close
AmbienteCronaca

Monopattini elettrici, arriva la stretta di De Luca per garantire la sicurezza stradale

Foto di Wayne Jackson da Pexels.


No alla circolazione nelle strade a rischio, obbligo di casco per i maggiorenni, rispetto dei limiti di velocità e obbligo di luci dopo il tramonto. De Luca chiede una stretta sull’uso dei monopattini elettrici, in una nota inviata ai sindaci della Campania.

La questione del trasporto in tempo di pandemia è stata al centro di molti dibattiti. In particolare, si è discusso sulla scelta di puntare sui monopattini elettrici, incentivandone l’uso soprattutto nelle grandi città. Il nocciolo della questione, però, è ancora la regolamentazione dell’uso dei monopattini stessi. Infatti, se la possibilità di utilizzare i monopattini elettrici è perfettamente in linea con il bisogno di rendere le grandi città più eco-sostenibili, aiutando a snellire anche l’affollamento dei mezzi pubblici tradizionali, resta il problema dell’uso, spesso piuttosto sregolato e a tratti incivile, che ne viene fatto.

Almeno questo è quanto emerge da una nota inviata dal presidente della Campania, Vincenzo De Luca, a tutti i sindaci della Regione. Dopo tante segnalazioni di usi impropri dei monopattini elettrici, infatti, è arrivata la stretta di De Luca, che si espresso in maniera piuttosto dura e severa sulla questione. “L’uso dei monopattini – ha sottolineato il presidente – è diventato in qualche caso un uso irresponsabile e quasi criminale”.

Più regole e controlli 

Nella sua nota, De Luca ha sottolineato la necessità di far osservare con più severità le norme del codice della strada, le quali restano ancora troppo spesso inosservate considerando la circolazione dei monopattini. A luglio si era discusso circa l’introduzione di diverse regole, tra le quali l’obbligatorietà del casco e di altri dispositivi di sicurezza, un’età minima per l’uso del mezzo, e la sospensione del monopattino per chi avesse infranto il codice della strada.

Evidentemente, però, c’è qualcosa che ancora sfugge. Secondo De Luca, infatti, l’uso improprio dei monopattini elettrici sta diventando una “vera emergenza”. E sottolinea la necessità di garantire la sicurezza stradale ai cittadini, agli automobilisti e agli stessi conducenti dei monopattini.

Con le sue espressioni piuttosto colorite teatrali, il governatore della Campania ha sottolineato che “[v]edere queste teste di sedano che camminano sui monopattini senza casco e in qualche caso senza neanche la luce per la segnalazione del monopattino, senza neanche i catarifrangenti, è una cosa francamente insopportabile”. Intollerabile e pericolosa è, per De Luca, anche la mancanza di rispetto di alcuni conducenti alla guida dei monopattini, che farebbero slalom persino tra i pedoni.

La proposta di un “provvedimento tipo”

Pur sperando in misure più vincolanti da parte del Governo centrale, De Luca reputa, quindi, necessaria una stretta almeno nella sua regione. Perseguendo una strada di massimo rigore, il presidente ha annunciato un “provvedimento tipo” che sarà trasmesso ai Comuni della regione affinché “approvino in tempi rapidi i regolamenti comunali”.

“Tra i punti di competenza dei Comuni – aggiunge De Luca nelle nota – viene segnalata la necessità di inibire la circolazione nelle strade cittadine più a rischio, l’obbligo del casco anche per i maggiorenni, limitazioni di velocità, obbligo dopo il tramonto (già previsto dalle norme nazionali) di dotazione di dispositivi di segnalazione luminosa”. Il provvedimento dovrebbe, inoltre, vietare di circolare con i monopattini nei luoghi frequentati dai pedoni, sui lungomari, nelle ville comunali, nei giardini.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram YouTube!

Tags : campaniaDeLucamonopattini
Anna Gallo

The author Anna Gallo