lunedì, Maggio 27, 2024
HomeAmbienteCampi Flegrei: tra il 9 e 10 aprile il suolo si è...

Campi Flegrei: tra il 9 e 10 aprile il suolo si è sollevato di 1 centimetro

Il bradisismo nei Campi Flegrei è tornato ad essere intenso, i tecnici dell’Osservatorio Vesuviano hanno registrato il sollevamento del suolo di 1 centimetro tra il 9 e 10 aprile. Questo sollevamento repentino sarebbe poi stato seguito dall’intensa attività sismica registrata negli ultimi giorni.

Il direttore dell’Osservatorio, Mauro Di Vito, ha rilasciato alcune dichiarazioni a “Il Mattino”:  «Tra 9 e 10 aprile scorso abbiamo registrato un sollevamento del suolo di 1 centimetro alla stazione del Rione Terra».

«Subito dopo la velocità di sollevamento sembra essere tornata ai valori precedenti registrati agli inizi dell’anno, anche se una stima più affidabile potremo farla soltanto con i dati delle prossime settimane. L’aumento della frequenza della sismicità di questi ultimi giorni è dunque riconducibile a questo salto di 1 centimetro tra il 9 e il 10 aprile. Un simile andamento, già verificatosi tra 21 e 23 settembre dello scorso anno, è stato registrato anche dalle altre stazioni geodetiche nei pressi del Rione Terra in un raggio di circa 2 km».

«La media del sollevamento attuale è di 1 centimetro al mese, ci sono momenti di accelerazione e altri di decelerazione, un po’ come tra agosto e settembre dello scorso anno. L’energia sprigionata dalla magnitudo riguarda l’accumulo di stress, ci sono rocce che riescono ad assorbire bene il sollevamento e altre no, ma tutte le scosse di queste settimane rientrano nella media di quelle registrate finora nei Campi Flegrei. Una cosa è certa, comunque. Finché ci sarà sollevamento del bradisismo ci sarà anche sismicità».

«Le stime e gli studi effettuati finora portano a una magnitudo massima di poco inferiore a 5 Md».

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Tik Tok e  Instagram!

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments