close
Cronaca

Casoria: Riduce in fin di vita un gatto, ma viene identificato grazie a TikTok

A Casoria, un ragazzino riduce in fin di vita un gatto, ma viene individuato grazie a TikTok.

Accade a Casoria (NA). Un ragazzino viene ripreso su TikTok dagli amici (popolarissimo social tra i più giovani) mentre prende a calci un gatto. Grazie a questo video, il colpevole è stato subito individuato e denunciato. Il gatto però, purtroppo, pare sia morto.

Il video, che riprende il “volo” del gatto di quasi due metri a causa dei calci, fa il giro del web e dei social. Scatta dunque l’appello: “chiunque riconosca il responsabile, lo denunci alle autorità competenti“. Ebbene, il potere dei social ha consentito che il colpevole fosse individuato.

Nonostante ciò, sono comunque inevitabili le proteste di cittadini indignati e degli animalisti. Ad esempio, Stella Cervasio, garante per la tutela degli animali a Napoli, scrive al Sindaco di Casoria:

«Un primo cittadino deve intervenire in casi del genere, perché sono stati evidentemente lesi i diritti di un animale. Che cosa intende fare per sanare tristi situazioni del genere? Noi faremo tutto il possibile per dare giustizia a quel gatto».

Sulla vicenda si esprime anche il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli:

«Mi sono attivato subito per colpire l’autore di un tale gesto e avere notizie del povero animale. Stiamo braccando i responsabili della vicenda. Gandhi diceva che lo spessore di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali: da queste parti, evidentemente, siamo molto indietro».

In ogni caso l’augurio è che eventi del genere spingano i cittadini a fermare simili comportamenti, piuttosto che riprenderli.

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : casoriatiktokviolenza animali
Sabrina Corbo

The author Sabrina Corbo

Leave a Response