close
Cronaca

Coniava monete da 2 euro francesi false: arrestato 71enne a Castel Volturno

Una vera e propria Zecca clandestina, in cui producevano false monete da due euro riportanti effige francesi. Queste monete venivano poi spacciate in tutta la provincia di Caserta: la suddetta Zecca è stata scoperta a Castel Volturno dai carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone e dai carabinieri della II Sezione Operativa del Comando Antifalsificazione Monetaria di Napoli. Contestualmente, hanno arrestato un uomo di 71 anni del posto, già sottoposto ai domiciliari, per falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato, previo concerto, di monete falsificate e fabbricazione o detenzione di filigrane o di strumenti destinati alla falsificazione di monete, di valori di bollo o di carta filigranata.

I militari dell’Arma hanno sottoposto a controllo l’abitazione dell’anziano scoprendo la “Zecca clandestina”: in casa, infatti, l’uomo aveva un conio per la produzione di monete da 2 euro che vengono prodotte in Francia. Nello specifico, i carabinieri hanno messo sotto sequestro:

  • un conio con riproduzione della faccia comuna da 2 euro;
  • un conio con riproduzione della faccia di nazionalità francese millesimo 2012;
  • una virola completa, composta da due pezzi metallici di forma cilindrica;
  • una chiava in ferro da lavoro con testa esagonale;
  • una macchina industriale tipo pressa idraulica, senza marca, di costruzione artigianale;
  • una macchina industriale tipo pressa idraulica;
  • 2 compressori ad aria;
  • 4 anelli con bordo e facciata riprodotta;
  • 4 tondelli di lega metallica in oro giallo grezzi;
  • 7 tondelli di lega metallica in oro giallo lavorati;
  • 40 anelli esterni in lega metallica color argento con solo bordo riprodotto;
  • 269 tondelli in lega metallica in oro giallo grezzi;
  • 4 tondelli in lega metallica in oro giallo lavorati;
  • 2 anelli esterni in lega metallica color argento con bordo e faccia lavorati;
  • 7 anelli esterni in lega metallica coloro argento con bordo lavorato.

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : Caserta