close
Politica

Green pass, la Camera ha approvato il Decreto: no ai tamponi gratuiti

FOTO DI REPERTORIO

Il decreto Green Pass è stato approvato dalla Camera con 259 voti favorevoli senza nessuna modifica al testo originario. Anche la Lega, che negli ultimi due giorni ha sostenuto alcuni emendamenti di Fratelli d’Italia, ha votato a favore ottenendo dal Governo l’impegno a discutere ordini del giorno su tamponi e adempimenti fiscali. Ora la palla dovrà passare al Senato per la conversione del decreto in legge.

Nessuno degli emendamenti presentati dalle opposizioni per modificare il decreto è stato approvato, neanche quelli sulla gratuità dei tamponi per tutti. Il governo ne è certo: l’unico modo per uscire dalla pandemia è il vaccino. La possibilità di rendere gratuiti i tamponi non è una soluzione al momento percorribile non solo perché le risorse da impiegare sarebbero troppo elevate, ma anche per una scelta precisa: il governo Draghi vuole incoraggiare le vaccinazioni.

“Perché investire solo sulla campagna vaccinale? Il tampone non è un disincentivo al vaccino, ma uno strumento sanitario per consentire il tracciamento del virus”, ha detto dal gruppo misto Doriana Sarli. Un primo emendamento chiedeva che i tamponi gratuiti fossero garantiti almeno per i minori tra i 12 e i 18 anni per cui la Camera ha già rigettato la proposta di esentarli dall’obbligo di Green Pass. “Abbiamo la necessità di continuare con i tamponi e di fare in modo che vengano fatti in maniera veloce e gratuita”, ha detto la deputata di Fratelli d’Italia Ylenja Lucaselli. “Non potete introdurre l’obbligo del Green Pass, senza inserire la gratuità, sì, dei vaccini, ma anche la gratuità dei tamponi, altrimenti è una falsa alternativa”, le parole di Maria Teresa Bellucci (FdI).

A richiedere tamponi gratuiti per tutti nelle ultime settimane sono stati soprattutto la Lega e Fratelli d’Italia: “Se lo Stato impone il Green Pass per lavorare, viaggiare, studiare, fare sport, volontariato e cultura, deve anche garantire tamponi, rapidi e gratuiti, per tutti”, aveva detto Matteo Salvini. Il governo è già intervenuto sul prezzo dei tamponi ad inizio agosto, fissandolo a 8 euro per i minorenni tra i 12 e i 18 anni e a 15 euro per i cittadini maggiorenni: “Abbiamo già fatto un grande lavoro – ha detto il sottosegretario Costa. Da qui passare alla gratuità per i lavoratori lo vedo un percorso complicato”. Attualmente il tampone resta gratuito per chi presenta sintomi da Covid-19 e per chi non può ottenere il Green Pass tramite vaccinazione per motivi di salute. “L’ideale – ha detto Pierpaolo Sileri intervenendo a L’Aria che tira su La7sarebbe che tutti i politici, di qualunque colore, mettano da parte il Green pass e l’obbligo vaccinale e dicano una cosa chiara: il vaccino salva o non salva la vita”.

 

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram YouTube!

 

 

 

 

Tags : 9settembrecameracovidGreenPassPolitica
Nicola Avolio

The author Nicola Avolio