sabato, Febbraio 4, 2023
HomeCronacaGiugliano, la lettera degli studenti dell'Istituto Marconi

Giugliano, la lettera degli studenti dell’Istituto Marconi

 Nuove dichiarazioni dei rappresentanti dell’Istituto Marconi di Giugliano, reclamati i mancati provvedimenti verso gli studenti della struttura ormai assente

di Nicolaos Nicolau

Pnrr per far fronte alla dispersione scolastica, Campania regione dei record (anche sui tempi). Attraverso l’intervento post covid, si punta alla ricostituzione e costruzione di numerosi centri scolastici (dai primi livelli d’istruzione a quelli più elevati). Precisamente, nel caso delle secondarie di secondo grado in Campania sono destinati fondi a 443 istituti . Il totale ammonta a 79,3 milioni di euro e si tratta del 15,9% delle risorse stanziate con questo decreto. L’importo maggiore nella regione arriverà agli istituti per la Città metropolitana di Napoli.

I numeri destinati a città e provincia sono 14,85 milioni di euro per 78 istituti. Il primo di essi, con una somma oltre 380mila euro è l’Istituto Tecnico e Professionale Guglielmo Marconi. La sua struttura è inagibile da settembre 2022 a causa di alcuni lavori determinanti per circa 1400 studenti. Dopo 5 mesi senza uno stabile comune ed un organizzazione fuori dagli schemi, gli studenti del Marconi reagiscono con flash mob e denunce.

La lettera degli studenti del Marconi, a carico dei rappresentanti per la redazione della BussolaTv

Sono D’Andrea Lorenza e sono una rappresentante dell’I.S. Guglielmo Marconi di Giugliano. Penso che molte persone già siano al corrente della situazione che stiamo vivendo noi ragazzi da settembre a questa parte.Le circostanze non so delle migliori, poiché ci hanno obbligato a cessare la nostra vita sociale facendoci fare turni pomeridiani tutti i giorni; Non facciamo pratica, non utilizziamo mezzi interattivi e non possiamo utilizzare i distributori. A stento i bagni possiamo utilizzare. Come se non bastasse dalla settimana prossima in poi usciremo alle 20. Ci hanno riempito di false promesse da settembre fino ad oggi. Ci hanno promesso una sede il 9 gennaio, la quale non ci è stata data;

Noi ragazzi non siamo intenzionati a restare in un angolo e continuare a prendere colpi su colpi senza fare nulla. Ci hanno chiesto di restare buoni per quattro mesi ma adesso basta, adesso la voce dei ragazzi si fa sentire, farà casino; Ci hanno privato del nostro futuro, stanno distruggendo la società che dovrebbe poi avere le redini ma non se n’è rendono conto.A parer mio la cosa che manca è l’altruismo, non si sono mai preoccupati del futuro e adesso lo stanno togliendo a noi… A noi ragazzi che se continuiamo a stare alle loro “soluzioni” non potremmo mai averlo un futuro. Adesso qualcuno potrebbe farsi un esame di coscienza e capire davvero dove sta sbagliando, perché qui nessuno è padrone della vita degli altri. Spero che queste poche parole espresse possano sensibilizzare quante più persone possibili, che siano bambini o adulti.
Grazie per l’attenzione dedicata

 

 

Nicolaos Nicolau
Nicolaos Nicolauhttps://www.instagram.com/nicogreek_69/
Studente liceale al Leon Battista Alberti di Napoli.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments