close
Scuola e dintorni

Scuola: no Dad contro una nuova possibile chiusura

Dopo le dichiarazioni del Governatore De Luca, i no Dad protestano contro un nuovo ritorno alla didattica a distanza.

Nel suo consueto appuntamento settimanale, De Luca ha reso noto come ci sia stata un’incidenza tra l’aumento dei casi in Campania e la riapertura della scuola. Proprio per questo, il Governatore ha ammesso di non escludere un ritorno alla didattica a distanza in tempi brevi, se questo dovesse servire a contenere la curva del contagio. A questo punto, però, le famiglie No Dad insorgono: la chiusura della scuola non può e non deve essere, secondo loro, l’unica soluzione.

Le proteste dei no Dad

I no Dad sono furiosi dopo le dichiarazioni di De Luca e promettono battaglia. Secondo loro, infatti, l’aumento dei casi in Campania non è preoccupante al punto da dover chiudere, di nuovo, la scuola.

Se la situazione sanitaria si fosse davvero tanto aggravata, come l’Unità di crisi afferma, allora sarebbe necessario che, assieme alle scuole, chiudessero anche gli uffici, gli esercizi commerciali, le chiese, i bar e i ristoranti. L’andamento dell’epidemia nella nostra regione, però, è tale da farla rimanere ancora in zona gialla.

Le famiglie, dunque, si rivolgono direttamente ai sindaci.

I sindaci incaricati di amministrare le nostre comunità operino con senso di responsabilità ed equilibrio, monitorando con attenzione la situazione nei vari territori, e senza assumere provvedimenti sproporzionati o irrazionali, contro i quali, ovviamente, agiremo con tutti gli strumenti.

La decisione del Tar

Dalla parte dei no Dad c’è il Tar della Campania, che è stato il primo ente che ha premuto affinché la scuola riaprisse.

Il quadro di protezione per la gestione della pandemia è stato approntato dal Governo centrale attraverso le misure contenute nei Dpcm. Eventuali interventi ulteriori da parte dei presidenti di Regione o dei sindaci sarebbero ammissibili solo ove si verificassero eventi effettivamente contingibili, ossia imprevedibili. Ma la situazione sanitaria attuale non ha più nulla di imprevedibile. La pandemia è purtroppo destinata a durare ancora a lungo, ma i Dpcm contengono le disposizioni da applicare nella gestione della pandemia in tutte le regioni italiane.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!