close
CulturaScuola e dintorni

“Il coraggio di essere umani”, il progetto di una scuola elementare di Napoli che ridà speranza

Il coraggio di essere umani“, un progetto di speranza realizzato dall’istituto comprensivo Russo Montale di Napoli, nel rione Sanità (quartiere Stella).

Essere umani: due parole che da qualche anno ormai ci rimandano anche al titolo della bellissima canzone di Marco Mengoni. Un inno al coraggio di mostrarsi per ciò che si è, unici e bellissimi:

Credo negli esseri umani \\ Che hanno coraggio \\ Coraggio di essere umani \\ Prendi la mano e rialzati \\ Tu puoi fidarti di me \\ Io sono uno qualunque \\ Uno dei tanti, uguale a te \\ Ma che splendore che sei \\ Nella tua fragilità \\ E ti ricordo che non siamo soli \\ A combattere questa realtà.
Proprio dalla particolare realtà del rione Sanità a Napoli (quartiere Stella), nasce il progetto della 5A dell’istituto comprensivo 19 Russo Montale, plesso Russo. Titolo del progetto è “Il coraggio di essere umani” e trae spunto dall’omonima canzone di Mengoni. A spiegarlo sono le docenti:

«In una scuola di “frontiera” il tema dell’inclusione è ancora più difficile da affrontare e la canzone di Mengoni ci ha offerto lo spunto per riflettere divertendosi. La musica ha aiutato a superare le barriere anche comunicative. I bambini hanno accolto con gioia l’iniziativa e ci terrebbero tanto ad avere un video, un messaggio o anche solo un pensiero da parte di Marco Mengoni, che è riuscito con la sua straordinaria voce ad emozionarli».

Il progetto ha avuto inizio circa un mese fa:

«Abbiamo iniziato il progetto in presenza. Il 5 febbraio era la giornata dei calzini spaiati e ognuno dei bambini è venuto a scuola con i calzini diversi. Il significato di questo gesto rimanda alla bellezza di ognuno di noi. Ognuno è unico, particolare e bisogna valorizzare le nostre diversità. Abbiamo poi avviato una discussione su questo argomento. Successivamente abbiamo fatto ascoltare, imparare e cantare alla classe la canzone “Esseri umani” di Marco Mengoni. Dopo esserci soffermati sul significato della canzone e sulle emozioni che ha suscitato in noi, i bambini hanno scritto delle lettere al cantante».

A realizzare il progetto insieme sono state le maestre Bianca Giliberti (vicepreside della scuola), Cristiana De Rosa, Daniela Mascellani e Maria Cristina Di Prisco. Le insegnanti hanno guidato i bambini nella stesura e nella correzione dei loro elaborati. Il progetto è poi terminato con la trascrizione del tutto su un padlet. Una vera e propria “bacheca virtuale” dove è possibile inserire testi, immagini, video e musica. Una delle immagini realizzate dalla classe comprende le parole della canzone di Mengoni che hanno emozionato maggiormente i bambini.

Il progetto è stato realizzato durante le ore di educazione civica, dedicate alla riflessione su temi spesso ancora lontani dai bambini di scuola primaria, ma ai quali bisogna comunque sensibilizzarli.

Nella speranza che il progetto arrivi anche a Marco Mengoni, le insegnanti hanno anche provato a contattare il cantante e la Sony Music, inviando messaggi su instagram ed email con il link del padlet. Ecco un’anteprima di una parte della bacheca virtuale della 5A:

Sul padlet si leggono lettere molto tenere scritte dai bambini e dedicate al cantante. Ad esempio su una di esse è scritto:

«Caro Marco Mengoni,
la tua canzone ESSERE UMANI è molto significativa e importante. Prima non davo molto peso alle parole. Poi, però, insieme alla mia classe e alle maestre, abbiamo approfondito molto le tue parole e ho capito che molte parole per me sono importanti, come: “INVINCIBILE”. Non dobbiamo abbatterci a causa delle parole delle persone e del loro giudizio. Un’altra parola è “CORAGGIO” perché dobbiamo avere coraggio nella vita per andare avanti. Queste sono le mie parole, ti mando cordiali saluti CIAO!!❤».

Il coraggio di essere umani” è dunque un progetto che vuole far emergere e trasmettere la voglia di riscatto e che ridà speranza! E la speranza è che le parole di questi meravigliosi bambini possano non solo arrivare a Marco Mengoni, ma anche portare un messaggio carico di valori positivi nella difficile realtà del rione Sanità di Napoli.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram Twitter!

Tags : didattica inclusivaEssereUmaniMengoniscuola
Sabrina Corbo

The author Sabrina Corbo