close
Cronaca

23 settembre, 37 anni dalla morte di Giancarlo Siani

“Puoi cadere migliaia di volte nella vita, ma se sei realmente libero nei pensieri, nel cuore e se possiedi l’animo del saggio potrai cadere anche infinite volte nel percorso della tua vita, ma non lo farai mai in ginocchio, sempre in piedi.”

Oggi ricorre il 37esimo anniversario dell’omicidio di Giancarlo Siani, simbolo del giornalismo e del riscatto cittadino.

Giancarlo Siani era un giornalista che svolgeva il suo lavoro nel miglior modo possibile, come qualunque giornalista dovrebbe fare. Ci metteva la faccia, affrontava tutto in prima persona per portare alle persone la verità della realtà che vivono. Il 23 settembre 1985, Giancarlo viene assassinato sotto casa con 10 colpi di pistola dal clan Nuvoletta. Assassinato perché svolgeva il suo lavoro, portava la verità della città, indagava su i clan camorristici di Torre Annunziata scoprendo tante informazioni importanti che gli hanno costato la vita.

Giancarlo Siani

 

Qualche anno fa Giancarlo è tornato a casa sua con un murales in occasione dell’anniversario di morte, murales dipinto sul muro difronte dove è stato assassinato. Murales che rischia di non esserci più, col passare del tempo e a causa della pioggia il dipinto sta scomparendo, Maria Muscarà (consigliere del gruppo misto) fa appello alla Regione Campania e a chi ha il dovere di restaurare l’opera, perché non bisogna dimenticare.

Giancarlo Siani ci ha mostrato quanto sia forte l’informazione e sopratutto la conoscenza, da prendere come esempio nel modo di porsi alla vita ed essere liberi di poter mettere in atto la realtà dei fatti. Un esempio e modello per tutti i giornalisti, insegnando a non avere paura di tenere testa e di mostrare la verità alle persone, oggi Giancarlo vive grazie al suo operato, vive nella scrittura di tutte quelle persone che come lui non hanno paura di dire la verità pur andando contro a persone, istituzioni e situazioni scomode. Giancarlo Siani è un esempio per ogni singolo cittadino, deve essere d’ispirazione per tutte le persone ad essere liberi, parlare senza avere paura e denunciare quando ce n’è bisogno, e se tutti noi faremo come lui la verità, la lealtà e la legalità non morirà mai come non morirà mai Giancarlo Siani.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!