close
Cronaca

Vaccinazioni a Napoli e in provincia, 500 farmacie hanno aderito: “Una percentuale altissima”

La via d’uscita dalla crisi è nella vaccinazione, ed è nella vaccinazione che la regione Campania, come tutta Italia, ripone le sue speranze. Il piano vaccinale delineato dalle istituzioni è chiaro: più sedi possibili, non buttare nemmeno una dose. Ed è questa la filosofia del nuovo piano in arrivo a Napoli e provincia.

Per la campagna di vaccinazione, a Napoli si è fatto affidamento sulle farmacie, chiedendo la loro disponibilità a partecipare. E la risposta è stata affermativa per ben 500 di esse, si tratta del 65% delle farmacie napoletane. Il presidente di Federfarma Napoli commenta affermando che si tratti di “una percentuale altissima soprattutto se si considera che le farmacie aderenti sono quasi il triplo rispetto a quelle che stanno partecipando alla campagna di screening eseguendo i test rapidi in farmacia”

Il presidente Riccardo Maria Iorio ha poi continuato, chiarendo come “solo chi tra i colleghi avrà portato a termine la formazione obbligatoria potrà direttamente inoculare il vaccino. Noi siamo praticamente pronti a contribuire con migliaia di vaccinazioni al giorno. Il vaccino che dovremmo somministrare è quello Johnson & Johnson. Nelle nostre farmacie abbiamo già decine e decine di richieste al giorno, ma al momento non possiamo registrare ancora alcuna prenotazione in attesa di indicazioni precise”

La speranza di Iorio e della regione Campania tutta è che il Governo riesca a far avere la quantità di dosi necessaria per la vaccinazione, senza ritardi o mancanze. Grazie all’adesione di così tante farmacie, saranno molti i cittadini che avranno un centro vaccinale non lontano da casa.