close
CronacaSport

La storia di Santino, il bambino argentino innamorato di Napoli che realizza il suo sogno

di Raffaele Accetta- Si chiama Santino e ha soli 8 anni. E’ il bambino argentino innamorato di Napoli e del Napoli che ha realizzato il suo sogno.

La sua storia ha emozionato migliaia di tifosi del Napoli e il mondo del web.

La falsa promessa

Tutto è cominciato ad aprile 2021, quando durante una diretta streaming su Instagram gli fu promessa da tale Giovanni una maglia ufficiale della S.S.C. Napoli autografata.

Già in quell’occasione centinaia di persone poterono vedere e apprezzare la tantissima emozione da parte di Santino e del suo papà Ruben. Le lacrime di gioia e di amore verso Napoli ed il calcio quindi non passarono affatto inosservate, tranne evidentemente proprio per chi si era reso autore pubblicamente di una promessa mai mantenuta.

Nei mesi successivi Ruben (il papà di Santino) ha provato in tantissimi modi a farsi rispondere da quella persona, soprattutto vedendo suo figlio stare male a causa di quella falsa promessa che aveva acceso in lui un faro cospicuo di luce azzurra. I suoi tentativi purtroppo hanno avuto tutti esito negativo.

La vera sorpresa

Quello che poi è accaduto avete avuto modo di vederlo nelle scorse settimane attraverso il video che ha fatto il giro del web.

Ebbene sì, con grande orgoglio e soddisfazione, grazie agli editori della Redazione della BussolaTV , siamo riusciti finalmente a far avere al piccolo Santino una vera maglia del Napoli, autografata dal calciatore Dries Mertens.

E’ opportuno evidenziare l’aggettivo “vera” ben due volte in quanto prima di ricevere la nostra sorpresa, il temerario Ruben -non perdendosi di coraggio- ha regalato a suo figlio una maglia azzurra non ufficiale acquistata nella loro città Santa Fe, e pur di mettere fine a quella ormai strenuante attesa  si è persino reinventato calciatore facendo di suo pugno (a malincuore) degli autografi su quella maglietta, al fine di renderla più credibile al piccolo Santino.

Durante la recente intervista integrale, Santino e Ruben ci hanno raccontato la loro storia fatta di spirito di sacrificio, sana passione per il calcio ed autentica semplicità.

Il secondo sogno di Santino e le difficoltà economiche di suo padre

Oltre a voler diventare calciatore, il sogno più importante di Santino è quello di venire a Napoli per visitarla e soprattutto per avere la possibilità di fare un provino per la sua squadra del cuore.

Il papà Ruben ci ha inoltre spiegato delle difficoltà economiche che si sono presentate da quando ha perso ingiustamente il lavoro 5 anni fa e che attualmente rendono molto difficile la realizzazione del sogno di Santino.

Avendo inoltre un problema di salute alla schiena non può fare determinati lavori e così con grande forza e spirito di iniziativa ha unito l’utile al dilettevole e si è dedicato all’attività di allenatore di calcio che svolge tuttora.

Lieto fine

Siamo lieti di aver divulgato questa storia con un lieto fine e di avervi fatto conoscere due persone fantastiche come Ruben ed il suo piccolo Santino.

Ringraziamo la collettività per la notevole solidarietà e sensibilità dimostrata nell’augurio che il piccolo argentino possa mettere piede a Napoli presto, esaudendo anche quest’altro sogno.

Concludo con un invito: che si rispettino sempre i bambini ed i loro sogni e che non si contribuisca mai ad illuderli.

__

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

 

Tags : SSC Napoli
Raffaele Accetta

The author Raffaele Accetta

Giornalista innamorato della verità. Videoreporter. Amo scrivere, intervistare, fotografare.