close
Politica

Diretta De Luca: “Abbiamo perso 2 anni di vita. Pronti a chiudere tutto se ci saranno comportamenti irresponsabili”

Nella sua consueta diretta del Venerdì, il Presidente della Regione De Luca ha fatto il punto della situazione pandemia, in un momento particolarmente sensibile a causa delle tensioni politiche nel paese e della campagna vaccinazioni.

Non riapriranno le scuole

C’è un “aumento non straordinario ma sensibile di contagi, sarebbe un suicidio per la Campania immaginare che con la zona gialla siamo di fronte ad un rompete le righe e che possiamo consentirci di fare la ricreazione. Se avremo comportamenti irresponsabili tra due-tre settimane la Campania sarà tutta chiusa“, ha aggiunto De Luca, definendo poi le nuove zone bianche “una cosa del tutto irresponsabile“.

Nei prossimi giorni prenderemo delle decisioni sulle scuole, non credo che andremo all’apertura generalizzata. Probabilmente avremo un ulteriore incremento per le elementari“, spiega il governatore. “Vorremmo impegnare i medici di medicina generale per fare centinaia di migliaia di tamponi antigenici al personale scolastico – spiega – e avere un’apertura di massa delle scuole dopo aver avviato questa campagna di screening sul personale scolastico“.

De Luca lancia la “sfida folle”: Campania prima regione in Europa libera dalla Pandemia

De Luca lancia una sfida che non teme a definire “folle”: “La Campania deve essere la prima regione a uscire da questa epidemia. dall’epidemia. Voglio che ci impegniamo in una sfida quasi folle“. Ma occorrono più vaccini. Il governatore, soffermandosi su questo tema, definisce l’attuale campagna vaccinaria “una operazione di straordinaria complessità al limite della pazzia ma sono convinto che, se avremo la disponibilità di 8milioni e 400mila  vaccini, siamo in grado di raggiungere questi obiettivi entro dicembre del 2021“. Con la fornitura di dosi richiesta “entro l’anno potrebbero essere vaccinati 4,2 milioni di cittadini campani. L’obiettivo – annuncia infine – è di fare 20 mila vaccinazioni al giorno ma il problema che abbiamo è la quantità di vaccini disponibili“.

Il governatore poi afferma, ammonendo i cittadini di aver pazienza: “Abbiamo perso un anno di vita e ne perderemo un altro nel 2021. Abbiamo perso due anni di vita: questa è la verità. Vivere in queste condizioni significa cambiare tutto. Significa non vivere da umani. L’obiettivo prioritario che ci dobbiamo dare è riconquistare la vita. Sfida immane, ma se avremo quello che ci serve, per l’organizzazione non ho dubbi, saremo capaci di fare questo miracolo per il quale chiedo il massimo di collaborazione“. A gennaio in Campania dovrebbero arrivare complessivamente 340 mila vaccini. Da fine febbraio la vaccinazione di massa sarà estesa a decine di centri di vaccinazione “forse a centinaia – dice De Luca – dovremmo utilizzare spazi pubblici, non solo strutture sanitarie, ma chiese, teatri… i luoghi che metteranno a disposizione i Comuni. Con la garanzia dei vaccini faremo un lavoro straordinario, coinvolgendo tutti i cittadini campani“.

Tessera per i servizi ai vaccinati

De Luca mostra infine anche la card che sarà data a chi ha fatto le due dosi di vaccinazioni. Tessera collegata con la piattaforma sanitaria regionale, “un’altra eccellenza campana” che, sostiene il governatore, darà la possibilità a chi ne sarà dotato di usufruire di servizi.

La crisi di governo “situazione francamente imbarazzante”

La crisi di Governo, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, la definisce “una situazione francamente imbarazzante, come se non avessimo abbastanza problemi, una situazione che sta screditando l’Italia in Europa e nel mondo”.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : campaniaCoronavirusdiretta de luca

Leave a Response