close
Cronaca

Terrore a Nola: 55enne minaccia dipendenti Inps dopo la revoca del Reddito di cittadinanza

Quest’oggi un pregiudicato di 55 anni originario di Somma Vesuviana ha causato attimi di puro terrore presso gli uffici Inps di Nola: adirato per essersi visto revocare il Reddito di cittadinanza, ha dapprima perso le staffe limitandosi a delle lamentele verbali, dopodiché ha estratto un coltello che aveva portato con sé e ha minacciato una guardia giurata e la responsabile dell’ufficio per le relazioni con il pubblico.

I carabinieri, allertati da qualcuno che ha assistito alla scena, lo hanno prontamente arrestato – con l’accusa di porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere, resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di servizio pubblico e danneggiamento (l’uomo, infatti, ha riversato la propria rabbia anche su alcuni arredi) – e condotto in carcere, dove è in attesa di giudizio.

Proprio nella giornata di ieri, l’Inps ha diffuso i dati della spesa nazionale per il Reddito di cittadinanza: solo nella città di Napoli, la spesa relativa al mese di marzo si è quasi equiparata a quella di tutto il nord Italia con 157.000 famiglie che hanno percepito il Reddito o la Pensione di cittadinanza su 459.000 persone coinvolte in totale. Di contro, nello stesso mese, circa 224.872 famiglie sparse per l’intero Settentrione hanno beneficiato dell’erogazione monetaria su poco più di 452.000 individui interessati.