close
AmbienteSport

Kalidou Koulibaly cittadino onorario di Napoli

Al giorno d’oggi è sempre più difficile, visti i comportamenti di molti, accettare nuove culture e condividere le proprie abitudini con persone esterne al proprio territorio; fortunatamente però questo non è il caso di Napoli e dei suoi cittadini. Dimora del calcio e dell’ospitalità, Napoli ha deciso negli ultimi giorni di rendere il difensore della squadra partenopea, Kalidou Koulibaly, cittadino onorario.

La decisione

«Kalidou Koulibaly deve essere cittadino onorario di Napoli». Queste sono state le parole del consiglio comunale cittadino che, all’unanimità, ha deciso di inviare questa specifica richiesta direttamente al sindaco Luigi de Magistris. Giocatore dalle grandi doti e amante della città partenopea, Koulibaly merita secondo molti la cittadinanza onoraria.

Il motivo principale

Ciò che più di tutto ha spinto i consiglieri Laura Bismuto e Nino Simeone a rendere valida questa richiesta, sono stati gli episodi di razzismo avvenuti nel Dicembre 2018 a Milano, durante un incontro calcistico. Ovviamente il mirino della tifoseria avversaria fu Koulibaly, il quale fu ripetutamente offeso con cori razzisti ed altro ancora.

Un passo indietro

Successivamente ai fatti avvenuti, la F.I.G.C. e le più importanti istituzioni hanno combattuto al fianco della squadra e del giocatore, in modo tale che disgrazie simili non si verifichino più. Il primo cittadino di Milano in persona, Giuseppe Sala, ha porto le proprie scuse a nome di coloro che hanno sbagliato, attraverso un incontro pubblico con De Magistris. L’incontro stesso, chiamato anche: Napoli-Milano unite nella diversità, ha riscosso un grande successo ed è stato organizzato sia al sud che al nord. In onore dell’evento numerose sono state le presenze di personaggi dello spettacolo e della musica come Enzo Avitabile e Maurizio de Giovanni.

Il consiglio comunale

«La scelta del consiglio comunale – spiegano Simeone e Bismuto – è stata fortemente voluta a seguito delle offese e dei cori rivolti al giocatore durante la partita Inter-Napoli nello scorso dicembre. Offese a cui Koulibaly rispose con dichiarazioni che hanno dimostrato che, oltre ad essere un fuoriclasse, è un esemplare cittadino del mondo. Un’iniziativa dalla grande valenza simbolica, che va a ricordare e sottolineare la natura antirazzista, multiculturale e multietnica della nostra città, di cui Kalidou Koulibaly è e può essere degno rappresentante».

Superato l’ostacolo del consiglio comunale, la decisione finale spetta solo al sindaco De Magistris, il quale è entusiasta di poter rendere Kalidou Koulibaly un cittadino onorario napoletano, essendo senegalese. Ad affermarlo sono state le parole del primo cittadino di Napoli: «In un momento in cui prevale il rancore nel nostro Paese, vogliamo provare a mettere in campo coesione, solidarietà, fratellanza giustizia sociale».

 

 

 

Tags : CALCIOcittadinanzanapoliRazzismoSolidarietà

Leave a Response