close
AmbientePolitica

Rifiuti: a Giugno concorso Asia per 350 dipendenti a tempo indeterminato

Asia ha deciso di assumere 350 nuovi dipendenti con contratti a tempo indeterminato. Basterà il diploma per partecipare al concorso, secondo le prime informazioni, che dovrebbe essere gestito dal Formez. La prima fase del concorso per 350 nuovi assunti inizierà a giugno 2022 e sarà completata entro l’estate. I nuovi operatori ecologici dovrebbero entrare in servizio già nel mese di settembre. L’ipotesi è poi di far scorrere la graduatoria fino al 2024 per assumere fino a 729 persone. Al momento il bando non è ancora partito. Si è avuta solo una discussione informale con i sindacati negli scorsi giorni. Ma sarà formalizzato nelle prossime settimane. Lo ha annunciato l’assessore all’Ambiente Paolo Mancuso durante l’evento di presentazione dei nuovi mezzi elettrici di Asia nella giornata di ieri.

L’obiettivo della società è di arrivare a circa 729 assunzioni nel corso dei prossimi tre anni (dunque per il 2025), visto che ad oggi l’età media dei lavoratori è di circa 60 anni. Tra queste assunzioni, però, sono inclusi anche 243 lavoratori appartenenti all’ ex Cub, da assorbire e da impiegare per la raccolta porta a porta. Il progetto prevede l’assunzione di 243 unità (parte dei quali proverranno dal Consorzio di Bacino, ai sensi della l.reg. 14/2016) che per sei mesi saranno finanziate dalla Regione Campania (il cui contributo collaborativo e la cui attenzione per la nostra Amministrazione in questo settore sono costanti), oltre all’acquisto delle attrezzature necessarie per il raggiungimento dell’obiettivo. L’investimento complessivo – stando all’ l’Assessore –  è di quasi 10 milioni di euro, dei quali il 30% circa a carico della Regione, e la restante quota a carico di Asìa. La società prevede così di aumentare almeno del 2,4% la raccolta differenziata, ferma, nell’ultimo mese, al 37% circa.

 

 

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : Napolirifiuti