sabato, Dicembre 3, 2022
HomePoliticaElezioni in Brasile: Lula e Bolsonaro andranno al ballottaggio

Elezioni in Brasile: Lula e Bolsonaro andranno al ballottaggio

Domenica, in Brasile, si è tenuto il primo turno delle elezioni presidenziali dalle quali non è emerso un vincitore.

Il Brasile è una repubblica presidenziale federale, come gli Stati Uniti, e dunque il presidente esercita il potere esecutivo ed è capo del governo. La legge elettorale in vigore è basata su un sistema a doppio turno, come in Francia: vince al primo turno il candidato che supera il 50 per cento delle preferenze, mentre nel caso in cui nessuno dei candidati dovesse superare la soglia per essere eletti, i due candidati che hanno ottenuto più preferenze si sfidano dopo quattro settimane in un ballotaggio. I due candidati principali erano il presidente uscente Jair Bolsonaro, di estrema destra, e l’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva, detto Lula, di sinistra, che si sfideranno al ballottaggio del 30 ottobre.

Lula, che era il favorito secondo i sondaggi, ha raccolto il 48,43 percento delle preferenze, contro il 43,20 percento di Bolsonaro, che ha superato ampiamente le previsioni degli istituti sondaggistici brasiliani. Nessuno degli altri candidati, secondo quanto riportato dal Tribunal Superior Eleitoral, il Tribunale Elettorale Superiore del Brasile, ha superato il 5 per cento delle preferenze.

C’è molta preoccupazione intorno all’esito finale di queste elezioni, che secondo diversi analisti politici saranno un importante test per il Brasile, ritenuta una delle più grandi democrazie del mondo da quando nel 1988 entrò in vigore la Costituzione brasiliana in seguito alla fine della ventennale dittatura militare. Durante l’intera campagna elettorale, il presidente uscente Jair Bolsonaro ha criticamente fortemente il sistema di voto basato su macchinari elettronici, a suo dire soggetti a tentativi di brogli, sebbene non vi sia alcuna prova a dare credito alle sue accuse. Bolsonaro ha detto per mesi che il supporto del suo elettorato era sottostimato dai sondaggi e, durante i suoi comizi, ha detto ai suoi elettori che i possibili esiti per le elezioni sarebbero stati tre: «vincere, essere arrestato o essere ucciso», assicurando che non sarebbe mai andato in prigione.

Lula, il principale avversario di Bolsonaro e vincitore del primo turno di queste elezioni presidenziali, è stato Presidente del Brasile tra il 2003 e il 2011, e nel 2017 venne arrestato per corruzione, per poi essere scagionato nel 2021 dopo che la Corte suprema brasialiana stabilì che il giudice che lo aveva condannato, e che era poi era stato nominato ministro della Giustizia da Bolsonaro, non era stato imparziale. Per queste elezioni, Lula ha tentato di tenere insieme un’ampia coalizione che costituisse un “fronte democratico” contro la deriva autoritaria rappresentata dal presidente uscente Bolsonaro. Il candidato vicepresidente è Geraldo Alckmin, di centrodestra, avversario di Lula alle presidenziali del 2006.

Mappa degli stati vinti da Bolsonaro e da Lula. Cliccando è disponibile la versione interattiva con il dettaglio dei dati, stato per stato.

Bolsonaro e Lula sono i due politici più importanti politici brasiliani, ma anche i più polarizzanti. Gli elettori di sinistra, in Brasile, vedono Bolsonaro come una minaccia per la tenuta democratica del proprio paese, mentre gli elettori di destra vedono Lula come un galeotto che ha avuto un ruolo centrale nella deriva delle istituzioni brasiliani per via della corruzione dilagante.

Parallelamente alle elezioni presidenziali, i cittadini brasiliani hanno votato anche per eleggere i 27 governatori di tutti gli stati del paese (il Brasile è una repubblica federale), per rinnovare un terzo del Senato – 27 degli 81 senatori – e l’intera Camera dei Deputati, composta da 513 membri. L’affluenza è leggermente calata rispetto al 2018, passando dall’80 per cento al 79, sebbene in Brasile il voto sia obbligatorio.

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

 

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments