close
Cronaca

Costiera Sorrentina, stop dell’Asl alle processioni di Pasqua ma i sindaci ribattono: ‘Si faranno lo stesso’

L’Asl Napoli 3, che copre anche i Comuni facenti parte della Costiera Sorrentina, ha dato lo stop alle tradizioni processioni che si tengono annualmente durante il periodo della Settimana Santa per evitare situazioni che potrebbero portare all’aumento dei contagi.

Un invito da parte dell’Azienda sanitaria che si appella più al buonsenso dei sindaci che alle leggi giacché dal 1 aprile cadranno tutte le restrizioni, comprese quella del divieto di assembramenti e quella dell’obbligo della mascherina all’aperto ma che non ha incontrato il favore dei primi cittadini dei territori interessati che si sono trovati tutti d’accordo sull’attenersi al piano originale. «Le processioni si faranno. Sono pronto ad assumermi tutte le responsabilità» ha chiosato ad esempio Massimo Coppola, sindaco di Sorrento.

L’appello nasce dalle recenti statistiche che hanno segnalato un aumento della curva dei contagi nella penisola, con 1800 persone da segnalare tra positivi e in isolamento. «Se non fosse possibile rimandare le processioni, raccomandiamo di invitare le congregazioni ad organizzarsi per effettuare una sola, comune, processione per città nello stesso giorno ed alla stessa ora, così da distribuire il pubblico nei vari Comuni» hanno precisato gli operatori sanitari in una nota diffusa poi successivamente.

 

Tags : Costiera SorrentinapasquaprocessioniSorrento