close
Cronaca

Isole campane Covid-free: protesta dei sindaci “si segua il piano nazionale”

Inizierà il 15 aprile, quindi nella giornata di giovedì prossimo, la vaccinazione di massa della popolazione di Ischia per i maggiori di 16 anni.

Tale decisione è stata maturata ieri nel corso di una video conferenza tra Asl, sindaci e associazioni di categoria nel corso della quale è stata, dunque, confermata la disponibilità dei vaccini e dello staff medico, composto da circa 30 dottori.

L’iniziativa segue di pochi giorni quella già partita a Capri, con l’obiettivo di rendere covid-free le isole del golfo di Napoli in vista della stagione del turismo.

Che estate sarà? La campagna vaccinale sull’Isola Verde sembra voler dare una risposta a questa domanda in quanto finalizzata prettamente alla ripresa del turismo.

Ma tutto ciò ha causato una grande polemica sulla precedenza per le vaccinazioni a cittadini delle isole turistiche. Protesta iniziata dall’Anci Campania, l’associazione dei sindaci, con una lettera inviata al presidente dell’Unità di Crisi:

Non siamo d’accordo, si rischia di discriminare i cittadini per residenza. La Regione si attenga al piano vaccinale nazionale.

Attualmente sono 8.000 circa gli ischitani che hanno effettuato la prenotazione del vaccino sulla piattaforma on line regionale a fronte dei 60.000 che restano da vaccinare sull’isola. Oltre ai due hub vaccinali di Ischia e Forio si è deciso di allestirne un terzo a Lacco Ameno, presso il parco Negombo mentre nei prossimi giorni si dovrà reperire con la collaborazione degli albergatori un hotel per ospitare i medici impegnati nella campagna di vaccinazione.

Non ci stanno però i sindaci della Campania:

Apprezziamo l’interesse e l’attenzione da parte della Giunta regionale in quanto, lo sappiamo bene, il settore turistico è sicuramente uno dei più colpiti tra le attività economiche in Italia, e soprattutto in Campania. Tuttavia questa indicazione non ci trova concordi in quanto rischia di creare, nuovamente, una discriminazione tra i cittadini della Campania, stavolta non più per appartenenza a una categoria professionale ma per residenza. Pertanto suggeriamo di attenersi scrupolosamente ai criteri fissati dal Governo, evitando corse preferenziali.

La strategia campana per far sì che la prossima sia una estate di turismo il più normale possibile è semplice: vaccinare tutti gli abitanti delle isole per proteggerli e dare un messaggio di sicurezza in vista di una possibile riapertura dei viaggi internazionali ai turisti vaccinati. Il presidente De Luca lo ha spiegato con la sua consueta schiettezza:

Intendiamo immunizzare le isole, Ischia, Capri e Procida, nomi di valore mondiale da proporre sul mercato mondiale prima di farci rubare turisti dalla Grecia o dalla Spagna

De Luca ha anche detto che questa è un’operazione sanitaria e soprattutto un’opportunità per promuovere nel mondo il turismo campano. Oltre agli abitanti, nelle prossime settimane sarà vaccinato anche tutto il personale turistico e alberghiero, ma solo se ci saranno vaccini aggiuntivi rispetto alle quantità consegnate finora.

“Stiamo facendo di tutto per rilanciare l’economia perché abbiamo bisogno di tutelare la vita delle persone e portare il pane nelle famiglie”, ha affermato De Luca.

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su InstagramTwitter!