close
CronacaPolitica

Spostamenti tra Regioni e all’estero dal 3 giugno: Cosa cambia?

Con la riapertura dei confini regionali e degli aeroporti, il 3 giugno segna l’inizio della Fase 3 dell’emergenza Coronavirus in Italia. Ma cosa cambia davvero? Facciamo chiarezza.

Gli spostamenti tra regioni sono ora consentiti senza limitazioni: non serve più l’autocertificazione e si possono andare a trovare familiari e amici, si può andare in vacanza e raggiungere le seconde case. Solo alcune regioni presentano una prassi da seguire.

Le regole per entrare in Campania sono state fissate nell’ordinanza emanata dal governatore De Luca. Dal 3 giugno chi arriva dall’estero o da altre regioni, in stazione o in aeroporto deve sottoporsi a rilevazione della temperatura corporea. Se superiore a 37,5 °C, viene sottoposto a test rapido ed eventualmente al tampone, secondo le modalità previste nelle singole stazioni.

Riaprono porti e aeroporti e si può riprendere a viaggiare e ad accogliere i turisti senza obbligo di quarantena o sorveglianza sanitaria per i Paesi membri dell’UE e che fanno parte dell’accordo di Schengen. Dal 15 giugno si apre ai Paesi extra europei.

Ma è ancora lunghissima la lista di nazioni che restano chiuse agli italiani. Intanto, il governo greco ha fatto sapere che dal 1° luglio accetteranno i turisti italiani senza restrizioni.

Ciò che vale per tutti è il modo in cui bisogno stare in auto, dove è obbligatorio indossare la mascherina, il posto del co-pilota deve essere lasciato libero e dietro possono sedersi due persone al massimo, lasciando vuoto il posto centrale. Se c’è una sola persona oltre al conducente, questa deve sedersi dietro al lato opposto a quello del guidatore. Se si tratta di persone conviventi, queste possono stare in auto sedute vicine e senza obbligo di mascherina.

Le limitazioni che restano in vigore riguarda l’obbligatorietà di indossare la mascherina, il divieto di assembramenti e il mantenimento del metro di distanza. Vietato anche fare feste e riunioni in casa con amici e parenti se non è possibile mantenere le distanze previste. Resta la quarantena obbligatoria per chi ha la febbre sopra i 37,5 gradi o sintomi respiratori, che non deve uscire di casa e frequentare luoghi pubblici per 14 giorni.

È già disponibile il download dell’app Immuni e dal 15 giugno possono ripartire i centri estivi, gli spettacoli all’aperto e i concerti, discoteche e le sale cinematografiche.
__

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

Tags : CoronavirusRegionispostamenti

Leave a Response