lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeCronacaAcerra: sparò al cugino in strada, condannato

Acerra: sparò al cugino in strada, condannato

Acerra – Il gip del tribunale di Napoli Valentina Gallo, ha condannato Enrico Terracciano, 19 anni, ritenuto responsabile in primo grado di tentato omicidio volontario, porto e detenzione illegale di arma da fuoco, reati contestati dalla modalità mafiosa.

Al termine del processo celebrato con il rito abbreviato rimedia 10 anni e 8 mesi, una pena decisamente inferiore rispetto alla richiesta del pubblico ministero che si era espresso per 14 anni di reclusione. Accolte, nello specifico, le argomentazioni giuridiche avanzate dal legale di fiducia dell’imputato, l’avvocato Elisabetta Montano.

I fatti oggetto di questo procedimento risalgono al pomeriggio del 15 marzo 2022, quando il cugino dell’indagato, Antonio Terracciano, di 23 anni, venne aggredito in via don Giuseppe Puglisi. La vittima fu costretta ad uscire dalla sua Lancia Y e venne colpita prima alla testa dal calcio della pistola e poi attinta da un colpo di pistola tra collo, spalla e torace.

All’origine di questa aggressione ci sarebbe stato un debito non pagato maturato in attività illecite. Fondamentali per l’esito delle indagini si sono rivelate anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza, sia pubbliche che private.

Due settimane fa il 19enne era stato destinatario – insieme ad altri tre coetanei – di un’ordinanza cautelare per un tentato omicidio avvenuto a novembre dell’anno scorso. Da una Fiat Punto partì un colpo di fucile contro una Golf con a bordo cinque persone, di cui una restò ferita al braccio.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Tik Tok e  Instagram!

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments