close
Senza categoria

Campania zona Arancione tra le proteste, ma “senza la salute non riparte l’economia”

La scelta del Presidente della Regione Vincenzo De Luca di lasciare la Campania dipinta di arancione ha scontentato molte categorie: sicuramente i Centri Commerciali e i ristoratori, che già avevano speso del denaro per essere pronti alla riapertura, ma anche i baristi, che ancora una volta si sono visti purtroppo limitare nelle vendite.

Gennaro Oliviero “La coperta è estremamente corta”

E’ davvero difficile conciliare salute ed economia, soprattutto in una regione complessa come la Campania. Ne è ben consapevole Gennaro Oliviero, presidente del consiglio regionale della Campania, che si dice perfettamente d’accordo con la linea rigorosa portata avanti da De Luca.

La coperta è estremamente corta, o si guarda all’aspetto della salute o all’economia, in questo momento dobbiamo sapere che senza salute non riparte l’economia.

Condivido fino in fondo il rigore di De Luca. Dobbiamo fare in modo che mantenendo il rigore in questo periodo di feste natalizie non paghiamo un prezzo salato dopo le feste.

Se ci allarghiamo adesso lo pagheremo dopo le feste.

Casartigiani: “Disappunto per una decisione assunta in solitudine”

Nonostante tutto, le proteste sono divampate e sono davvero molto dure le parole riservate al Governatore de Luca dall’associazione di Categoria Casartigiani.

L’associazione di categoria Casartigiani ha infatti reso nota la propria posizione a riguardo esprimendo

[…] disappunto per la decisione assunta in solitudine dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Luciano Longo: “Dietro ogni ordinanza c’è la sofferenza delle famiglie”

Luciano Longo, il presidente dell’Associazione, commenta così la decisione:

Possiamo comprendere il presidente abbia dovuto confermare la zona arancione della Campania avendo informazioni e/o una visione ai più sconosciuta. […]

 [Le ordinanze] non mostrano rispetto a chi tenta ancora di reggere l’economia e l’occupazione in questo territorio: ristoratori, bar, centri estetici, sartorie, agenzie di viaggio, hanno superato il punto di rottura, il punto di non ritorno, sono oltre lo stremo.

Dietro ogni ordinanza c’è la sofferenza delle imprese, di intere famiglie.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Leave a Response