mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeCronacaI primi effetti delle dichiarazioni di "Sandokan": arrestato mandate omicidio dopo 21...

I primi effetti delle dichiarazioni di “Sandokan”: arrestato mandate omicidio dopo 21 anni

Arrivano i primi frutti della collaborazione con la giustizia di Francesco “Sandokan” Schiavone, dalle sue lunghe chiacchierate con i magistrati della DDA di Napoli ha parlato di tanti casi di omicidi irrisolti. Uno di questi è quello di Giuseppe Mancone.

Mancone fu freddato con un colpo di pistola alla testa fuori al Roxy Bar a Mondragone la notte tra il 13 e 14 agosto del 2003. Per quell’omicidio fu arrestato e condannato all’ergastolo l’esecutore, Salvatore Cefariello, ma non fu mai trovato il mandate e soprattutto il movente.

Dopo le rivelazioni di “Sandokan” è stato arrestato Giacomo Fragnoli, 54enne figlio del boss Giuseppe Fragnoli, accusato di essere il mandate dell’omicidio di Mancone, all’epoca spacciatore del clan ‘La Torre- Fragnoli’.

Il movente fu la percentuale non resa pari ad oltre la metà del dovuto al clan di appartenenza non versata ed intascata dallo spacciatore giustiziato. Giacomo Fragnoli, assistito dall’avvocato Angelo Raucci, era rientrato a Mondragone agli inizi del mese di gennaio dopo aver scontato 18 anni e 8 mesi di reclusione nel carcere di Sulmona in regime di 41 bis per associazione a delinquere di stampo mafioso e estorsioni perpetrate ai danni di imprenditori agricoli e commercianti mondragonesi.

Stanotte i Carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone, coordinati dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia – hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli per il figlio del ras di Mondragone per omicidio aggravato in concorso, e associazione mafiosa.

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Tik Tok e  Instagram!

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments