close
CronacaPolitica

De Luca attacca il governo: “Sottovalutano l’epidemia”. Su De Magistris: “Un autentica nullità”

Nella sua ultima conferenza stampa il presidente della Campania De Luca ha criticato l’operato del Governo e le frasi della Azzolina. Attacco anche al sindaco di Napoli De Magistris: “Un’autentica nullità!”.

Quello del Venerdì è oramai un appuntamento fisso con le dirette del presidente De Luca da inizio pandemia. In queste conferenze con lo sfondo blu, la mascherina sulla scrivania e l’immancabile bicchiere d’acqua il presidente fa il punto della situazione sull’emergenza in atto. Ormai abbiamo imparato tutti a conoscere il suo modo di fare: senza peli sulla lingua e senza risparmiare attacchi o critiche, anche nella sua ultima conferenza. Dal velato attacco a De Magistris e il Governo, passando per gli auguri a Maradona, ripercorriamo i punti salienti del suo ultimo intervento. 

Le parole su De Magistris

Ci sono sindaci che sono autentiche nullità, hanno abbandonato la città e non hanno alzato un dito nemmeno per mettere ordine nella movida. Queste autentiche nullità parlano per fare polemica. Gente che in un paese normale sarebbe stata affidata ai servizi sociali da anni.

E’ questa una delle affermazioni di De Luca che più affatto parlare. La stoccata al sindaco di Napoli, seppur mai direttamente nominato, è palese.

De Luca contro il Governo

Tuttavia l’attacco più pesante di De Luca arriva nei confronti del Governo, reo di non aver tempestivamente intrapreso una linea d’azione valida.

 Sottovaluta la gravità dell’epidemia, perde tempo prezioso e fa accumulare migliaia di contagi, che portano al collasso il sistema ospedaliero del Paese. Non ha preparato un piano di aiuti economici alle categorie. La situazione si è enormemente aggravata per i ritardi del governo. Nessuno si permetta di adottare misure mezze mezze per il lockdown. Le sole misure efficaci sono di carattere nazionale, ci sono regioni che hanno una percentuale di contagi superiore a quella di Napoli. Ogni ora perduta sono migliaia di contagi in più […] Non ha predisposto un piano nazionale per la sicurezza e per il rispetto delle ordinanze, mi riferisco per esempio all’obbligo di indossare le mascherine, che noi in Campania abbiamo anticipato, come tante altre cose.

E nel suo intervento non risparmia nemmeno il Ministro dell’Istuzione, Lucia Azzolina.

Dice di riaprire le scuole, ripete a pappagallo frasi fatte. Ma come si fa a riaprire le scuole? I ragazzi anche più piccoli sono veicoli di contagio.

L’attacco ai media

De Luca ne ha anche per i media e il sistema dell informazione, citando le parola di Papa Francesco nel suo discorso.

Il mondo è pronto a calpestare le vita delle persone. Il Papa osserva che perfino la politica ha perso ogni dignità. Non si può più dialogare, dopo dieci secondi si viene interrotti. Leggete queste parole del Papa e pensate ai tanti servizi degli organi di informazione, che esprimono narcisismi o pollai inutili. C’è un giornalista che stimo, il direttore della Stampa, Massimo Giannini. Una volta ha detto: De Luca si preoccupi dello scandalo degli ospedali Loreto Mare e San Giovanni Bosco. Poiché lo stimo l’ho chiamato a casa per chiedergli quali fossero questi scandali. Mi ha detto che si riferiva a un servizio televisivo e lui è una persona di grande qualità.

Gli auguri a Maradona

Lasciato per un po’ da parte l’argomento coronavirus De Luca rivolge i suoi auguri a Maradona.

Rivolgo i miei auguri a Maradona per i suoi 60 anni. E’ genio del pallone, spero che si curi un po’ di più, l’ho visto un poco scombinato. Credo sia doveroso mandargli un auguro affettuoso.

Il punto della situazione in Campania

 Il contagio corre in Campania; sono 3186 i nuovi positivi – su oltre 18mila tamponi effettuati – registrati dall’Unità di crisi nelle ultime 24 ore. Dati sviscerati dallo stesso De Luca nel corso della conferenza, che lancia l’allarme:

Non siamo al livello più alto di contagio il peggio deve ancora venire con la stagione influenzale e con l’inverno.

Il presidente ha parlato anche della questione posti letto, sulla quale puntalizza:

Abbiamo disponibili 250 posti di terapia intensiva, il 40% libero. Chiarisco che noi aumentiamo la disponibilità di terapie intensive a mano a mano che cresce la domanda per non spostare personale e non fargli fare niente

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram Twitter!

Tags : CoronavirusDeLucaDeMagistrisGOVERNOLuciaAzzolinaRegioneCampaniaUnitàDiCrisiRegioneCampania

Leave a Response