close
Cultura

BussoLaLingua // Mo’, mo’mo’, mofallanne: ma perché si dice così?

Mo’ ”  è, senza dubbio, uno degli intercalari che più facilmente potrebbe capitarci di sentire chiacchierando con qualcuno che vive a Napoli o in Campania. “Mo’ vado un attimo a fare la spesa.”, “Dimmi la verità, mo’mo’, senza scuse!”, “E’ arrivato mo’mo'”, “Mofallanne m’è successo un fatto proprio strano”: queste sono solo alcune delle espressioni che potremmo ascoltare.

Ma cosa significa “mo’ ” e i suoi derivati – “mo’mo'” e il più oscuro “mofallanne”? Come nasce questa strana e brevissima parola?

#BussoLaLingua mo’mo’ e senza indugi ve lo racconta.

Mo’ e mo’mo’

Mo’ significa “ora, proprio adesso“, e mo’mo’ viene usato per indicare un’urgenza ancora maggiore, fretta, impazienza, ma anche estrema immediatezza.

Questa parola, per quanto breve, ha un’etimologia incerta: infatti, se alcuni fanno derivare la parola dal latino mŏdŏ (un avverbio che, tra i suoi significati, aveva anche quello di “ora” e “adesso”) altri lo fanno derivare dal latino mox (che vuol dire, appunto, ora).

A seconda di quale interpretazione etimologica si intenda assecondare, varierà il modo di scrivere questa parola: se si riconduce l’origine della parola a mŏdŏ, la si dovrà scrivere con un apostrofo finale – in quanto si verifica l’apocope di “do” – mentre invece, se si protendesse per la parola mox, la si dovrà scrivere senza alcun apostrofo o accento – ovvero, semplicemente, “mo”.

Mofallanne

Insieme a “mo’ ” e al più urgente “mo’ mo'”, esiste anche una la misteriosa parola “mofallanne”: che cosa vuol dire?

“Mofallanne” si usa per indicare che una cosa è avvenuta circa da un anno – anche se, letteralmente, significherebbe: mo’ fa l’anne, ora fa un anno. Quest’espressione così particolare è molto meno comune dei più semplici “mo’ ” e “mo’mo’ “, ma talvolta capita ancora di sentirla pronunciare.

Mo’, mo’mo’ e mofallanne

Mofallanne abbiamo iniziato queste rubriche sui modi di dire, le tradizioni e le leggende della Campania, ed è davvero strano che si sia atteso tanto prima di dedicare uno di questi articoli a un intercalare così diffuso nel parlare comune.

Fortunatamente, abbiamo risolto: e mo’ che siamo arrivati insieme alla fine del nostro appuntamento settimanale, caro lettore o cara lettrice, non ci resta che salutarci. 

Hai letto tutti i nostri articoli sui segreti di altre parole e modi di dire? Se non lo hai fatto, rimedia mo’mo’

Se vuoi approfondire la tua conoscenza sulla nostra cultura regionale o leggere altre storie della Campania, non perderti le nostre rubriche sulle Leggende e sui Sapori della nostra regione : #BussoLaLeggenda e #BussoLaTavola

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram Twitter!

 

Tags : bussolalinguamo'mo'mo'mofallanne

Leave a Response