close
Ambiente

Rio Mare e WWF: Insieme per gli Oceani

“Insieme per gli Oceani” è il progetto di educazione alla sostenibilità che Rio Mare e WWF dedicano alle bambine e ai bambini delle Scuole Primarie. La piccola Ondina e il suo saggio amico Oceano sono pronti per accompagnare le classi, e le famiglie, in un’avventura meravigliosa alla scoperta degli ecosistemi marini, della biodiversità e del consumo responsabile. Un viaggio che regala il rumore delle onde, i colori dei coralli, le curiosità degli abissi e un obiettivo condiviso: imparare a conoscere il nostro prezioso “Pianeta blu” e a difenderlo. Fin da piccoli!

Il progetto presenta un programma ricco di attività multidisciplinari in ambito antropologico espressivo, scientifico tecnologico e dell’educazione civica.

Non abbiamo ereditato la Terra dai nostri genitori, l’abbiamo presa in prestito dai nostri figli.

Capo Seattle, Indiano d’America, Discorso del 1852

La Terra è il Pianeta blu, così ci appare dallo Spazio e così ce lo raccontano i numeri: oltre i due terzi della superficie terrestre sono ricoperti d’acqua.

mari e gli oceani sono estremamente preziosi per l’uomo: rappresentano l’origine della vita, producono ossigeno, regolano il clima, ospitano una ricchissima biodiversità e sono fonte di cibo e lavoro.

La biodiversità è tanto più stupefacente se si pensa che circa il 90% delle specie che vivono nei mari è ancora da scoprire, ma è già a rischio: inquinamento, rifiuti, cambiamenti climatici, acidificazione, sovra sfruttamento… sono tutte minacce che dobbiamo contribuire a ridurre.

La protezione degli ecosistemi marini è, infatti, una delle grandi sfide dei nostri tempi. Una missione che Rio Mare e WWF hanno accettato già da tempo.

Rio Mare è il marchio italiano di pesce in scatola sinonimo di qualità e gusto, che ricerca l’eccellenza a tutti i livelli e che vede la sostenibilità come parte integrante della propria strategia aziendale.

WWF è tra le principali organizzazioni al mondo per la conservazione di specie e habitat, impegnata ogni giorno a costruire un futuro in cui l’umanità possa vivere in armonia con la natura.

Insieme, nel 2016, hanno stretto una partnership per promuovere la pesca sostenibile e la salute degli oceani. L’obiettivo, da parte dell’azienda, è di raggiungere il 100% di approvvigionamento di pesce da fonti sostenibili entro il 2024.

Da questa partnership è nato anche “Insieme per gli Oceani” il grande e articolato progetto che, quest’anno, coinvolge le Scuole Primarie attiva bambine e bambini: del resto è da loro che abbiamo preso in prestito il nostro meraviglioso Pianeta blu.

Il progetto per le scuole si propone in 3 tappe:

1. Un Oceano di Scienza

I bambini impareranno il ruolo fondamentale che rivestono i mari e gli oceani
per la Terra e per tutti noi; indagheranno la vita dei pesci e degli altri abitanti
degli oceani; conosceranno quali sono le minacce che mettono in pericolo
la vita marina e cosa possono fare per difenderla e per proteggere
la biodiversità e le zone incontaminate come Tetepare, meravigliosa
isola del Triangolo dei Coralli.

2. Le parole dell’Oceano

Con l’aiuto di Ondina e dei suoi amici, i bambini approfondiranno il rapporto tra
l’uomo e il mare. Un rapporto molto antico, come dimostrano i reperti
archeologici, le testimonianze letterarie e le rotte dei grandi esploratori, ma anche indispensabile e prezioso, come ci raccontano i pescatori di oggi
ma non solo, perché l’oceano è una risorsa e fonte di cibo e lavoro
per tante culture.

3. Caro Oceano, ti aiuto!

È arrivato il momento di dare importanza ai nostri gesti quotidiani per
tutelare il Pianeta: scegliere in modo consapevole e responsabile, saper leggere informazioni ed etichette, portare l’attenzione sul pesce
che acquistiamo e mangiamo per ridurre il nostro impatto sugli
ecosistemi marini.

Il concorso e come partecipare:

Nella loro vastità, gli oceani possono sembrare dei giganti forti e invincibili ma sono ecosistemi fragili e delicati da rispettare con l’aiuto di tutti, a ogni età.
È per questo che il concorso “Ora tocca a noi!” si rivolge alle classi e chiede alle bambine e ai bambini di aiutare la piccola Ondina a raccontare, in modo creativo, come ci si deve comportare per proteggere l’oceano e i suoi abitanti.

Per aiutare Ondina a proteggere il nostro amico Oceano, le classi possono inventare una nuova meravigliosa avventura, un nuovo viaggio con Ondina e Oceano tra onde, animali e piante marine e saggi pescatori. Ma possono anche rielaborare in modo creativo quello che hanno imparato grazie al progetto. Gli elaborati devono essere inviati dall’insegnante, accompagnati da una breve presentazione del percorso della classe, testuale o multimediale, e dal modulo di partecipazione compilato in ogni sua parte.

Un’iniziativa quella di Rio mare ricca di speranza che coinvolge anche le realtà di Napoli: il progetto è stato infatti, subito accolto dalle classi quarte dell’Istituto Comprensivo Statale 13 Ignazio Di Loyola, scuola primaria, che da settimane lavorano in maniera costante per la realizzazione di un elaborato finale per la salvaguardia degli oceani.

A realizzare il progetto insieme sono state le maestre delle classi quarte della scuola primaria che hanno guidato i bambini nella stesura e nella correzione dei loro elaborati. Il progetto prevede cartelloni, video, immagini, disegni interamente realizzati dai bambini durante il difficile periodo di DAD ma che adesso avranno la possibilità di continuare in presenza, lavorando finalmente tutti insieme.

Ecco alcune delle loro proposte:

Basta davvero poco per salvaguardare il mare… il mare è vita: rispettiamolo!

Per aiutare il mare propongo di mangiare solo il pesce pescato secondo le regole!

Divieti per tutti coloro che gettano i rifiuti in mare!

Il progetto è stato realizzato durante le ore di educazione civica, dedicate alla riflessione su temi spesso ancora lontani dai bambini di scuola primaria, ma ai quali bisogna comunque sensibilizzarli.

Per maggiori informazioni su come partecipare visita il sito https://scuola.insiemeperglioceani.it/progetto-scuola/

C’è tempo fino al 22 Aprile 2021, ma chi dorme non pigli pesci, quindi sotto a chi tocca!

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram Twitter!