close
Cronaca

Caivano, verso registrato di un cane avvisava pusher e clienti del Parco Verde

Incredibile scoperta a Caivano da parte dei Carabinieri. Un 25enne del Parco Verde è stato sorpreso con un congegno che azionava un segnalatore acustico che riproduceva il verso di un cane che abbaia. Il verso era utilizzato per allertare pusher e clienti della presenza delle forze dell’ordine.

Diventano sempre più ingegnose le tecniche messe a punto dai pusher per evitare di essere sorpresi dalle forze dell’ordine nelle piazze di spaccio. L’ultima scoperta è stata fatta al Parco Verde, a Caivano. Qui infatti i Carabinieri hanno beccato un 25enne intento a consegnare un involucro di plastica, prelevato poco prima da un vano ricavato in un muro, ad un ragazzo.

Dopo la perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto 130 euro in contanti ed una dose di cocaina. Oltre a questo, però, i militari hanno fatto una sorprendente scoperta; il ragazzo aveva con sé un telecomando, che con un click attivava una registrazione. E così premuto il bottone si sentiva il verso, registrato, di un cane che abbaia. Espediente ovviamente messo a punto per allertare pusher e clienti dell’arrivo delle forze dell’ordine e mettersi in salvo prima del loro arrivo.

Il 25 enne dovrà ora rispondere dell’accusa di spaccio.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram Twitter!

Tags : CaivanoCaneRegistratocarabinieriParcoVerdePusherspaccio