close
CronacaPolitica

DPCM di Dicembre; stretta sugli spostamenti tra regioni e coprifuoco dalle 22 in vista delle feste

Onde evitare festeggiamenti ed assembramenti eccessivi nel periodo delle feste natalizie si lavora ad un nuovo dpcm. Il ministro Speranza conferma che il coprifuoco dalle 22:00 resterà in vigore anche per il 24 e il 31 dicembre. Prevista anche una stretta sullo spostamento tra regioni. Il decreto dovrebbe entrare in vigore il 4 dicembre.

Negli ultimi giorni il centro del dibattito politico ha volto le sue attenzioni nel periodo festivo; sono infatti allo studio misure atte a contenere l’epidemia in vista dei giorni dell’anno dove normalmente si riuniscono un gran numero di persone per festeggiare insieme. A far menzione delle prossime mosse del governo è il ministro Speranza. Il ministro ha infatti detto a Live non è la D’Urso, che questo “Non sarà un Natale come tutti gli altri, dobbiamo dire parole di verità”.

Il coprifuoco

Tra le varie misure si andrebbe verso una riconferma quasi certa, come ha anche annunciato Speranza stesso, del coprifuoco a partire dalle ore 22:00 alle 6:00 anche il 24 e il 31 dicembre. Il dpcm, che sarà operativo dal 4 dicembre, prevede tutte le altre regole da seguire in occasione delle feste; stretta anche allo spostamento tra regioni, con alcune eccezioni in corso di valutazione. Proprio sulla questione coprifuoco Speranza si sbilancia:

Penso proprio di sì. È una norma già vigente e penso che vada confermata ancora. È una delle norme che ci ha consentito in queste settimane di iniziare quel percorso graduale e faticoso che ci consentirà di piegare la curva. Quindi penso proprio di sì.

Il ministro ha inoltre affermato che la messa di natale dovrebbe essere anticipata proprio per ottemperare al coprifuoco.

Per quanto riguarda i negozi, questi chiuderanno alle 21 per consentire lo shopping evitando affollamenti. Bar e ristoranti continueranno a chiudere alle 18 e non apriranno per le giornate di Natale e Santo Stefano.

Lo spostamento tra Regioni

Si stima che entro Natale tutta l’Italia sarà in zona gialla, tuttavia anche tra tali aree vigerà il divieto di spostamento tra Regioni. Consentiti gli spostamenti nelle seconde case solo se nella stessa Regione.

Ecco alcune eccezioni che però potrebbero essere applicate:

  • Ritorno alla residenza.
  • Possibilità di trascorre le feste con i propri familiari in altre città, ma solamente se si tratta di parenti malati o genitori anziani soli.
  • Ipotesi di spostamento tra regione anche per gli studenti fuori sede.

Per qualsiasi spostamento, comunque, servirà l’autocertificazione. 

 

Le raccomandazioni dell’Ue per Natale

L’Ue intanto si prepara a rilasciare delle linee guida, non vincolanti, da seguire durante le feste per evitare una terza ondata.

  • Evitare eventi di massa
  • Limite al numero massimo di persone da poter invitare nella propria abitazione (e in ogni caso utilizzando la mascherina)
  • Coprifuoco notturno per evitare festeggiamenti
  • Evitare grandi cerimonie religiose (da preferire quelle online o in tv)
  • Proibiti i canti in chiesa
  • Uso della mascherina obbligatoria in chiesa

Il provvedimento è previsto per mercoledi.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

 

Tags : CapodannoCoprifuocoDPCMDicembreDPCMNataleFesteNatalizieMinistroSperanzanataleSpostamentoTraRegioni

Leave a Response