteprime al MANN. Il nuovo allestimento delle collezioni pompeiane”.

Il dialogo fra le arti

È chiaro che l’arte non è unitaria, quanto, piuttosto, un insieme di “voci” in sinergia, che dialogano continuamente. Per questo è prioritario riflettere sul dialogo tra le arti. A questo proposito, all’interno della rassegna ci sarà spazio anche per due interessanti appuntamenti focalizzati proprio su questo tema. Il 3 dicembre, nell’ArcheoCineMann, è stata inserita la proiezione di “Stonehenge” (50 min.) di N. Gilliam Smith​. Il 17 dicembre, invece, sarà la volta de “Il Vaso del caos: Pirandello e Camilleri” di Giovanni Greco, in collaborazione con l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, a cura di ICRA Project, di Lina Salvatore e Michele Monetta.

MANN for Kids

Non solo “Incontri di Archeologia” al MANN. Infatti, nell’ambito delle attività “MANN for Kids”, da ottobre 2020 a maggio 2021 saranno in programma anche gli appuntamenti del ciclo “Fatti mandare al MANN”, in collaborazione con Coopculture, la Scuola Italiana di Comix, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e il Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli”.

Il programma delle attività MANN for Kids è ricco di laboratori creativi, giochi, cinema, visite guidate e attività didattiche per i giovanissimi. Gli eventi si svolgeranno ogni terza domenica del mese, e permetteranno ai più piccoli di avvicinarsi alle meraviglie del Museo, alle sue mostre e collezioni, con creatività e divertimento.

Gli Etruschi

Il primo incontro, in programma il 18 ottobre, è indirizzato ai bambini da 6 a 8 anni e sarà dedicato agli Etruschi. La visita-laboratorio permetterà ai più piccoli visitatori del Museo di scoprire i misteri di una delle civiltà italiche più affascinanti, che ha lasciato importanti tracce anche in Campania. Gli Etruschi saranno i protagonisti anche dell’incontro di domenica 21 febbraio, con “Etruschingioco”, laboratorio dedicato alle famiglie con bambini (6-12 anni), che potranno scoprire l’affascinante mondo etrusco attraverso i reperti esposti nella mostra “Gli Etruschi al MANN” in esposizione al museo.

L’arte in motion

Il 15 novembre i bambini (9-13 anni) potranno partecipare a “Stop Motion – Miti in movimento”, un laboratorio di film di animazione condotto in collaborazione con la Scuola Italiana di Comix. Il mondo della fotografia e del movimento in digitale sarà oggetto anche dell’appuntamento di domenica 17 gennaio (ore 10:30). “Safari Fotografico”, un laboratorio interattivo durante il quale i bambini (8-10 anni) andranno alla ricerca di animali mitologici nelle collezioni del MANN.

Interessante anche il laboratorio creativo “Ri-conoscere” che metterà in connessione presente e passato. Si tratta di una passeggiata tra le opere del MANN che coinvolgerà visivamente ed emotivamente i bambini (8-12 anni), in programma domenica 18 aprile alle 10:30.

Disegnare e creare arte

Il legame fra arte e disegno viene messo in evidenza da MANN for Kids attraverso un laboratorio di disegno in programma domenica 13 dicembre alle 10:30. Questo laboratorio, raccomandato per i bambini da 8 a 12 anni, permetterà loro di “Disegnare la Preistoria”, ovvero di scoprire ed familiarizzare con le tecniche di raffigurazione pittorica usate nella preistoria. Il 21 marzo, invece, l’evento sul fumetto a cura della Scuola Italiana di Comix, indicato per i bambini da 7 a 10 anni. L’incontro, dal titolo “Racconti e storie di gladiatori”, sarà una preziosa occasione per scoprire questi interessanti personaggi del passato attraverso la tecnica del fumetto.

Attacchi d’arte in vista anche domenica 23 maggio. Alle 10:30, infatti, i giovanissimi tra i 6 e 13 anni avranno l’opportunità di scoprire le tecniche di lavorazione della ceramica dei maestri vasai della Magna Grecia, con l’interessante visita-laboratorio “Nel laboratorio del vasaio”.

E per i più piccini? Un appuntamento anche per loro, i piccolissimi di 3 e 4 anni, con le attività MannForBabies, in programma sabato 17 aprile alle 10:30.

Eventi gratuiti e in sicurezza

Tutti gli eventi, per adulti e bambini, saranno organizzati in sicurezza e nel rispetto delle vigenti disposizioni anti-Covid. A questo proposito, è obbligatoria la prenotazione telefonica presso la Segreteria dei Servizi Educativi del Museo​, raggiungibile telefonicamente attraverso i numeri: 0814422328/329, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 15.

La partecipazione agli “Incontri di Archeologia” è gratuita. Per i laboratori didattici, è previsto ingresso gratuito per un solo accompagnatore adulto. ​

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : archeologiaincontriMANN
Anna Gallo

The author Anna Gallo

Leave a Response