close
CronacaCultura

Johnny Depp e Amber Heard: il processo degli orrori continua

Amber Heard e Johnny Depp

Il processo per diffamazione a Fairfax, in Virginia, tra gli attori Johnny Depp e Amber Heard, entrato nelle due settimane finali, è diventato un feroce terreno di scontro riguardo la loro relazione. Le parti si sono accusate finora reciprocamente di ripetuti abusi domestici, in quello che è stato, senza ombra di dubbio, un matrimonio quantomeno tumultuoso.

Davanti ad una giuria composta da 7 persone nella contea di Fairfax, in Virginia, gli avvocati hanno ascoltato ed interrogato dei testimoni riguardo gli eventi di quella che è stata definita “una storia d’amore travolgente“, cominciata su un set cinematografico e deteriorata in una sequela di battaglie legali e confronti fisici.

Johnny Depp, 58 anni, ha citato in giudizio Amber Heard, 36, per diffamazione dopo che lei ha scritto un editoriale per il giornale statunitense Washington Post, nel quale l’attrice ha definito se stessa “un personaggio pubblico che rappresenta l’abuso domestico”. Dopo più di un anno di battaglie legali seguenti alla pubblicazione dell’articolo, Amber Heard citò a sua volta in giudizio Johnny Depp, affermando che lui l’avesse diffamata quando il suo precedente avvocato rilasciò delle dichiarazioni nelle quali definiva le denunce di abuso di Heard come una “farsa”.

Molte delle reciproche accuse che i due attori si stanno scambiando in aula sono state già ascoltate in un precedente caso che ha avuto luogo in Gran Bretagna, e che Johnny Depp perse. L’attore, all’epoca, citò in giudizio il tabloid britannico Sun per aver pubblicato un titolo in cui Depp veniva definito un “wife beater”, un marito violento (letteralmente: un picchiatore di mogli).

Durante l’attuale processo, Depp ha testimoniato nel corso di quattro giorni, ad aprile, descrivendo Amber Heard come un “partner lunatico che cercava in ogni modo di istigare degli scontri”. Heard, invece, si è presentata al banco dei testimoni per due giorni, dipingendo Johnny Depp come un marito che tentava di esercitare un forte contorllo, e le cui violenze fisiche erano spesse precedute da accuse di infedeltà.

Le dichiarazioni di apertura hanno avuto luogo il 12 aprile, mentre ci si aspetta che il caso passi alla giuria prima del 30 maggio.

Johnny Depp sued Ms. Heard for defamation after she wrote an op-ed for The Washington Post referring to herself as a “public figure representing domestic abuse.”

Perché Johnny Depp fa causa ad Amber Heard?

La denuncia di Johnny Depp, presentata nel 2019, ruota intorno all’editoriale scritto nel 2018 da Amber Heard intitolato “I spoke up against sexual violence — and faced our culture’s wrath. That has to change” (Mi sono espressa contro la violenza sessuale – e mi sono trovata di fronte l’ira della nostra cultura. Questo deve cambiare).

Nell’editoriale Johnny Depp non viene mai citato, sebbene Heard abbia scritto che due anni prima della pubblicazione dell’articolo lei divenne “un personaggio pubblico che rappresenta l’abuso domestico”.

Nel 2016 venne concesso ad Amber Heard un ordine restristtivo temporaneo dopo essersi presentata in aula in California con dei lividi sul volto. L’attrice scrisse, nella richiesta per l’ordine restrittivo, che Johnny Depp aveva lanciato un telefono contro il suo viso da una distanza molto ravvicinata. L’attore negò e nega ancora questa accusa.

Nella richiesta, Heard scrisse anche di aver subito abusi fisici e verbali dal suo ex marito nel corso della loro relazione, offrendo un resoconto dettagliato di un incidente, avvenuto all’epoca, nel quale lei affermava di essere stata afferrata per i capelli e violentemente sbattuta al suolo. Depp ha scritto nei documenti legali che anche questa era una bugia e che era stata Amber Heard ad avergli dato un pugno in volto, in quella circostanza.

Secondo Johnny Depp, e come riportato nella sua denuncia, le accuse di abusi da parte di Amber Heard farebbero parte di un’intricata messinscena atta a rovinare la carriera e la reputazione dell’attore.

Nella denuncia di Depp si legge: “Il Sig. Depp presenta questa denuncia di diffamazione per ripulire il suo nome”.

Ms. Heard is countersuing, claiming Mr. Depp had conspired with a lawyer to “attempt to destroy and defame Ms. Heard in the press.”

Cosa c’è scritto nell’editoriale scritto da Amber Heard sul Washington Post?

Amber Heard, nel suo editoriale, afferma che, dopo essere diventata “un personaggio pubblico che rappresenta l’abuso domestico”, ha cominciato a percepire delle ripercussioni nella propria carriera.

“Alcuni amici e consiglieri mi avevano detto che non avrei mai più lavorato come attrice – che sarei stata inserita in una lista nera.”

“La produzione di un film per il quale fui ingaggiata decise di sostituirmi. Avevo appena girato una campagna di due anni come volto di un marchio globale di moda, e la compagnia di moda mi scaricò.”

Amber Heard scrisse che lei poteva percepire “in tempo reale come le istituzioni proteggono gli uomini accusati di abuso”. Nell’editoriale veniva identificata come un’ambasciatrice dei diritti delle donne per la ACLU, American Civil Liberties Union (Unione Americana per le Libertà Civili).

Terence Dougherty, consulente generale per la ACLU, ha testimoniato durante il caso, riportando che in una prima bozza dell’editoriale, che fu preparato dal dipartimento delle comunicazioni della ACLU, i riferimenti a Johnny Depp, da parte di Amber Heard, erano espliciti, ma che furono rimossi dopo alcune conversazioni riguardo i termini dell’accordo di riservatezza legato al loro divorzio.

Secondo Johnny Depp, è chiaro che nell’editoriale si faccia riferimento alla loro relazione.

Nonostante il processo sia diventato una sorta di inchiesta tentacolare nel matrimonio della celebre coppia, uno degli avvocati di Amber Heard, Ben Rotterbon, durante le dichiarazioni di apertura di fronte alla giuria, ha tentato di insistere sul fatto che il caso riguarda esclusivamente “un pezzo di carta”, l’editoriale appunto.

Perché Amber Heard fa causa a Johnny Depp?

La giuria sta valutando, simultaneamente, la controquerela di Amber Heard nei confronti di Johnny Depp, che fu depositata nel 2020.

L’accusa di diffamazione dell’attrice è nei confronti di Johnny Depp, ma le affermazioni sui quali l’accusa è centrata furono pronunciate dal precedente avvocato dell’attore, Adam Waldman, che disse al tabloid britannico Daily Mail che le asserzioni dell’attrice erano una truffa.

Nella denuncia si sostiene che Depp abbia “autorizzato e cospirato” con Waldman, che agiva per conto dell’attore, “nel tentativo di distruggere e diffamare la Sig.ra Heard sulla stampa”. Adam Waldman non fu chiamato come imputato.

Cosa ha detto Johnny Depp nella sua testimonianza?

Johnny Depp, durante la propria testimonianza, ha affermato di non aver mai colpito né Amber Heard, né nessun’alta donna. Ha invece asserito che l’aggressore, nella relazione, fosse la sua ex moglie. Depp ha affermato che Amber Heard faceva spesso scenate di rabbia e si riferiva a lui con appellativi poco lusinghieri che spesso sfociavano in violenza fisica.

“Poteva cominciare con uno schiaffo, poteva cominciare con uno spintone, poteva cominciare con un telecomando lanciato alla mia testa o con un bicchiere di vino versato in faccia”, ha detto Depp.

L’attore ha fornito il suo racconto dei numerosi confronti al centro del caso, incluso un incidente nel 2015 nel quale la coppia si trovava in Australia durante le riprese del quinto film della saga “Pirati dei Caraibi“. Nella sua testimonianza, Johnny Depp ha affermato che Amber Heard era irritata per via di un incontro che lei aveva avuto con un avvocato riguardo un possibile accordo prematrimoniale tra i due. Successivamente, Heard gli avrebbe lanciato contro una bottiglia di vodka, che si sarebbe frantumata sulla sua mano, causando una grossa ferita al suo dito medio.

“La punta del mio dito era praticamente recisa, al punto che potevo vedere il mio osso spuntare fuori”.

Durante il contro-interrogatorio, Rottenborn, l’avvocato di Amber Heard, ha presentato a Depp alcuni messaggi scritti da lui, indirizzati ad altre persone, nei quali apostrofava Heard con delle oscenità, definendola addirittura una “insignificante battona”. Nella testimonianza, Depp ha detto di vergognarsi per il contenuto di alcuni di quei messaggi, affermando inoltre che il suo modo di scrivere contiene una certa quantità di creatività ed esagerazione.

“Quando scrivo un messaggio, specialmente se mi trovo in un momento particolarmente concitato, lo rendo una tela, un dipinto.”, ha affermato Depp.

Cosa ha detto Amber Heard nella sua testimonianza?

Amber Heard ha raccontato una storia radicalmente diversa riguardo la loro relazione, accusando Johnny Depp di uno “schema” di violenze, che culminava negli sfoghi dell’attore nei confronti della ex moglie, il tutto mentre si trovava sotto effetto di alcol e droghe. Nella sua testimonianza, Amber Heard ha affermato che la rabbia di Johnny Depp spesso degenerava in attacchi fisici, seguenti ad accuse riguardanti la presunta infedeltà di Heard, nonostante i dinieghi dell’attrice.

Secondo Heard, Johnny Depp “poteva esplodere”, facendo riferimento ad un episodio nel quale l’attore avrebbe colpito un muro con un pugno, a poca distanza dalla testa dell’attrice, sbattendola poi al suolo e colpendola ripetutamente con degli schiaffi.

Per quanto riguarda l’incidente in Australia, il racconto di Heard è estremamente differente. Secondo l’attrice, Depp l’avrebbe picchiata e poi aggredita sessualmente dopo aver fatto uso di MDMA. Amber Heard ha aggiunto che Johnny Depp si era infuriato riguardo diverse questioni, tra cui i suoi sospetti che lei avesse una storia con un altro attore, presumibilmente James Franco.

Ancora, nella sua testimonianza, Heard ha affermato che in quell’episodio l’attore divenne aggressivo, che la colpì al volto, la lanciò all’altro capo della stanza, le strappò di dosso la camicia da notte e la afferrò per il collo. Per quanto riguarda il dito menzionato da Depp, secondo l’attrice si sarebbe infortunato riducendo un telefono in frantumi contro un muro.

“Lo guardo negli occhi e non lo riconosco. Non sono mai stata così spaventata in vita mia”, ha affermato Amber Heard, tra un singhiozzo e l’altro.

Durante quell’episodio, Amber Heard spaccò una bottiglia sul pavimento e di risposta il suo ex marito cominciò a lanciarle contro altre bottiglie, mancandola. Heard sarebbe poi scivolata su alcuni vetri frantumati delle bottiglie lanciatele contro. Ad un certo punto, Johnny Depp avrebbe anche abusato di lei con una bottiglia.

Image: UAmber Heard testifies as Johnny Depp looks on during a defamation trial at the Fairfax County Circuit Courthouse in Fairfax, Va., on May 5, 2022.

Chi altro testimonierà?

Gli avvocati di Amber Heard hanno rilasciato un’ampia lista di potenziali testimoni, che includono Elon Musk e James Franco.

Amber Heard scambiava frequentemente messaggi con Musk, riguardanti il suo matrimonio, che furono utilizzati come prova durante il processo in Gran Bretagna. L’attrice, durante quel processo, affermò che anche James Franco vide i lividi sul suo volto provocati da un alterco con Johnny Depp.

Altri potenziali testimoni includono l’ex avvocato di Depp Adam Waldman; Anthony Romero, il direttore esecutivo della ACLU; alcuni amici di Amber Heard che erano presenti durante alcuni incidenti chiave per quanto concerne il caso; e un dirigente della Disney, che ha deciso di impedire l’apparizione di Johnny Depp nel sesto film della saga “Pirati dei Caraibi“.

Johnny Depp testifies during his defamation trial against Amber Heard n the Fairfax County Circuit Courthouse in Fairfax, Virginia

Chi ha testimoniato finora?

Finora, gli avvocati di Amber Heard hanno chiamato a testimoniare solo Dawn Hughes, uno psicologo forense che ha affermato di ritenere che l’attrice soffra di un disturbo da stress post-traumatico, per via degli abusi coniugali che ha subito durante la sua relazione con Johnny Depp. La testimonianza di Hughes, tuttavia, è in contrasto con quella di una psicologa chiamata a testimoniare dal team di avvocati di Depp, Shannon Curry, secondo la quale Amber Heard non soffrirebbe di un disturbo da stress post-traumatico ma di un disturbo borderline di personalità oltre che di un disturbo istrionico di personalità. Il Dottor Hughes, comunque, ha rigettato la diagnosi della Dottoressa Curry.

Gli avvocati di Johnny Depp hanno invece presentato numerosi testimoni, tra cui la sorella dell’attore, Christi Dembrowski, che in passato è stata anche la sua personal manager. La lista dei testimoni finora presentati include anche David Kipper, un medico – che affermato di aver trattato l’attore per una dipendenza da oppiacei – oltre che Laurel Anderson, il consulente matrimoniale della coppia, che ha affermato di aver potuto constatare abusi reciproci tra i due.

Ben King, il gestore di una proprietà in Australia dove la coppia aveva alloggiata durante il viaggio avvenuto nel 2015, ha testimoniatao riguardo i danni causati alla casa durante il discusso incidente. King ha detto di aver visto vetri rotti, gocce di sangue, un tavolo da ping-pong distrutto e anche la punta del dito di Johnny Depp avvolta in un pezzo di carta.

La corte ha ascoltato anche le testimonianze degli ufficiali di polizia che hanno risposto alla chiamata proveniente dall’appartamento di Johnny Depp, oltre che delle guardie del corpo di Johnny Depp e del suo manager Jack Whigham, che ha affermato che l’attore avrebbe perso un accordo da 22.5 milioni di dollari per recitare nella sesta pellicola di “Pirati dei Caraibi”, dopo che l’editoriale scritto da Amber Heard fu pubblicato.

Cos’è successo nel caso britannico?

Nel 2020, un giudice ha ritenuto che ci fossero “evidenti prove” del fatto che Johnny Depp avesse ripetutamente aggredito Amber Heard durante il loro matrimonio, mettendo l’attrice in condizione di “temere per la propria vita”.

Pare che siano state introdotte alcune restrizioni, non rivelate al pubblico, riguardo alcuni elementi riferiti al caso britannico, nel processo in Virginia. Tuttavia agli avvocati di Amber Heard, così come a quelli di Johnny Depp, è stato concesso di far riferimento alle testimonianze di quel caso.

Nel processo in Virginia, il verdetto della giuria deve essere unanimo, sebbene la giuria non debba avere necessariamente prove convincenti “oltre ogni ragionevole dubbio” come in un procedimento penale. Perché una delle due parti vinca, la giuria dovrebbe avere le prove che Johnny Depp o Amber Heard siano stati diffamati dalla controparte, che dovrebbe aver agito con premeditazione e dolo.

Tags : Johnny DeppProcesso