close
Politica

Comunali Napoli, Tar boccia ricorso: lista Lega resta fuori

Fuori la lista della Lega, fuori due liste civiche di Catello Maresca, riammessa la lista di Alessandra Clemente, escluso nella coalizione di centrodestra anche il Partito Animalista, Queste le decisioni del Tar della Campania sui ricorsi in merito alle esclusioni di alcune liste dalle amministrative di Napoli del 3 e 4 ottobre. La decisione dura arriva su “Prima Napoli”, la lista con cui la Lega si sarebbe presentata in città e che è stata bocciata non solo per il minuto di ritardo ma anche per errori documentali che evidentemente per il Tar non sono sanabili.

Maresca: “Morte della democrazia” – “Una scandalosa decisione politica che sancisce la morte della democrazia: la forma non può vincere sulla sostanza. Si sta consumando un vero e proprio esproprio della sovranità popolare”: sono queste le prime parole di Catello Maresca, commentando la bocciatura da parte del Tar dei ricorsi contro l’esclusione delle liste civiche. “Così si mette seriamente a rischio – spiega Maresca – il diritto-dovere di migliaia di cittadini di esprimere il proprio voto. Andremo fino al Consiglio di Stato per far valere le nostre legittime aspirazioni a vivere in un paese democratico, lo facciamo per i napoletani e per tutelare la nostra squadra di uomini e donne di valore pronti a rimboccarsi le maniche per il futuro di Napoli. Sia chiaro che non rinunceremo ai nostri simboli e a fare campagna elettorale. Su questa storia di esclusione delle nostre liste è necessario fare chiarezza”.